Utente 358XXX
Ho un pene che può arrivare a misurare 7 cm quando moscio, in erezione difficilmente arriva ai 12. E' considerabile come un pene sottosviluppato?
Non so come potrei fare con le donne, ho paura di soffrire ancora ed ancora nella mia vita anche per questo problema oltre ai tanti che con fatica cerco di sconfiggere.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Raggi

48% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CUASSO AL MONTE (VA)
VARESE (VA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
le dimensioni del suo pene sembrano normali, ma deve rivolgersi a un medico andrologo per avere indicazioni più corrette.
Dal punto di vista psicologico, comunque, non sarà la grandezza del pene a determinare la qualità delle sue relazioni con l'altro sesso e con gli altri più in generale.
Può tuttavia capitare che le caratteristiche somatiche divengano l'elemento su cui si focalizza l'attenzione, per evitare inconsciamente (in ottica psicodinamica) di riflettere su altre questioni che ci riguardano: la nostra capacità di amare, di reggere la frustrazione, di confrontarci con gli altri, etc.
Ci pensi: è solo l'idea del pene (per lei) non sufficientemente grande che le crea problemi, o ci sono altre questioni che meriterebbero la sua attenzione?
Cordiali saluti
Dr. Alessandro Raggi
psicoterapeuta psicoanalista
www.psicheanima.it

[#2] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

sul problema del pene piccolo può leggere
https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html
e passare ad andrologia, come indicato dal Collega Raggi.

Sul problema enunciato nel titolo come "verginità"
Le consiglio di rileggere le tante risposte che ha ricevuto sullo stesso interrogativo
da molti esperti di orientamenti diversi
già tre anni fa
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/450336-vergine_a_quasi_28_anni.html ;

ma soprattutto di porre tale problema al Suo terapeuta,
considerato che è in psicoterapia (come ci disse nel consulto precedente).
Utilizzare due canali:
- di persona e online -
non La aiuta,
al contrario può confonderLa.

Saluti cordiali.



Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicologa europea, Psicoterapeuta, perfez. in Sessuologia Clinica - Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Buonasera,
le abbiamo già risposto tante volte sul tema prima volta, e le motivazioni inconsce che, probabilmente, la tengono lontanto - o al sicuro - dalla vita sessuale devono essere analizzare de visu.

Sulle dimensioni, la invito a leggere questo canale salute, redatto a quattro mani con in clllega andrologo, e davvero visitatissimo.

È possibile che il suo disagio sulle dimensioni, detto dismorfofobia peniena, tenga a bada ansie provi profonde relative alla sessualità penetrativa.

https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/127-pene-piccolo-dimensione-dei-genitali.html
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it