Ansia generalizzata e ansia da prestazione

Salve, ho 19 anni.. Da due mesi a questa parte soffro di ansia da prestazione.. Ho fatto una seduta da uno psichiatra privato per avere questa diagnosi e mi ha detto che essendo molto giovane di rivolgermi agli psicologi pubblici.. E adesso sono in attesa.. Vorrei solamente qualche consiglio.. Diciamo che da quando ho questa ansia non mi ha ancora impedito di portare a termine un rapporto sessuale.. E che ultimamente la sento meno.. Al inizio volevo dei rapporti con la mia per provarmi e non solamente per il semplice desiderio.. Prima mi capitava di pensare e avere paura che durante il rapporto avrei potuto fallire non ottenendo un erezione mentre adesso quando penso a quello che succederà non la vedo come una cosa che mi turba moltissimo, ho un po piu autostima in me e sono quasi sicuro che tutto andrà bene.. Ma vorrei qualche consiglio per capire se ora desidero un rapporto per provarmi oppure per ik semplice desiderio.. Perche quest ansia che ho potrebbe aver abbassato il mio desiderio sessuale. Io sono sicuro che sto riuscendo a uscirne da solo da questa mia ansia, ma mi sono comunque rivolto alla sanità pubblica e ora sono in attesa.. Vorrei qualche consiglio su come affrontare questa ansia, grazie
[#1]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo,
Mi sembra che Lei abbia intrapreso la strada migliore per comprendersi: affidarsi ad uno psicoterapeuta.
Da quando iniziera' la terapia le domande che emergeranno La condurranno a elaborare i Suoi contenuti. Che a 19 anni sono tantissimi e inesauribili.
Auguri per questo percorso! Che sia produttivo e fecondo!

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#2]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,7k 457 103

Gentile utente,

<<Perche quest ansia che ho potrebbe aver abbassato il mio desiderio sessuale.<<

Che l'ansia abbassi qualsiasi desiderio, anche quello sessuale, ci sta.

E' il motivo dell'ansia e la gestione dell'ansia che vanno approfonditi...

Bene ha fatto a rivolgersi di persona d un nostro Collega.
Buon percorso.


Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#3]
Dr.ssa Marta Stentella Psicologo 355 5
Gentile utente,
Lo specialista che l'accoglierà saprà sicuramente aiutarla nella gestione dell'ansia.
L'ansia incide e interferisce ovviamente con il desiderio ma volevo chiederle:
Ha una relazione amorosa? I rapporti che ricercava e ricerca tuttora sono con la persona di cui è innamorato?

Cordialmente

Dr.ssa Marta Stentella - Roma e Terni
Psicologa Clinica e Forense, Psicodiagnosta
www.martastentella.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
A volte mi chiedo anche io se sono innamorato o no della mia ragazza
[#5]
Dr.ssa Marta Stentella Psicologo 355 5
Dunque è fidanzato.
Forse è necessario anche indagare questi aspetti della sua relazione per poter avere un quadro più completo rispetto alla sua problematica d'ansia.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve scusate se vi disturbo ancora.. Io e la mia ragazza per motivi esterni a questa ansia abbiamo deciso di finire la nostra relazione.. Io potrei comunque seguire la terapia di questa ansia anche se non sono dentro a una relazione?
[#7]
Dr.ssa Marta Stentella Psicologo 355 5
Gentile utente,
Sarebbe preferibile che lo facesse perché qui è difficile dire se si tratti di un problema legato all'affettività e dunque alla sua relazione oppure è da riferirsi all'ansia.
Tanti auguri
[#8]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo, penso che Lei DEBBA seguire questa terapia da solo!
L'ansia che prova e' generata da una Sua problematica interna che deve comprendere e risolvere. Si definisce "intrapsichica". Quando l'avra' risolta potra' vedere i suoi approcci cambiare spontaneamente e tutta la sua sfera relazionale migliorarsi.
I migliori auguri.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Scusi dottoressa Esposito, ma come faccio a fare una terapia da solo?? Non so nemmeno da che parte iniziare
[#10]
Dr. Amleto Petrarca Psicologo, Psicoterapeuta 82 2 24
Buongiorno,

ha fatto molto bene a rivolgersi ad un collega con cui potrai approfondire le cause di quest'ansia.Questa è sicuramente la strada da percorrere.
Se vuole approfondire l' argomento può dare un'occhiata a questo articolo scritto non molto tempo fa: http://www.amletopetrarca.com/2015/12/14/gestire-ansia-da-prestazione/

In bocca al lupo

Dr. Amleto Petrarca
Psicologo-Psicoterapeuta Bologna
www.amletopetrarca.com

[#11]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Mi scusi, forse non mi sono espressa bene! Per terapia "da solo" intendevo Lei e un terapeuta.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Va bene, ci tenevo a precisare che soffro di ansia da prestazione sessuale
[#13]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo,
Questa precisazione che Lei ha ritenuto fare e' molto rilevante e atta a richiamare l'attenzione sul Suo modo di rappresentare la sessualita'. Se Lei vede la sessualita' una "prestazione" e' questa definizione che indica l'area da analizzare. La Sua area critica.
La sessualita' e' una parte della Sua personalita'. Molto intima e complessa. Che ha connessioni con molte altre aree come identita', affettivita', socialita'.
Quindi deve analizzarla in un contesto idoneo e con l'aiuto di un terapeuta.
[#14]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,7k 457 103

Esistono anche Psicologi psicoterapeuti perfezionati proprio nel settore sessuologico, senza nulla mancante per ciò che riguarda le competenze dello psicoterapeuta.

Non comprendo dove sta il problema...
[#15]
dopo
Utente
Utente
Scusate il ritardo.. Volevo ringraziare tutti.. Settimana prossima avrò l incontro con il dottore.. Perche proprio non ne posso piu.. Mi resta l ansia nonostante vadasempre tutto bene.. Buonagiirnata a tutti
[#16]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
Caro Ragazzo,
Aggiungo qualche riflessione alle tante già ricevute.

Tentare di fare l'amore per verificare la propria salute sessuale è il mondo migliore per darsi la zappa sui piedi.

L'intimità deve seguire la spontaneità, il gioco, la seduzione, i mille baci ed il desiderio!

Se non ci sono questi ingredienti è meglio lasciar perdere rinforzerebbe l'ansia.

Le dico inoltre che nelle problematiche sessuologiche ci sono cause d'insorgenza e cause di mantenimento, si chieda se la sua coppia era rassicurante o meno.

Provi a consultare queste letture, ma se volesse approfondire nel mio sito personale www.valeriarandone.it , e nel mio blog https://www.medicitalia.it/valeriarandone/ ne troverà tante altre.
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-un-problema-di-coppia-il-ruolo-della-partner.html
https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html
https://www.medicitalia.it/valeriarandone//news/1593/Mancanza-d-erezione-

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test