Utente
Ho 26 anni e sono sempre stato eterosessuale.
Nella fase adolescenziale della mia vita ero anche un tipo che piaceva molto ed ho avuto qualche storiella da ragazzino. Poi ho incontrato l'unica vera storia seria della mia vita, a 18 anni mi sono fidanzato, ed è stato bellissimo per un po', ma poi la cosa è finita e dopo 5 anni lei mi ha lasciato. Ci rimasi malissimo, mi chiusi in me stesso, bevevo. Dopo qualche mese però iniziai ad uscire di nuovo, ed ho avuto parecchie storie, la più lunga di 3 mesi, la più breve di qualche ora. Ma sempre divertenti e piacevoli comunque.
Fino ad un anno fa più o meno. Adesso è quasi un anno che non "concludo" con una ragazza, da quando ha preso il sopravvento nella mia mente lui, il mio migliore amico!
Siamo amici da quando siamo nati, stessa età, stesso piccolo paese, stesse scuole e stesse squadre di calcio. Ci chiamiamo "fratello" tra di noi, ci diciamo spessissimo che ci vogliamo bene ed il nostro è un rapporto pieno di abbracci e carezze. Sempre stato così, sembriamo quasi una coppia. Il problema è che ultimamente io sto veramente pensando a lui in quel senso li! Ogni volta che ho un momento libero vorrei stare con lui, qualsiasi cosa io faccia nella mia giornata vorrei avere lui al mio fianco, lo penso in continuazione, e mi eccita anche a livello fisico! In maniera esasperata...
Lui ha sempre avuto un po' le "movenze ambigue", tante persone mi hanno sempre detto che sembra gay, un po' serie un po' a scherzo, ma lui è fidanzato da 6 anni con la sua ragazza! Io sono anche molto amico con la sua ragazza. Io so che è eterosessuale, ma questa certa ambiguità che lui ha, e tutte le carezze e gli abbracci mi fanno pensare che forse un qualcosina di quello che sta succedendo a me sta succedendo anche a lui, non lo so, probabilmente è solo un'invenzione della mia mente, che cerca di vedere in ogni suo movimento quello che vuole vedere, e non quella che è la realtà, non lo so. Ultimamente ci sto parecchio male, sento il bisogno di dirgli qualcosa, di spiegargli il mio stato d'animo, di dirgli che penso continuamente a lui anche a livello fisico! Ma non posso. Ho paura. Ho paura di rovinare l'amicizia che c'è tra di noi.
Lui mi vede che sono turbato, e sicuramente vorrebbe aiutarmi, ma non sa che è lui praticamente la causa del mio malessere! Questa cosa è molto brutta da dire ma è così. Sono in uno stato confusionale. Parecchio anche!
Questa è la mia storia, mi scusi se non sono stato sintetico ma le parole mi venivano una dopo l'altra, è la prima volta in tutta la mia vita che "parlo" di questa cosa, sto già meglio solo per averla scritta!
La ringrazio infinitamente ed attendo sue notizie

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

la difficoltà per la quale ci scrive è l'orientamento sessuale cioè non riesce a capire se sia omo o eterosessuale o il timore di rovinare una bella amicizia, sapendo già di essere omosessuale?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
Sarebbe utile un approfondimento psicologico per conoscere a fondo il suo orientamento sessuale, accettarli e potere vivere a pieno una vita relazionale e di coppia.
Ha mai avuto esperienza omosessuali prima di adesso?
Il suo immaginario erotico, contiene elementi omosessuali?
È sicuro di non co fondere affettività con attrazione fisica?
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie mille per le risposte!
No io non credo di essere omosessuale, mai avuto esperienze del genere, cioè faccio anche fantasie erotiche ma solo ed esclusivamente con lui, non ho mai pensato ad altri uomini in questo senso... E' difficile da spiegare, ma praticamente mi piacciono le donne e lui! Solo verso di lui provo certi tipi di sentimenti... Il problema è che ultimamente il desiderio nei suoi confronti sta diventando fortissimo, soprattutto a livello fisico, e penso a lui veramente in continuazione, senza sosta... Stavo quasi meditando di parlargli di questa cosa, di spiegarli che mio malgrado probabilmente mi sono innamorato di lui non so come, ma ogni volta che mi propongo di dirglielo poi non ce la faccio, non mi vengono le parole, mi si blocca il fiato in gola... Non so veramente se parlarci chiaramente o se continuare a nascondere tutto e godermi la nostra grande amicizia, ma così ci sto male però...
Grazie ancora

[#4]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
16% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
"....ma così ci sto male però..."

Che cosa potrebbe accadere in uno scenario futuro, se il Suo amico sapesse?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#5] dopo  
Utente
Non lo so, non penso che la nostra amicizia finirebbe, di questo ne sono convinto, però sicuramente mi guarderebbe con occhi diversi, magari comincerebbe ad evitare di avere contatti fisici con me o eviterebbe di dormire nello stesso letto (quando andiamo in vacanza insieme) o comunque la nostra amicizia cambierebbe... Non è una cosa leggera da dire ad un amico... Nelle mie fantasie invece la voglia di parlargli è tanta perchè forse esiste una piccola speranza che anche lui provi la stessa cosa nei miei confronti, nonostante sia fidanzato con una ragazza. Però penso sia solo una mia fantasia. La cosa che mi uccide è che non ne ho la certezza! E' vero noi siamo praticamente una coppia, ci chiamiamo tutti i giorni e facciamo qualsiasi cosa insieme, andiamo molto spesso anche a cena ed in vacanza soli noi due, è una specie di amore platonico, e che sia così anche per lui ne sono convinto, però non penso che abbia questa attrazione forte nei miei confronti come io per lui (soprattutto a livello fisico). Io vorrei stare sempre con lui e fare certe cose con lui, ed avere maggiore attenzione da parte sua in ogni singolo momento, ma non so come comportarmi!

