presunta frigidità

Buongiorno Dottori,
vorrei richedere. un parere medico a un dottore sessuologo o a chiunque mi possa aiutare.
Vi spiego: ho 24 anni e felicemente fidanzata da 5 convivo e la mia storia sentimentale va bene tra alti e bassi come tutti.
Il mio problema è che sono completamente disinteressata al sesso, non riesco a trovare niente che mi dia piacere, inutile dire che l'orgasmo per me è solo una leggenda.
Nonostante questo ho una vita sessuale abbastanza attiva ma lo faccio solo per un gesto di altruismo nei confronti del mio compagno perche quando questo manca questo diventa un motivo per litigare.
La settimana prossima farò sospendere la pillola yaz che prendo da circa 5 anni che secondo me ha influito ma non è la causa. In più ci tengo a chiarire che non ho un buon rapporto con il mio corpo e quello del mio patner da quel punto di vista, la verità è che mi fa schifo toccarlo o fare altro, diciamo che il sesso orale lo escludo non riesco a farlo e non mi da nessuna sensazione riceverlo.
Mi sento spenta, completamente apatica e questo problema ce l'ho da anni.
Vorrei chiedere da voi se si può parlare di frigidità? o se è un problema psicologico? o fisico?
In pratica come faccio ad avere una vita appagante sessualmente parlando?
Grazie
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara Utente,

per comprendere il motivo di questo suo disinteresse per il sesso è importante ricostruire la sua storia personale e di relazione, oltre che valutare la presenza di possibili altri sintomi psicologici che diano un significato diverso all'"apatia" che riferisce e che - se interpreto bene le sue parole - anni fa non era presente.

E' così?
Ha riscontrato un cambiamento ad un certo punto della sua vita?

Ha sottoposto la questione anche al medico ginecologo che le ha prescritto la pillola?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve,
intanti la ringrazio per la celere risposta.
A dir la verità questo problema l'ho sempre avuto ma nei periodi di picchio ormonale mi veniva voglia di avere un contatto e quindi facevo l'amore pur non provando piacere.
Da quando assumo yaz non ho piu avuto questi picchi quindi non ricercavo piu attenzioni di quel genere.
Per quanto riguarda la mia vita ho avuto solo una storia seria che è quella che porto avanti e 2 rapporti occasionali con uomini diversi.
Con la ginecologa ancora non ne ho parlato piu che altro perche sto cercando il medico che mi ispiri fiducia.
La ginecologa che avevo fino a poco fa e che mi ha seguito per anni è brava nel suo lavoro ma un po fredda e non me la sono mai sentita di parlare con lei di questo problema.
Grazie mille
[#3]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
Mi associo alle riflessioni della dott . Massaro
Fermo restando che la valutazione ginecologica è il primo step diagnostico, se non prova orgasmo è difficile immaginare che possa desiderare quello che non la appaga....

La parola frigidità in clinica non esiste, esiste invece anorgasmia, a tal proposito le ellego delle letture,potrebbero aiutarla a riflettere


https://www.medicitalia.it/salute/psicologia/109-anorgasmia.html

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3437-orgasmo-femminile-e-veramente-indispensabile.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2348-l-orgasmo-femminile-si-puo-imparare.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/150-orgasmo-femminile-vaginale-o-clitorideo.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1813-calo-del-desiderio-sessuale-il-difficile-passaggio-dal-piacere-solitario-al-piacere-condiviso.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1620-orgasmo-femminile-i-10-ambiti-da-conoscere.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#4]
Dr.ssa Patrizia Pezzella Psicologo, Psicoterapeuta 200 10
Gent.ma lettrice, l'orgasmo è una fase della risposta sessuale che segue la fase
della eccitazione e quest'ultima è preceduta dalla fase del desiderio, il quale forse
nel suo caso rientrerebbe nella situazione di un desiderio ipoattivo. Sarebbe opportuno consultare un esperto in sessuologia clinica nella sua città eventualmente
anche presso il consultorio familiare che nella sua equipe prevede sia la figura del ginecologo che dello psicologo. Consideri che la sessualità è una forma di "comunicazione" la più intima verso il proprio corpo e verso il corpo di un altro!!
molti auguri

Dr.ssa Patrizia Pezzella
psicologa, psicoterapeuta
perfezionata in sessuologia clinica

[#5]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Per quale motivo sta per sospendere la pillola?
Per cause mediche o per verificare se sospendendo il trattamento ormonale il quadro si modificherà?

Consideri che la pillola anticoncezionale può avere un effetto negativo sulla vita sessuale e che quindi in parte la sua assenza di desiderio può dipendere dagli ormoni di sintesi che assume, ma non tutto dipende da questo.
[#6]
Dr.ssa Teresita Forlano Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4 60
Gentile utente buona sera,
condivido che il suo sia un problema legato ad un basso desiderio sessuale. Condivido anche che, la pillola contribuisce, ma di fondo c'è di più.
E' il caso che lei si rivolga ad uno psicologo, o a un sessuologo.

