Utente 508XXX
Buongiorno,
Ho un piccolo "problema". Sono fidanzato da ormai un anno. Chiedendo nel tempo alla mia lei le sue storie passate, ho scoperto che ha avuto rapporti occasionali con parecchi uomini. Ha avuto molte esperienze sessuali di tutti i tipi, anche molto particolari (BDSM), questo non è un problema ovviamente, ma nell'elencare le sue storie fa risaltare molto l'aspetto fisico degli uomini con cui è stata ( soprattutto dimensioni e bravura)come se volesse mettere a paragone loro a me.
Questa cosa mi fa stare male, in quanto mi sento spesso inferiore, ciò causato dal modo in cui ne parla.
Ho provato a dirgli che cosi facendo mi mette a disagio ma lei sostiene che non lo fa per sminuirmi.
Vorrei capire da Voi come poss fare per non sentire più questo disagio.
Grazie a chi mi risponderà.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

come fare per non stare male?

Inizi a non chiedere nulla del passato, perchè è ovvio che poi ci sta male, o almeno inizia ad avere mille pensieri per la testa che La fanno sentire a disagio.

Lei scrive: "Chiedendo nel tempo alla mia lei le sue storie passate..." Ma perchè questa curiosità?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 508XXX

Buongiorno Dottoressa,
La ringrazio per la risposta.
Più che curiosità è stato quando si parla del più e del meno ed è inevitabile che si chieda qualcosa sul passato del partner. Tendo a essere una persona molto insicura e che ha sempre mille dubbi su ciò che la mia lei pensa di me. Un giorno penso che non sono abbastanza e un altro giorno penso di essere il "meglio".

[#3]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Il problema è la Sua insicurezza.
Lasci perdere il passato. Non possiamo modificarlo. Il presente e il futuro, al contrario, possono cambiare a seconda di quello che noi sceglieremo.
Questo vale per tutto.
Altrimenti che cosa Le resta? I paragoni con altre persone? Ha senso?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica