Siamo innamorati ma lei è fidanzata

Salve e grazie in anticipo per le risposte.
Due mesi fa (metà agosto) ho conosciuto una ragazza all'estero. Ci siam conosciuti e piaciuti, lei è fidanzata, non è innamorata del fidanzato da prima di conoscerci e convive con lui. Abbiam vissuto momenti di vera magia che pochi hanno la fortuna di vivere, vedendoci tutti i giorni fino a settembre. Non abbiam fatto l'amore per mia decisione e rispettare lei nell'eventualità di una storia e farle venire sensi di colpa inutili. Ci siam ritrovati in Italia e la passione aumentava, tra chiamate e messaggi. Purtroppo lei integrava il suo rapporto con tutta la passione che aveva con me. Lei ha paura di mandare all'aria il suo rapporto di 5 anni (convivono).
Pochi giorni fa ho deciso di non vederla una seconda volta in Italia e di restare in contatto ("amici") per farle risolvere la sua situazione, mi dispiace di averglielo detto per telefono.
Abbiamo paura di perderci e mi ha detto che, anche a distanza di tempo, se risolverà non si dimenticherà di me e già mi aveva detto che prima o poi dovevamo non vederci o sentirci per risolvere. Io ho preso la decisione dolorosa pensando che "se son rose fioriranno". Ci siam detti più volte che siam innamorati uno dell'altra. Sto molto male non so se la decisione di non rivederci e sentirci (come prima) e vivere quest'amore sia la cosa giusta, con tutte le aspettative che ho.
Grazie ancora per avermi "ascoltato".
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Impossibile dire che tipo di evoluzione avrà questa storia e soprattutto impossibile dire se questa ragazza deciderà di lasciare il fidanzato attuale (decisione molto sofferta perché non conosciamo i motivi della crisi) o di stare con Lei.

Non sappiamo neppure quale ruolo ha Lei in questa storia: è forse uno strumento che è funzionale a questa ragazza in un momento di crisi? Oppure Lei è davvero innamorata di Lei e sta pensando seriamente di mettere fine alla storia di cinque anni?

Forse Lei ha fatto la scelta giusta ad allontanarsi, sia per lasciare spazio a lei, sia per lasciare sedimentare quanto accaduto e capire se anche i Suoi sentimenti sono autentici.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dr.ssa Pileci grazie per la risposta. Mi conforta il pensiero di aver fatto una scelta che lascia spazio a lei per capire. Avevo paura di iniziare un calvario e che lei si adagiasse prendendo il meglio da me e dall'altro. Adesso vorrei capire perché mi trovo per la seconda volta in questa situazione... scarsa autostima? Forse per le botte prese in passato?
Non nascondo il fatto che spero vivamente che spero in una sua decisione . Grazie ancora
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Gentile Utente,

come mai si ritrova in questa situazione per la seconda volta?
Posso chiederLe come mai si infila in relazioni con donne già impegnate che, con buona probabilità, non potranno darle ciò che Lei vuole?

Quella della scarsa autostima potrebbe essere una spiegazione plausibile, ma è anche vero che ci sono altre ipotesi che si possono prendere in considerazione in un lavoro psicologico.

Vero è che se non si sposta da questa posizione dell'amante, non potrà neppure avere relazioni sane, nate in condizioni diverse.

Un'ultima nota: prima di pensare ai tempi degli altri, al benessere degli altri, ecc... dovrebbe abituarsi a pensare al proprio benessere e a ciò che serve a Lei. Che ne dice?
[#4]
dopo
Utente
Utente
Purtroppo dottoressa non so come mai, ma quando provo a conoscere donne riesco a trovare difficilmente persone che mi piacciono/attirano, quando accade o non hanno intenzione di continuare o iniziare la conoscenza o sono fidanzate e sono loro che si propongono a me (penso che in giro ci siano davvero poche persone veramente innamorate e che mettono in discussione il proprio rapporto, poi trovano un tipo come me che le ascolta e le fa sentire importanti e si trovano a tradire). Intanto sembra che mi accontenti di briciole ogni volta, ma sono delle bricole dolcissime.
Provo a pensare a me e purtroppo non riesco a trovare ciò che attualmente voglio, una relazione soddisfacente.. ne ho le scatole piene di fare sesso occasionale e appena ho la possibilità di trovare donne che mi interessano sono fidanzate e sono in crisi. 2 in un anno e mezzo. Comincio a pensare che forse sono troppo esigente o troppo immaturo o do troppa importanza a questo desiderio??? Intanto accetto quelle briciole con il retrogusto amaro
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
In queste sede si possono fare tante ipotesi, magari tutte valide ma credo sarebbe meglio per Lei, per evitare di soffrire ancora e perdere tempo in relazioni che non Le danno ciò che desidera, affrontare il tema con uno psicologo psicoterapeuta di persona, così da mettere a fuoco il problema e soprattutto che cosa non funziona in relazioni sane.
Solo in questo modo potrà poi eliminarlo e sentirsi libero nelle Sue scelte.

Cordiali saluti,
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottoressa. Purtroppo al momento spero che questa situazione si evolva e al più presto. Grazie mille
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Prego. Se Le fa piacere, mi aggiorni in futuro.

Cordiali saluti,
[#8]
dopo
Utente
Utente
Ancora buonasera e grazie alla Dot.Pileci e a tutti per il vostro apporto e supporto. Volevo aggiornarvi. Dopo 14 giorni di silenzi rotti ogni giorno con messaggi "indiretti" su whatsapp(semplicemente cambiando foto) e Facebook(post e like ad hoc) non ce l ho fatta e l ho contattata. Siamo stati male entrambi, e ogni giorno per vie indirette sui social ci "contattavamo". Lei(25 anni fidanzata da 5 anni e convivemnte da 1 e 1/2) mi ha detto che ha parlato con il fidanzato dicendo "è tempo che non vivo da sola ho bisogno di spazio per me". 7 giorni fa abbiam parlato a telefono e lei mi ha detto che avevo fatto la scelta giusta di non vederci per tradire ancora. A quel punto ho chiesto io di vederci. Poi la situazione è cambiata in questi ultimi 3 giorni. Ci sono state nuovamente telefonate appassionate, messaggi forti e tutto senza vederci. In una telefonata lei mi ha detto una sua paura: "e se una volta che ti ho mi passa tutto ?". Per di più credo che lei sia stata da sola a casa per un periodo di pochi giorni (vi ricordo che convive da 1 anno e 1/2). Abbiam deciso di vederci a breve e io le ho detto " a patto che non brancoli nel buio" e " che sta lavorando a questa situazione"lei mi ha detto di si. Non so come gestire il seguente incontro, da un lato vorrei metterla alle strette dall altro capisco che non è facile lasciare dopo 5 anni di fidanzamento e convivenza.
Grazie a tutti ancora

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test