Cordialmente
Dr.sa Teresita Forlano
Psicologa, Sessuologa
Aversa- Roma
www.teresitaforlano.it

Dr.ssa Teresita Forlano

[#7]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,
ringrazio tuttti per i vostri aiuti.
Rispondo alla dott.Massaro dicendo che voglio sospendere la pillola perché sono 5 anni che la prendo e non ho mai fatto una pausa e in piu ne approfitto per vedere se il problema un po si risolve.
Come già dicevo non credo che il problema sia legato ad essa perché era presente anche prima di prendere la pillola ma sono convinta che una pausa non faccia male e in alternativa valuterò di sostituire la pillo yaz con un altra tipologia di pillola.
Lei pensa che non sia il caso?
Mi rivolgerò anche a un sessuologo per vedere il tipo di terapia che consiglia.
Ringrazio tutti per i consigli dati.
[#8]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Della sostituzione con un'altra pillola anticoncezionale deve parlare con la ginecologa, valutando tutti i pro e i contro.

"Mi rivolgerò anche a un sessuologo"

Il "sessuologo" non è una figura a sè stante, esistono solo psicologi (e alcuni medici) che hanno approfondito ulteriormente la sessuologia come materia che fa già parte del bagaglio formativo di ogni psicologo e soprattutto di ogni psicologo psicoterapeuta, dal momento che i disturbi sessuali sono curati abitualmente in psicoterapia essendo la sessualità parte integrante della personalità.

Di conseguenza le suggerisco di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta per approfondire i motivi del problema, passo indispensabile per costruire un cambiamento.
[#9]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

nel Suo primissimo post Lei scrive: "Nonostante questo ho una vita sessuale abbastanza attiva ma lo faccio solo per un gesto di altruismo nei confronti del mio compagno perche quando questo manca questo diventa un motivo per litigare."

e anche "...non ho un buon rapporto con il mio corpo e quello del mio patner da quel punto di vista, la verità è che mi fa schifo toccarlo o fare altro..."

Il significato personale che ciascuno di noi attribuisce agli eventi e alle questioni e cose della vita, come la sessualità, diventa fondamentale per orientare il nostro atteggiamento e il nostro comportamento.

Se la sessualità è vista come qualcosa che dobbiamo fare per evitare conflitti e/o come qualcosa che fa schifo (es rapporto orale o toccare i genitali, ecc...), allora mi pare piuttosto chiaro che Le venga voglia di limitare le occasioni di incontro intimo con il Suo compagno.

Qui però potrebbe aprirsi un altro scenario: nei disturbi sessuali in genere è fondamentale anche comprendere la qualità della relazione con il partner. Esistono coppie molto affiatate e complici nella vita di tutti i giorni, ma non a letto. Andare d'accordo non significa essere buoni amanti.

Inoltre il rapporto col proprio corpo è fondamentale per poter vivere serenamente la vita sessuale: spesso emozioni disturbanti come la vergogna, il timore, la paura (es di non piacere, ecc...) si presentano proprio nel momento meno opportuno rivelando molto della persona che, proprio mentre fa l'amore, comincia a provare tali emozioni.

Infine, non definirei "frigidità" tale situazione, perchè è indispensabile comprendere meglio le dinamiche di coppia e le Sue, di dinamiche. Oggi sappiamo infatti che nella storia molte donne sono state etichettate come "frigide", mentre erano solo insoddisfatte...

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#10]
dopo
Utente
Utente
Salve Dott.ssa Pileci,
Analizzando il mio rapporto di coppia non trovo deficit tranne quello di non essere buoni amanti.
Abbiamo una forte complicità dovuta dal fatto che i nostri caratteri sono esattamente agli opposti.
Quello che mi chiedeva il mio patner nei primi anni è cosa ti piace? io non ho mai saputo dare risposta perché non la sapevo perché anche se sperimentavo niente è in grado di darmi piacere anche se lieve.
È brutto da ammettere ma è come se non mi girasse il sangue li sotto sono completamente "morta".
Nemmeno l'autoerotismo mi è stato di aiuto a trovare in me punti che mi davano piacere.
Quindi non so se dalle mie conclusioni io abbia un problema fisico o mentale.
Non ho mai avuto traumi o episodi che mi possano aver bloccato a livello psicologico.
Grazie
[#11]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

le informazioni che io Le ho fornito sono di carattere generale; per il caso specifico ovviamente -come Le hanno già suggerito- è indispensabile una valutazione di persona.
Spesso è utile anche una valutazione della coppia.

Cordiali saluti,

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio