Ricordi improvvisi e nausea

Buonasera.
Mi rivolgo a voi, perché sono molto spaventata e preoccupata.
Una settimana fa mentre ero sotto la doccia, all'improvviso mi sono venuti in mente ricordi strani, ma ricordi lontanissimi di quando ero piccola ( alcuni fatti accaduti, alcuni no ) e mi sono sentita disorientata e mi stava venendo nausea... Sono uscita dalla doccia ed è passato. La sera mi è accaduto nuovamente... Pensavo fosse tutto passato, e invece dopo una settimana mi è capitato di nuovo. Proprio qualche oretta fa, e un altro poco fa. Sono ricordi la quale mi fanno venire molta tristezza e angoscia.
Ma non so spiegarvi che ricordi. Tipici ricordi qualasiasi... Non è uno in particolare.
E questo associa la nausea, e lo porto addosso. Mi vengono anche se non penso a niente.
Sono spaventata, cosa può essere? E' probabile che io abbia un tumore al cervello? Può avere questo sintomo? Ho 24 anni.
Vi ringrazio.
[#1]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Cara ragazza,
Penso di potere escludere che lei abbia alcunche" di organico.
La nausea e' un riflesso del sistema nervoso vegetativo che si attiva in qualche modo.
Faccia caso a cosa accade nelle ore precedenti questi episodi, se coltiva dei pensieri ricorrenti.
Ha mai avuto episodi di ansia o depressione precedenti?

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dr.ssa Franca Esposito, buonasera.
La ringrazio per la sua immediata risposta.
Dunque: non ho mai sofferto di depressione. Se per ansia lei intende fissazioni, preoccupazioni, allora sì. Questo è dovuto alla situazione sentimentale. ( anche ad altre paure mie, le malattie o paura di rimanere sola. Solo che a queste cose ci penso sempre, e non mi era mai capitato una cosa del genere. )
Sì, i pensieri mi vengono, ma quelli che faccio non fanno parte di quello che pensavo. Mi affiorano ricordi anche vecchi, e mi fanno sentire piuttosto stordita con insieme di paura... Anche quando sono tranquilla, mi accade.


Grazie, ancora. Mi sento leggermente tranquillizzata dalla sua risposta.
[#3]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Cara ragazza,
Che lei non abbia sofferto di episodi di depressione (che spesso si esprimono con il sintomo della nauea) fa propendere per uno stato ansiso.
L'ansia nasce da contenuti conflittuali inconsci, non dai pensieri. I pensieri sono coscienti e sono generati dalla parte cognitiva della nostra psiche, spesso per tacitare i contenuti emotivi o per dare loro una veste razionale.
Se dovesse avere ancora di questi eposodi di nausea sarebbe il caso di pensare a chIedere un aiutopsicologico per elaborare quelle dimesioni ansiose che la disturbano.
Ci faccia avere sue notizie! Cordiali saluti
.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Cara dott.ssa, buonasera.
Mi scuso per il ritardo.
Oggi mi è tornato di nuovo, sto vedendo che mi capita proprio ogni settimana.
Questa è la 3 volta, passano 7 giorni e mi viene questo. La cosa mi disturba parecchio, perché mi scombussola tutto. Le sensazioni, le emozioni, le paure me le aumenta.
Dovrei andare da uno psicologo?
Lei non pensa che magari, può essere qualcosa di fisico? La tiroide, o qualcosa nel sangue? Perché questo " fenomeno " mi spaventa... Anche se lei mi ha detto che non c'è molto da preoccuparsi. Sì, ho un po' di ansia, ma la cosa mi sembra strano.
[#5]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
mi associo alla Collega nella risposta.
Per escludere l'etiologia organica del suo disturbo, soltanto una visita dal suo generico può farlo, se continua a chiedere rassicurazioni a noi e per di più online, sembra trattarsi di ansia e di cattiva gestione della stessa.

Vada dal suo generico, una volta escluse cause organiche correlate al suo disagio, le cause "altre" verranno ricercate mediante l'aiuto di uno psicologo

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#6]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazza,
Come mai fa cenno alla tiroide? Ha ricevuto in precedenza una diagnosi relativamente a tale ghiandola?
Si tratta di una ghiandola importante e che puo' essere analizzata facilmente. Ne parli al suo medico curante che le prescrivera' se e' il caso un esame del sangue per verificarne la funzionalita'.
Cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test