Penso al mio ex!

Salve,ho bisogno davvero di un grande aiuto,non capisco cosa ho, questa cosa va avanti da mesi e non ne posso più.Adesso racconterò dall’origine.
Io e il mio ex eravamo grandi amici prima di frequentarci e lo siamo stati anche per un bel po’ di tempo. Durante questo tempo non ricordo di aver avuto mai un particolare interesse verso i suoi confronti, se non prettamente fisico ma abbastanza irrilevante. Il mio interesse si accende poco prima che lui si dichiarasse, quando la nostra amicizia sfocia in qualcosa di sempre più forte, tant’è che poi non si è rivelata un’amicizia ma qualcosa in più. Quindi ci fidanziamo ma dura davvero pochissimissimo , poco più di un mese. Questo per incomprensioni caratteriali (da quello che dice ed effettivamente abbiamo litigato spessissimo per essere stati insieme solo un mesetto). Lui ad un certo punto non ha voluto più un confronto(che inizialmente diceva di volere) , credo perchè poi abbia iniziato a sentirsi con un’altra persona con cui attualmente è fidanzato.
Io ci sono rimasta sì..male, ma non é stato un dolore atroce, anche perchè non ero/sono innamorata, infatti non ci ho nemmeno mai pianto. Ora sono passati mesi,non ci parliamo quasi ed è anche fidanzato e vederlo con la sua attuale ragazza ,a me che sono di carattere GELOSISSIMA, non mi provoca nessuna gelosia, forse un piccolo fastidio ..ma quasi impercettibile. Ma allora non capisco, perchè lo penso constantemente? Perchè sento di voler stare con lui,ma allo stesso tempo non sento di provare qualcosa? Sono confusa, che vuol dire, non mi è mai capitato e non ha alcun senso.Penso anche di non meritarmi un ragazzo così infantile ,così come si è rivelato, allora perchè ho voglia di lui? Ieri l’ho visto e adesso non riesco a dormire tanto che ci penso. Ho appena ascoltato una canzone che mi ha dedicato ripensando ad un momento intimo che abbiamo avuto(semplicemente noi che ci accarezziamo e parliamo) e ho sentito un leggerissimo formicolio alla pancia.
Aiuto davvero, io non sento di provare qualcosa per lui, sul web non riesco a trovare storie simili alla mia e nemmeno in giro ne sento parlare..Aiutatemi a capire.. Grazie in anticipo.
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
cara utente,

lei non ha perso solo il fidanzato di una storia dura un mese: ha perso anche e direi soprattutto un grande amico, che le era vicino da tanto tempo, con il quale ad un certo punto la situazione è cambiata.

non ritiene possibile che, in sostanza, quella che sente sia la mancanza del suo grande amico, cioè di quella presenza costante e punto di riferimento che non le era mai mancato fino a quando vi siete lasciati?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
cara dottoressa massaro,innanzitutto grazie per avermi risposto.
rispondo io alla vostra domanda: sì, ho pensato che la mia fosse la sola mancanza di quella che era una grande amicizia però poi quando lo penso o quando ripenso a me e lui insieme , penso sempre e solo a quel mese che abbiamo condiviso perchè,nonostante da fidanzati abbiamo litigato molto e spesso anche inutilmente( mentre da amici andavamo più che d accordo), quando poi eravamo insieme e ci coccolavamo mi sentivo molto rilassata e a mio agio.allora penso che se mi mancasse solo la nostra amicizia dovrei ripensare ai momenti condivisi quando eravamo amici e non fidanzati.inoltre,nonostante io senta di non provare sentimenti per lui, quando lo penso è come se desiderassi nuovamente di vivere quei momenti, quelli in cui eravamo fidanzati. non è forse un controsenso?
[#3]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Il fatto che senta molto chiaramente di non provare amore nei suoi confronti significa che è altro che rimpiange, e non il fatto di non essere più fidanzati.
Forse il fatto di essere stata apprezzata da lui anche come ragazza/partner e non solo come amica l'ha lusingata e ha reso più profondo il vostro rapporto (almeno per come lei lo percepisce) e quindi ciò a cui pensa è il periodo in cui la vostra relazione è stata più "completa" (amicizia+legame sentimentale), quando cioè lei è stata per così dire "tutto" per lui, ricoprendo entrambi i ruoli.

Non escludo che a qualche livello lei provi anche della gelosia: non tanto per il fatto che ora sta con un'altra e che vorrebbe essere lei la sua ragazza, ma per il fatto che quest'altra sta occupando il suo posto nel senso che il suo amico, essendosi fidanzato, non passa più tempo con lei e non le dedica più alcuna attenzione nemmeno dal punto di vista amicale.

In tutto questo potrebbe giocare un ruolo la sua eventuale paura di restare da sola e il disappunto nel vedere che lui ha un'altra e lei si trova senza ragazzo e senza amico, soprattutto nel caso in cui lei non potesse contare su altre amicizie di un certo rilievo (su questi punti non ha detto nulla, quindi formulo delle ipotesi che lei potrebbe anche smentire categoricamente).

In ogni caso il suo amico era una presenza affettiva importante che lei ha perso senza immaginare prima che questo sarebbe potuto accadere ed è comprensibile che ne senta la mancanza, indipendentemente dal fatto che se lo ricordi per com'era il vostro rapporto nell'ultimo periodo o in quelli precedenti.

Forse potrebbe tentare un riavvicinamento, chiarendo che si tratta di riallacciare l'amicizia e che ha capito che mettervi insieme è stato un errore.
Per farlo però deve superare la delusione che prova per averlo scoperto immaturo: lui è quello di prima, ma lei, sperimentando la sua presenza come partner e non più solo come amica, ha scoperto forse un lato del ragazzo che non immaginava esistesse, ma che è sempre esistito anche quando eravate due amici che andavano perfettamente d'accordo.
Perché quindi non cercare di tornare quelli di prima?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ci ho pensato svariate volte ad un riavvicinamento soprattutto quando lui una volta mi disse (1 mesetto dopo che non stavamo più insieme) molto esplicitamente che dovevo essere io quella ad andare da lui per riallacciare i rapporti.
io gli risposi, molto instintivamente, che non era giusto che lo facessi io perchè quello che ha negato un confronto subito dopo esserci lasciati è stato lui, mentre io lo volevo. Quindi essendo io una persona molto orgogliosa, siccome mi ha negato un confronto inizialmente, penso che debba essere lui adesso a richiederne un altro.. non ho il coraggio di farlo io, ho paura che rifiuti ancora!! Forse è un ragionamento un po’ immaturo il mio ma purtroppo subentra la paura di non essere capita da lui in primis,ma ho paura anche che la ragazza pensi che glielo voglia rubare ma non farei mai nulla di simile, non ci proverei con nessuno figuriamoci con persone impegnate !!
Per il resto , devo dire che la vostra risposta mi ha molto tranquillizzato e aiutato . Rifletterò su quanto mi avete detto, forse è realmente così, mi manca la sua presenza nella mia vita . Grazie di cuore!!
ps.sì, ho altre amicizie di rilievo importante fortunatamente, e prima lui era tra queste!
[#5]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Secondo me se metterà da parte l'orgoglio e gli dirà che vuole tornare a essere sua amica potrete riallacciare i rapporti.

Lei sta soffrendo parecchio per questa situazione, perciò penso che quello che le può costare fare un piccolo passo verso di lui non sia troppo e che ne valga la pena.

Allo stesso tempo le suggerisco di frequentare anche la sua ragazza, in modo tale da stringere amicizia anche con lei e da tranquillizzarla con i fatti, se teme che sia gelosa.

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Proverò a combattere il mio orgoglio e soprattutto le mie paure, spero di farcela.
Li rivedrò a breve per un evento, credo sia l’occasione giusta anche per presentarmi alla ragazza.
Grazie davvero per il supporto, credo di essermi chiarita le idee!! Mi siete stata davvero d’aiuto.
[#7]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Lieta di averla aiutata.
Mi faccia sapere!

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio