Utente
Salve sono un ragazzo di 24 anni e da quasi 2 mesi sto soffrendo di insonnia. Io faccio il programmatore informatico e sono uno studente universitario. Tutto è iniziato dopo un periodo intenso di studio e lavoro (fatto con piacere) . Le prime due notti ho preso sonno solo verso le 5 di mattina. Questa cosa mi ha terrorizzato nei giorni successivi facendomi venire l'ansia di non dormire , ma in realtà le cose sono migliorate seguendo delle regole di igiene del sonno che mi sono state indicate dal mio psicologo. Il problema però è che in queste settimane ho fatto alti e bassi : ho dormito per la maggior parte delle notti per una media di 6 - 7 ore ma con continui risvegli facendomi comunque sentire stanco la mattina seguente , mentre altre notti anche 3 - 4 ore. Il problema principale però è che io durante il giorno non faccio altro che pensare a questa cosa , non riesco piu a studiare perchè è come se la mia vita dipendesse da come ho dormito la notte precedente e che senza dormire non si può vivere. Mi è capitato che quando stavo per uscirmene da questa situazione , dopo giorni che avevo dormito meglio , mi ritornava l'ansia di notte e ricominciava tutto da capo. Inoltre mi è capitato anche che per 3 o 4 notti ho sentito una tristezza pensando alla mia ragazza , come se lei mi avesse abbandonato , e l'avrei voluta vicina . Cosa che non mi era mai accaduta prima , anzi è sempre stata piu lei a volermi di piu. Il mio psicologo dice che è proprio questo il problema principale: l'insonnia mi è scattata perchè è come se io nel rapporto vedessi lei piu forte , mentre io mi sento piu debole , ed ho paura che lei da un momento all'altro mi potrebbe lasciare . In realtà la paura di perderla l'ho sempre avuta ma non gli ho mai dato un grosso peso prima. Inoltre a queste cose quando sono a letto non le penso mai , l'unica cosa che penso è se riuscirò a dormire . Secondo voi potrebbe essere anche un'altra la causa ? Come quella che pensa lo psicologo che mi sta seguendo?
Grazie

[#1]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Carissimo, sì penso che il suo Psicologo, mio Collega, abbia ragione,non pensi come chiude la luce .. se dormo o non dormo ,.. sposti il pensiero su cose belle del passato, su momenti felici.. Cerchi inoltre di chiarire i rapporti con la sua fidanzata.. parlatevi ragazzi, anzichè inseguire fantasmi e paure abbandoniche ..
Veramente , la vita può essere abbastanza complicata lo stesso, coraggio e pensieri lucidi e positivi., progetti e sogni , volare più alto si può , e persino si deve..!!
MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta e per gli utili consigli . Come mai secondo lei pure quando la notte non ho l'ansia di non dormire , ho comunque continui risvegli? Ad esempio stanotte ero tranquillo a letto ed ho dormito 7 - 8 ore ma mi svegliavo ad intervalli di 1 o 2 ore riaddormentandomi comunque velocemente , tutto questo fino a quando poi non è suonata la sveglia. Inoltre mi capita di fare molti sogni e di essere comunque stanco la mattina.

[#3]  
Dr.ssa Franca Esposito

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Caro ragazzo,
Le fasi del sonno sono costituite da periodi di sonno non molto profondo e altre di sonno molto profondo.
Se la Sua mente e' tranquilla e puo' lasciarsi andare queste fasi si avvicendano senza che Lei se ne renda conto.
Se al contrario la Sua mente e' focalizzata su una preoccupazione questa si esprimera' nel sogno e cio' Le permettera' di continuare a dormire, oppure si presentera' a Lei senza tale tramite, facendoLa svegliare.
Se le norme di igiene del sonno non sono piu' valide per Lei, ne parli con uno psicoterapeuta.
Secondo l'approccio psicodinamico a cui faccio riferimento i sogni vanno interpretati con la collaborazione Sua e del terapeuta, per comprendere cosa ci stiano comunicando.
E' questa la tecnica utilizzata dal Suo terapeuta?
Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#4] dopo  
Utente
Salve Dottoressa , Il mio terapeuta non ha mai preso molto in considerazione i miei sogni fino ad ora. Posso dirle che in questi giorni ho fatto molti sogni ed inoltre mi capita di sognare spesso situazioni riguardo al fatto che non riesco a dormire bene e riguardo ai miei parenti. Non l'ho scritto sopra perchè credevo che non fosse importante ma è da due anni circa che ho avuto dei litigi con i miei parenti ed è molto tempo che non ci vediamo . Anche se raramente li penso durante il giorno mi è capitato di sognarli molte volte da due anni a questa parte , quindi anche prima dei miei problemi sul sonno. Io non credo che possa essere questo il problema lei cosa ne pensa?
Grazie per la risposta

[#5]  
Dr. Stefano Totaro

20% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
caro utente. Spesso i problemi che riporta non hanno una precisa ed unica eziologia (causa) ma una serie di fattori concatenati tra loro che solo un lavoro terapeutico può portare ad ammorbidire. Ed è per questo che le informazioni che riporta sono si, importanti, ma se inserite in un percorso...sarebbe riduttivo (e probabilmente impossibile) e non le servirebbe a granchè risalire ad una sola causa, da manuale. Non abbia il timore di parlarne col suo psicologo, dei problemi, di ciò che sente funzionante e ciò che sente come lacuna. Assieme potrete proseguire sulla strada che avete intrapreso, magari migliorandola.
In bocca al lupo.
Dr. Stefano Totaro
Psicologo, Psicoterapeuta familiare, abilitato EMDR
Giudice Onorario Minorile presso Corte d'appello di Lecce.
Padova

[#6]  
Dr.ssa Franca Esposito

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo,
Non tutti gli approcci psicoterapeutici analizzano i sogni. Il modello psicodinamico li utilizza con grande successo perche' una analisi dei sogni permette di decodificre dinamiche inconsce.
I suoi parenti rappresentano senz'altro ognuno qualcosa ed e' Lei insieme al terapeuta ad assegnare loro il ruolo e l'importanza che rivestono per Lei in quel sogno.
Da questa sede non e' possibile fare tale connessione, ma cio' avviene in seduta di analisi.
I migliori saluti.
Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132