Panico e ipocondria

Salve, sono una ragazza di 20 anni e da circa un mesetto non riesco più a vivere serenamente.
Circa un mese fa ho preso una lieve botta alla testa..agitata per ciò che avevo letto su internet mi sono fatta prendere dall’ansia, ansia di avere qualcosa di brutto che mi ha portata addirittura al pronto soccorso per levarmi ogni dubbio. Lì mi hanno fatto tac e rmn, entrambe con esito negativo, in più mi ha visitata un neurochirurgo. Nonostante ciò non mi sono tranquillizzata, convinta di avere lo stesso qualcosa di cui i medici forse non si erano accorti. Ho continuato a fare allora ricerche su internet e queste mi hanno spaventata ulteriormente. Sono così continuati anche gli attacchi di panico..tachicardia, iper ventilazione, pianto..Ho provato a prendere qualche goccia ma nulla, mi tranquillizzava al momento ma dopo tornava.
Mi sono così recata dal medico di base che mi ha consigliato di prendere 5 gocce di Levopraid (dato il mio peso) tre volte al dì per rilassarmi e distendere un po’ la muscolatura perché ho anche sempre un leggero mal di testa e contrattura, probabilmente dovuti alla tensione.
Adesso è una settimana che assumo il farmaco..sembrava andare meglio ma oggi..altra ricaduta.
Preoccupata per questo mio senso di stanchezza ho ceduto ancora una volta ad internet e mi sono messa alla ricerca di nuove malattie..meningite (per la contrattura del collo e per il leggero fastidio al nervo dell’orecchio), leucemia (per la mia stanchezza, per il mio sporadico mal di gola e per la mia leggera perdita di peso..2 kg più o meno)..Ed ecco che l’attacco di panico è tornato a farmi visita. La situazione risulta essere così difficile e poco gestibile! Ogni minimo sintomo mi faccio prendere dall’ansia..
Per di più la notte dormo poco e se dormo faccio solo pisolini, svegliandomi così con le occhiaie..probabilmente si tratta di insonnia dovuta a questo mio continuo essere in tensione
Sinceramente non so che fare..
Il panico può portare contratture, perdita di peso, insonnia e leggera cefalea? Mi è stato detto sì però uno psicologo può essere sicuramente più ferrato in queste cose.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7.2k 220 127
(..)agitata per ciò che avevo letto su internet(..)
gentile ragazza il "percorso" ipocondriaco comincia proprio così fino a trasformare in una vera compulsione la ricerca di malattie improbabili con le quale identificarsi
si uno psicologo può aiutarla e intanto legga questo
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2649-professione-ipocondriaco-l-arte-di-crearsi-malattie.html

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto