Lei ricorda spesso il suo ex. Aiuto !!

Buonasera, scrivo per sottoporre un problema o solo una mia paranoia:
sono alla soglia dei 30 anni e sono fidanzato da più di due mesi con una ragazza che prima di me fu fidanzata per più di 10 anni con un'altra persona. La sua storia è finita poco più di un mese prima del nostro metterci assieme. Fino dal primo momento lei mi parlava del suo ex ed io non ci facevo tanto caso visto che erano i primi tempi, ma ancora oggi, dopo più di due mesi, spesso e volentieri nomina il suo ex o qualcosa accaduta con lui, e lo inserisce nei nostri discorsi, discorsi semplici o più complessi. Io sono un tipo molto geloso e spesso le chiedo se lo ama ancora ma lei mi dice di no, che non lo amava più da prima di lasciarlo. Le chiesi poco tempo fa se nel suo inconscio pensa di amarlo e lei mi ha risposto di non sapermi dare una risposta perché non si conosce l'inconscio , ma di ciò che conosce sa di non amarlo più ma di amare me. Noi ci amiamo molto e abbiamo anche una ottima intesa per quanto riguarda l'intimità. Condividiamo le stesse passioni che prima non poteva condividere con il suo ex. Per la mia grande gelosia mi capita spesso di parlare male e con odio del suo ex che neppure conosco e vedo che lei si adombra , come se volesse difenderlo. Non si sentono più ma io ho paura che , rivedendolo, possa provare nostalgia per lui, e penso questo perché lei ha ancora dei ricordi belli od anche brutti nei confronti dell'ex...non so cosa pensare. Secondo voi che mi risponderete, cari dottori, la mia fidanzata ama ancora il suo ex? lei mi dice che le vuole bene visti i tanti anni stati assieme, ma dice di non amarlo più ma di amare me...voi cosa ne pensate?
Aspetto una Vostra gentile risposta, nel mentre buon lavoro e buona serata.
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

se lei è una persona che tende ad essere preoccupato, probabilmente sta attribuendo un significato personale a questi comportamenti (parlare dell'ex), forse per gelosia.

Effettivamente però può essere fastidioso, ha chiesto il motivo alla sua ragazza?





Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

se questa situazione sta diventando un problema e rischia di rovinare il legame con la Sua ragazza, a mio avviso farebbe bene a discuterne direttamente con uno psicologo di persona.

Lei infatti ha la pretesa che la Sua ragazza cancelli un pezzo della propria vita che è stato comunque significativo e una persona che, ovviamente, è stata importante e speciale.

Come pensa sia possibile dimenticare o censurare un pezzo della propria storia di vita?
Soprattutto, se Lei so sforzasse di guardare a se stesso e non alla Sua ragazza, si renderebbe conto che è Lei che pone l'accento su questo, trasformandolo in un problema...

In fondo avere dei ricordi è normalissimo e non può neppure chiedere alla Sua ragazza di non essere se stessa e non parlarne apertamente, solo che il peso che la Sua ragazza pone quando Le parla di qualcosa che ha fatto con l'altro ragazzo non è neppure paragonabile al peso (eccessivo) che pone Lei.

Il problema secondo me sta qui. Il rischio è che queste domande possano diventare una tortura per la Sua ragazza e tenga presente che prima o poi le persone si stancano di tutto ciò.

Quindi se per Lei questa storia è davvero importante, si faccia aiutare a prendere le distanze e a gestire meglio la Sua gelosia.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile signore,
Che la presenza di questo ex sia abbastanza diffusa nella mente della ragazza lo deve sospettare.
Per arginare questo coinvolgimento ha pensato di essere lei a darci un taglio? Ad es chiedendo alla ragazza di non parlargli del suo ex?