La ringrazio infinitamente per l'aiuto

[#6]  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ASTI (AT)
CASTELL'ALFERO (AT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
<<forse esiste una piccola speranza che anche lui provi la stessa cosa nei miei confronti>>


Se così fosse, come potrebbe evolvere concretamente il vostro rapporto?
Sarebbe pronto ad aggiungere al vostro rapporto già molto intenso e complice anche l'aspetto sessuale, fino ad ora escluso?
Sarebbe disposto a vivere una storia con lui alla luce del giorno, sotto gli occhi di tutti?
O al contrario, se la sentirebbe di portare avanti una relazione "clandestina"?
Oppure, una volta dichiarativi reciprocamente, tutto finirebbe lì?


Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
paola.scalco@gmail.com

[#7] dopo  
Utente
Non lo so come potrebbe evolvere, su questo ha perfettamente ragione. L'aspetto sessuale sarei pronto ad aggiungerlo probabilmente, non ne ho la certezza ma faccio molte fantasie in questo senso. Sempre. Viaggiando con la fantasia direi che se anche succedesse qualcosa tra di noi, sarebbe sempre una storia clandestina, alle spalle anche della sua ragazza, almeno all'inizio, poi non saprei. Essendo così perso solo di lui non so nemmeno se sia una fase passeggera della mia vita o se è il modo di scoprire che si è bisessuali non lo so. Il problema appunto è che ho una voglia pazzesca di raccontargli tutto e di vivere un'esperienza in questo senso (anche sessuale) con lui, ormai sta diventando un peso troppo grande da portare dentro vedendolo tutti i giorni, però appunto sono consapevole del fatto che le conseguenze sarebbero molto forti, specialmente se davvero ci fosse un atto sessuale tra di noi. Ovviamente dopo le cose cambierebbero, lo so purtroppo. Non so come comportarmi. E la ringrazio moltissimo perchè già parlarne mi fa stare molto meglio!

[#8]  
Dr. Luca Battiloni

20% attività
12% attualità
12% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Buongiorno,

ciò che potrà o non potrà essere tra voi, che cosa potrebbe cambiare nella vostra amicizia, sono sicuramente cose importanti ma prima di tutto la prego di porre l'attenzione su quello che potrebbe cambiare per lei.

Quello che le sta succedendo potrebbe essere una "bellissima" opportunità
semplicemente per conoscersi meglio. Mettendo cioè a fuoco chi è lei oggi, magari con l'aiuto di una persona competente.

Anche se il suo amico non corrispondesse il suo tipo di attrazione, nel momento in cui lei si potesse aprire con lui in tutta franchezza e serenità, la conseguenza di ciò, potrebbe essere un problema sicuramente molto meno rilevante di quanto possa pensare oggi.

Saluti.
Dr. Luca Battiloni

[#9] dopo  
Utente
Lei dice? Io sono indeciso perchè ci sono giorni in cui l'attrazione è talmente forte che penso "E' inutile conservare la nostra amicizia, seppur meravigliosa e straordinaria, se sotto i baffi io devo stare così male perchè sono innamorato di lui, quindi glielo dico e se poi finisce l'amicizia pace, così sto troppo male", e poi ci sono giorni invece in cui dico "Cerca di ragionare, hai un'amicizia splendida e, anche se poi succedesse qualcosa tra voi, probabilmente sarebbe solo per una notte e comunque il vostro rapporto cambierebbe, cioè si sta parlando di una cosa forte, molto forte!".
Lei mi consiglia di parlargli e di affrontare le conseguenze? Fino ad adesso mi sembrava di aver capito dai suoi colleghi che invece forse sarebbe meglio accettare quello che già si ha, soprattutto se si tratta di una cosa che probabilmente sarà senza seguito nell'immediato futuro.

Grazie mille per avermi ascoltato e risposto

[#10]  
Dr. Luca Battiloni

20% attività
12% attualità
12% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Buonasera,

in riferimento a ciò che le ho scritto:

"Quello che le sta succedendo potrebbe essere una "bellissima" opportunità
semplicemente per conoscersi meglio. Mettendo cioè a fuoco chi è lei oggi, magari con l'aiuto di una persona competente."

intendevo dire che prima di agire e fare qualsiasi cosa con il suo amico forse potrebbe essere una buona idea fare il punto con una persona competente, ovvero uno psicologo o psicoterapeuta che l'aiuti a mettere a fuoco quello che le sta succedendo.

Questo proprio per focalizzarsi e sfruttare al meglio il messaggio che certe emozioni che le stanno arrivando le stanno portando.

Saluti.
Dr. Luca Battiloni