x

x

Balbuzia grave in peggioramento

Salve, scrivo per un mio familiare che da molti anni è affetto da balbuzia, da come la vedo io molto grave
E' peggiorata con gli anni, non per esagerare ma è quasi impossibile riuscire a parlare con lui, anche se siamo suoi parenti stretti, non è raro che alcuni si mettano e ridergli davanti, per iniziare una parola, ripete la prima sillaba, anche 7/8 volte, ed è per questo motivo che in compagnia non apre bocca, al bar fa ordinare gli altri, o preferisce le macchinette, anche se sembra tranquillo, noi vediamo che è ansioso e sappiamo che l'ansia genera balbuzie o le aggrava e le balbuzie o la paura di balbettarsi generano ansia ed è difficile uscire da questo circolo.
Ha provato a fare dei corsi, di qualche settimana, oltre a non essere migliorato, ha solo imparato un piccolo trucchetto per evitare di ripetere troppo una parte della parola, ovvero, allungare una vocale di quest'ultima, per esempio, prima diceva "Au au au au guri" ora dice "Auuuuguri" e non che sia molto meglio...
Avendo questo grave disturbo, si ritrova circondato da computer cellulari libri, per evitare al minimo contatti sociali, anche i più banali, volevo chiedervi, so benissimo che è una cosa molto complicata e difficile, ma esiste una sorta di rimedio/metodo ecc che possa ridurre queste balbuzie?
grazie
[#1]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2.4k 122
Gentile utente,

quanti anni ha il suo familiare?

Come potrà leggere, l’eziologia della Balbuzie (che è primariamente importante che venga diagnosticata come tale) è multifattoriale. Insomma: è riduttivo imputare il problema solo all’ansia.
http://www.balbuzie.it/la-balbuzie/che-cosa-è/le-cause-insorgenza

Certamente dei “rimedi” esistono eccome:
1) consulenza presso un/una collega psicologo specialista in neuropsicologia per una diagnosi che valuti i livelli di intensità e gravità del problema;
2) se l’ansia risulterà uno degli aspetti che mantengono il problema, sarebbe estremamente utile una terapia combinata: psicoterapica per decrementare i livelli di ansia e imparare a gestire quest’ultima, e logopedistica per lavorare sugli aspetti ritmo-fonologici dell’espessione verbale.

Cordiali saluti

Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

[#2]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2.4k 122
Le sarà utile anche questa lettura http://www.ist-balbuzie.com/balbuzie/
[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la sua risposta, ho dimenticato la cosa più importante , ha 42 anni e cosa ancora più importante, per i suoi problemi di ansia assume psicofarmaci zoloft e zyprexa, è stato dichiarato invalido civile ed iscritto alle categorie protette e quando per esempio andiamo a trovarlo quando si reca al centro diurno (chiamato gruppo di auto aiuto ) parlando con gli psicologi mi hanno fatto capire , o forse ho capito male io, che uno dei fattori scatenanti dell' ansia è stata proprio la balbuzia e parole sue " questo ragazzo è pieno di ansie e paure e non riesce a sbloccarsi ".
[#4]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2.4k 122
In questi casi è comune che si crei un circolo vizioso ansia-balbuzie

Ovviamente parlo di ipotesi perché non conosco il suo familiare:
L’ansia causa balbuzie e la balbuzie incrementa e mantiene l’ansia stessa che, a sua volta, incrementa e mantiene il sintomo.

“questo ragazzo è pieno di ansie e paure e non riesce a sbloccarsi ".
E quindi? Mica pretenderanno che “si sblocchi” da solo? Occorrono interventi psicologici da parte di specialisti colleghi che si occupano di ricadute psicologiche di problematiche linguistiche.
e poi che termine è bloccarsi/sbloccarsi? Stiamo parlando di una persona mica di una macchina. (?)

Potreste parlare, in accordo con lui, con lo psichiatra che lo segue farmacologicamente della possibilità di avvalersi di un trattamento logopedico. Tornerebbe utile.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve, la frase che le ho scritto è stata accompagnata da un apertura di braccia come per un gesto di rassegnazione, è " sotto cura da più di 10 anni " , io il genitore del ragazzo in questione è gli altri familiari abbiamo come l' impressione che abbiamo voluto risolvere il problema con gli psicofarmaci , lavandosene le mani per il resto, essendo un centro che ospita principalmente persone con ritardi , psicosi senza concentrarsi sui problemi di ciascuno .
Ci ha accennato di aver parlato con un logopedista , non so da chi gli è stato consigliato , ma non ha neanche voluto iniziare il percorso visto il visto di ogni singola seduta
[#6]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2.4k 122
Perdoni, ma non mi è chiaro il perché non ha iniziato la logopedia
[#7]
dopo
Utente
Utente
si mi scusi, ma scrivendo col cellulare ho fatto confusione o si è intromesso il correttore, ovviamente la frase corretta è " ma non ha neanche voluto iniziare il percorso visto il costo" di ogni singola seduta.
[#8]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2.4k 122
Potete cercare una struttura sanitaria riabilitativa convenzionata col SSN nella vostra zona in cui ci operino logopedisti.
In tal modo i costi sarebbero sicuramente inferiori che nel privato

Cordialmente