Fissazione per il macabro

Sono tempi bui. In televisione, a causa della globalizzazione, differentemente dal passato, si vedono immagini macabre, di guerra, di morte. In particolare ultimamente si vedono molto spesso immagini o video di decapitazioni.
Non so perchè, ma ho sempre avuto una macabra fissazione, nonchè tremenda paura, per questo tipo di morte. Mi fa tantissima paura, più che altri tipi di morte, ma, non so come mai, esercita una macabra curiosità in me per cui su internet sono sempre alla ricerca di video orrendi o immagini raccapriccianti. La sera poi, prima di addormentarmi ci penso sempre.

Perchè la decapitazione mi fa tanta paura? Anche le altre morti dovrebbero spaventarmi. In più: perchè sono spinto a cercarla? La voglio esorcizzare?

Grazie
[#1]
Dr.ssa Sara Ronchi Psicologo 559 8 3
gentilissimo,

le consiglio intanto vivamente di non cercare video su internet così angoscianti soprattutto alla sera in quanto saprà che la nostra mente durante il sonno rielabora a suo piacimento quello che vede;
Perchè le altre morti dovrebbero spaventarla di più' ? la morte fa paura a tutti in quanto è l'unica cosa che l'uomo non può controllare e quindi si cerca di parlarne per trovare i più svariati conforti;
la decapitazione purtroppo sta avvenendo in questi periodi di guerra ed è un modo brutale per porre fine alla vita di un prigioniero;
Questo suo interesse andrebbe approfondito in analisi per riuscire a capire più cose circa le sue paure;

Dr. Sara  Ronchi
sara71ronchi@gmail.com -3925207768
www.psicologa-mi.it









[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

a che punto è con la psicoterapia intrapresa lo scorso anno?
Ha provato a parlare di tutto ciò, che potrebbe essere l'espressione della Sua ansia, con il terapeuta?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.

So che non dovrei vedere questi video ma è come se fosse più forte di me, soprattutto nei periodi "down". Per fortuna non lo faccio la sera.

Sì, ho parlato con lo psicologo. Secondo lui io vorrei "staccarmi la testa", ovvero cancellare tutti i miei pensieri in un sol colpo. Dice che in scene del genere sono al contempo la vittima e il carnefice, colui che subisce la sofferenza e colui che la da.

Anche se in parte sono d'accordo, la cosa purtroppo non mi aiuta.
E' vero che vorrei staccare i miei pensieri ma è anche vero che la cosa che mi spaventa di più è la sofferenza, la sofferenza cosciente per la precisione. Non so però come mai tutto questo mi crei una sorta di macabra dipendenza.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio