La quale, secondo la mia distorta osservazione, mi ha influenzato la visione delle donne

Cari dottori,
Sono stato vittima in passato di gelosia retroattiva, la quale, secondo la mia distorta osservazione, mi ha influenzato la visione delle donne. Ora mi basta un attimo per dubitare, maliziosamente, di come si comportano le donne, avendo ricadute anche sul presente.
Sto uscendo con una ragazza attualmente, mi sento vincolato dal non sentire le sue passate esperienze e mi turba altamente in quanto non riesco ad essere spontaneo. E come se vivessi in uno schema, in una gabbia di ragionamenti che non riesco a distruggere. Due anni fa ero stato molto male per questo, la causa scatenante era dovuta al fatto che ho saputo che la mia ex ragazza aveva avuto rapporti promiscui con più persone a differenze di me che comunque non ne avevo mai avuto. La storia si potrebbe dilungare, ma non sto qui a parlarne.
Grazie per una sua eventuale risposta
[#1]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo,
La sua esperienza e' stata brutta ed e' comprensibile che ora la sua fiducia sia sotto scacco.
Non lo considererei patologico.
Cerchi un paass alla volta di ericosteuire la capacita' di fidarsi, lasciando pero' nella sua mente uno spiraglio di possibilita: gli esseri umani sono imperfetti e delle defaillances possono accadere.
Che ne pensa?

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve,
forse non ho specificato. I rapporti promiscui li ha avuti prima della nostra storia, quindi, non nel mentre. Si, capisco tutto perfettamente, la mia parte razionale intuisce tutto; la mia lotta è contro la mia parte instintiva, caotica.
[#3]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
E' un problema meno diretto, che non va a colpire il Suo narcisismo, ma colpisce. Comunquwe la Sua rappresentazione ideale della ragazza. Ed e' comunque una ferita. La Sua parte istintiva sa che la ragazza e' stata capace di farlo e le invia segnali di allarme.
Il consiglio e' ancora quello di lavorare per ricostruire una fiducia della Vostra coppia, ma anche in questo caso, lasci aperto uno spiraglio!
I migliori saluti
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
Come ha ben detto lei, nessuna spiegazione razionale, sarebbe per lei esaustiva e soprattutto lenitiva, per la sua ansia.
Ogni donna/ uomo, e' sempre il frutto delle esperienza passate, sia emozionali, affettive, sessuali, amicali, ecc...
L' attrazione che lei prova per questa ragazza, sara' sicuramente correlata alla ragazza nella sua globalita' ed integrita' , tra passato e presente .
La lotta intestina tra raziocinio ed istintivita' , non puo' essere dipanata con un consulto online, ma approfondita tramite una consulenza de visu, nel caso lei lo ritenesse opportuno.
V.Randone

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5]
dopo
Utente
Utente
E non c'è un modo per scardinare tutto ciò che rappresentano i miei ideali e tutto quello che comunque mi fa da filtro, se non da tappo, a ciò che vedo? Comunque grazie dell'interessamento. La ringrazio in anticipo
[#6]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Mi sta chiedendo come eliminare la Sua rappresentazione idealizzata?
Sostituirla con una rappresentazione più' reale, in cui coesistono varie componei sia positive sia negative, integrando l'uno e l'altro.
Le faccio un esempio: i bambini pensano che i genitori siano perfetti e onnipotenti, qeasto e' gratificante e funzionale al loro essere bambini. Crescendo cambiano tale rappresentazione: i genitori sono imperfetti come tutti e per niente onnipotenti. Ma non per questo meno amati.
I migliori saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie del consiglio. Sempre che con il tempo riesca a strutturare questa visione. Sicuramente la situazione è cambiata rispetto a due anni fa, prendo la situazione più senza idealizzazioni.
[#8]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Caro Utente,

lei è stato molto deluso dalla sua (ormai ex) ragazza, quando ha scoperto che aveva avuto determinati comportamenti, non tanto perchè non se lo aspettava quanto perchè:

"ho saputo che la mia ex ragazza aveva avuto rapporti promiscui con più persone a differenze di me che comunque non ne avevo mai avuto".

Il punto centrale del discorso era quindi questo: la ragazza aveva avuto altri rapporti e oltretutto "promiscui", lei neanche uno.
Si è trovato improvvisamente a mettere a confronto la propria inesperienza con l'esperienza della ragazza, e le proprie (eventuali) prestazioni con quelle dei ragazzi con i quali lei era già stata.

Nel pensare al fatto che la sua ragazza attuale abbia avuto altri partner cosa la infastidisce di più?

In che senso ci dice che "mi basta un attimo per dubitare, maliziosamente, di come si comportano le donne"?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#9]
dopo
Utente
Utente
Sì esatto. Il nocciolo alla fine è questo
"Il punto centrale del discorso era quindi questo: la ragazza aveva avuto altri rapporti e oltretutto "promiscui", lei neanche uno.
Si è trovato improvvisamente a mettere a confronto la propria inesperienza con l'esperienza della ragazza, e le proprie (eventuali) prestazioni con quelle dei ragazzi con i quali lei era già stata."

Mi infastidisce che abbia avuto delle relazioni in cui lei si sia concessa sin da subito, senza comunque esitare.


"mi basta un attimo per dubitare, maliziosamente, di come si comportano le donne"?

Mi sembra, attraverso appunto questa mia costruzione mentale dettata da questo concedersi subito, che qualunque gesto, possa compiere nei confronti di altri ragazzi, sia essere inerente a una potenziale concessione di lei stessa.
[#10]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Lei ha quindi il timore di essere tradito, ma non è chiaro perchè: dubita (ovviamente in astratto) dell'onestà della sua partner?

Pensa che una ragazza non possa "accontentarsi" di lei"?

Considerato il fatto che non è possibile generalizzare per quanto riguarda nè le ragazze nè i ragazzi, che sono insiemi di individui anche molto diversi l'uno dall'altro, cosa secondo lei potrebbe spingere una ragazza a tradirla e a concedersi facilmente ad altri?
[#11]
dopo
Utente
Utente
Sono sicuro che lei si accontenti di me. Più che altro la mia paura è che il fatto che si possa concedere facilmente aumenti la probabilità del tradimento, mentre mi sembra diverso il contrario. La mia gelosia retroattiva si focalizza più sull'aspetto sessuale. Poi se ha avuto storie sentimentali di un certo livello sono anche molto contento.
[#12]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gelosia a parte, che raporto ha lei con la sessualità?
Tra lei e la sua ragazza, la vita intima e sessuale è appagante?
[#13]
dopo
Utente
Utente
Allora. Provo soddisfazione nel sesso, anche se ogni tanto non ho la mente libera come dovrebbe essere. Ogni tanto mi turba il pensiero, ma nell'attuale relazione non a livelli maniacali. Prima di uscire con l'attuale ragazza, ero da due anni che comunque non avevo una vita sessuale intensa. Mi è capitato solo una volta di aver fatto petting con una ragazza, ma in generale ero io che mi risultavo bloccato causa studio e causa la mia credenza di "mancare di rispetto le ragazze" approfittandone del fatto che magari potessi avere un rapporto sessuale con loro.
[#14]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
"in generale ero io che mi risultavo bloccato causa la mia credenza di "mancare di rispetto le ragazze" approfittandone del fatto che magari potessi avere un rapporto sessuale con loro"

Questo significa che considera l'avere un rapporto con una ragazza pari a mancarle di rispetto e "approfittarsene"?

Mi sembra di capire che però le questioni sono 2: da una parte lei si sente messo a confronto con i precedenti partner della sua ragazza, e questo la fa arrabbiare tanto che le viene il dubbio che possa essere eccessivamente "disinvolta" e concedersi con facilità (questo sposta il focus dai suoi sentimenti di inadeguatezza all'attribuzione della colpa della situazione alla sua partner); dall'altra parte però ci comunica più o meno consapevolmente l'idea che i rapporti fra i sessi dipendano da quanto una parte approfitta dell'altra, che si concede o meno, e sullo sfondo colloca implicitamente l'insieme dei ragazzi che possono tentare di approfittare della sua fidanzata.

E' così?

[#15]
dopo
Utente
Utente
Questo significa che considera l'avere un rapporto con una ragazza pari a mancarle di rispetto e "approfittarsene"?
Approfittarmene del fatto che comunque io provavo una certa attrazione fisica in un momento in cui pensavo che queste volessero una relazione che implicasse un coinvolgimento sentimentale(supposizione)

La questione nasce dalla mia invidia/gelosia retrospettiva nei confronti della mia attuale ragazza(stesso motivo della mia ex, ma vissuta con altra gravità) che scaturisce maggiormente nel momento in cui vengo a sapere che abbia avuto più relazioni non sentimentali rispetto a me. Nel caso in cui lei avesse avuto relazioni sentimentali molto durature, mi gratificano molto, perché comunque possiedono un certo valore(nel mio inconscio, poi se vado a ragionare con raziocinio non do mai pregiudizi, tanto che non giudico mai niente)
[#16]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Tra qualità, quantità di esperienze pregresse, tra pensieri ingombranti inerenti la vita sesuale e forse qualche supposizione di troppo, a mio avviso una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a fare luce e soprattuto a dipanare la matassa emozinale, che abita in lei.
[#17]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Riepilogando: l'"invidia/gelosia" è sorta quando ha saputo che la sua ex "ha avuto più relazioni non sentimentali" di lei e il problema nasce quindi presumibilmente dalla sua insicurezza, che genera pensieri di varia natura incentrati sull'idea di essere confrontato con altri e anche di avere meno esperienza della ragazza stessa.

Questo le ha probabilmente creato una tale rabbia, quando ha scoperto il passato della sua ex, che ora non riesce a prendere le distanze dal dubbio che il rapporto con un'altra ragazza potrebbe portarla a rivivere la stesa situazione e che, anzi, un'altra ragazza potrebbe non solo avere più esperienza di lei, ma anche arrivare a tradirla senza farsi troppi problemi (cosa che presuppone sempre un discorso di insicurezza: se una persona è soddisfatta del proprio partner - oltre che innamorata - in genere non lo tradisce).

Data la situazione spetta a lei decidere se questi pensieri sono tollerabili o se è il caso di cercare un aiuto psicologico per liberarsene, cosa che richiederebbe la sua disponibilità a lavorare su sè stesso e a mettere in discussione sè stesso, prima che le ragazze con cui ha (avuto) una storia.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio