Troppa gelosia??

Salve dott./dott.ssa,
sono una ragazza di 22 anni e sto da 2 anni con uno spendido uomo. Ci amiamo e stiamo bene insieme. All'inizio ci vedevamo spesso, non potevamo farne a meno. La voglia di stare insieme non è passata però ovviamente ora le cose si sono attenuate anche se comunque ci vediamo sempre in autobus al mattino per qualche minuto prima del lavoro e cerchiamo di ritagliarci dei momenti per noi alla sera. E' tutto perfetto, il problema sono io! Sono gelosa..non mi fido molto! Nella mia storia precedente (durata 3 anni) ho beccato il mio (ex) ragazzo, si sentiva con una ragazza anche se sono certa che non si sono mai incontrati.. mi è caduto il mondo addosso e la nostra storia è pian piano finita! Ho avuto una brutta infanzia, in quanto mio padre non mi ha mai cresciuta anche se era nella ns casa familiare e quindi mi lego molto a qualsiasi fidanzato del momento in quanto mi sento di aver bisogno di una presenza maschile. Ora non riesco a fidarmi fino in fondo di nessuno,compreso il mio nuovo ragazzo, ed in più sono gelosa. Lui ha un carattere molto espansivo e socievole, perciò non fa fatica a scherzare o fare battute anche con ragazze o donne che non conosce e a me questo fa impazzire, in fondo mi fido ma ho paura e in certe situazioni mi sale il sangue al cervello, non mi controllo e non mi sento desiderata e ho paura di non essere interessante come le persone con cui scambia 2 parole in alcune situazioni, oppure intrattiene discorsi con ragazze che si sono affezionate a lui già da prima di me... e discutiamo! Ho paura di non bastargli e lui dice che sono una autolesionista... non voglio rovinare nulla... come faccio?grazie
[#1]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
Gentile Ragazza,
sembra che le sue difficoltà abbiano radici antiche.
un padre poco accessibile affettivamente può far pensare a un bambino di non essere degno di amore....
La sua gelosia e sfiducia nell'altro sembra venire da lontano e avere a che fare con un'autostima vacillante, col timore di non poter essere amata, di non essere interessante quanto le altre.

Però i comportamenti che lei mette in atto e la tendenza a controllare il partner rischiano di stancarlo e allontanarlo oltre che farla sempre stare in tensione.

E' la percezione che ha di sé un punto su cui dal mio punto di vista sarebbe opportuno lavorare e su ciò che a questa fa da sfondo. Ha mai pensato di rivolgersi a un nostro collega di persona?

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
Anche io, come la Collega, le suggerisco di analizzare la sua gelosia mediante una consulenza psicologica, sembra infatti non essere partners/ correlati, ma partire da lontano.....
Le allego a tal proposito, una lettura sull' argomento

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1894-gelosia-sana-o-patologica.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Si, mi sa che mi rivolgerò a uno specialista....volevo chiedere: sapete consigliarmi libri specifici o particolari che mi aiutano a superare questa cosa?? Grazie x le vs sollecite risposte!

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test