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#4]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile signore,
Che la presenza di questo ex sia abbastanza diffusa nella mente della ragazza lo deve sospettare.
Per arginare questo coinvolgimento ha pensato di essere lei a darci un taglio? Ad es chiedendo alla ragazza di non parlargli del suo ex?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Io ho detto alla mia fidanzata di non parlare di lui , ma lei dice che non è colpa sua e che comunque sia alcuni avvenimenti o momenti della giornata le portano in mente scene di vita vissute con il suo ex. Lei ha cancellato e buttato tutte le sue foto e gli oggetti da lui regalatele anni fa. Io questo l'ho considerato un atto d'amore, però poi mi chiedo se ancora prova qualcosa per lui visto che è spesso presente nei nostri discorsi...
[#6]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile signore,
Le esprimo un dubbio su cui riflettere.
Che sia lei in realta' , con il suo bisogno di sapere quanto questo ex sia presente nei ricordi della ragazza, ad evocarne la presenza.
Ci sarebbe percio' una sorta di "gioco collusivo" fra voi che vi rende complici e reciprocamente vittima e carnefice..
Rifletta se vuole su questa ipotesi.
I migliori saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Si, penso abbia colto il segno, difatti io è come se mi sentissi "secondo" , ma dal punto di vista sentimentale, mentre la mia fidanzata mi dice che il suo ex era "primo" quando stavano assieme, ora sono io "primo" e non debbo mai sentirmi secondo a lui. Io so che lei mi ama perché me lo dimostra e sono felice di ciò, e in vita mia mai mi era accaduta una cosa così bella, forse anche per questo, penso, sono geloso e ho paura, forse ho paura di perderla e qualsivoglia cosa lei possa dire nei confronti del suo ex, anche cosa innocua io la scambio per un "amore" che ancora vive in lei...e sicuramente mi sbaglio
[#8]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Le faccio qualche domanda per comprendere sulla sua vita :
In che tipo di famigia e' nato? Ha fratelli, sorelle? Piu' grandi o piu' piccoli di lei? E del suo lavoro che mi dice? Lavora autonomamente o in un'azienda?
[#9]
dopo
Utente
Utente
nato in una famiglia normale di operai, sono figlio unico, sono disoccupato ma mi arrangio per andare avanti, non ho un lavoro fisso, piccoli lavori saltuari purtroppo
[#10]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Le faccio qualche domanda per comprendere sulla sua vita :
In che tipo di famigia e' nato? Ha fratelli, sorelle? Piu' grandi o piu' piccoli di lei? E del suo lavoro che mi dice? Lavora autonomamente o in un'azienda?
[#11]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Le faccio qualche domanda per comprendere sulla sua vita :
In che tipo di famigia e' nato? Ha fratelli, sorelle? Piu' grandi o piu' piccoli di lei? E del suo lavoro che mi dice? Lavora autonomamente o in un'azienda?
[#12]
dopo
Utente
Utente
Sono nato in una famiglia normale composta da me, mio padre e mia madre, parenti vari normalissimi, sono figlio unico e ho lavori non fissi , tiro avanti in altre parole
[#13]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Ok, la mia ipotesi era che questo sentirsi "secondo" potesse essere un aspetto della sua personalita'.
Specialmente ne lavoro talvolta si esprime una tendenza del genere.
Le faccio i migliori auguri!
[#14]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

ha provato a pensare che magari questi dubbi e insicurezze altro non sono che l'espressione di quel disagio di cui già ci aveva parlato in passato?
Il temere i "no" delle ragazze, l'avere qualche problema d'ansia a letto, ecc... non so se ha poi preso in considerazione il siggerimento che Le avevo già dato di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta di persona...
In ogni caso potrebbe aiutarLa a risolvere questo problema relazionale.
Anche la richiesta di non parlare più dell'ex o di far buttrae via tutti i regali, foto, ecc... dell'ex tradiscono una certa insicurezza perchè -ripeto- si tratta di un pezzo della vita della Sua ragazza, che certamente avrebbe potuto conservare ed è legittimo.
Faccia attenzione a non diventare uno stress per la Sua ragazza, anzichè un compagno :-)

Cordiali saluti,

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio