Utente 540XXX
So che il mio quesito è davvero frivolo e che i problemi della vita sono altri. Lo so davvero ma sono mesi che non ci dormo e ho davvero necessità di vedere una situazione con occhi diversi. Innanzitutto non dormo una notte intera da mesi, lo vedo anche dove non c'è, è un pensiero costante anche quando sono impegnata , in una piazza gremita di gente riesco a intercettarlo subito, quando i nostri occhi si guardano per me scompare tutto il mondo.
Lo volevo davvero conoscere così ho preso coraggio e mi sono avvicinata dopo che comunque lui aveva mantenuto per mesi il contatto oculare . Ero molto felice, ho pensato finalmente lo conosco. Invece questo primo approccio è stato davvero imbarazzante in negativo. Indossava gli occhiali per cui non potevo farmi forza col suo sguardo mentre manifestava segni di disagio (lapsus e ad un certo punto non ha parlato più)
Me ne sono andata tristissima
Nel periodo dopo però lui ha cercato di recuperarmi(solo con sorrisi sguardi e saluti) ma tutto sempre incentrato ai pochi minuti che ci vediamo prima di salire su due treni diversi per andare al lavoro. Non ha mai cercato di telefonarmi o di vedermi fuori dalla stazione. Non mi ha mai parlato .
Io cerco di dimenticarlo ma poi lui mi guarda o mi segue con lo sguardo o mi sorride e io non capisco più nulla.
Vorrei parlarci ancora perchè non riesco ad andare avanti così ma ho troppa paura di ciò che è successo la prima volta, è una paura stupida lo so. Siamo arrivati al capolinea dobbiamo decidere che strada vogliamo scegliere , non possiamo girare intorno alla rotonda per sempre.
Siamo entrambi impegnati e potrei pensare che lui non vuole compromettere il suo rapporto ma che allo stesso tempo mi cerca di confermare che mi corrisponde.
Oppure potrei pensare che il mio atteggiamento lo confonde o che addirittura l'ho importunato andandoci a parlare.
Io voglio uscire dalla rotonda, sono pronta a mettere in atto qualsiasi atto di coraggio ma ho necessità di chi non essendo coinvolto mi dia delle indicazioni stradali che non mi facciano andare a schiantare contro un muro
Grazie

[#1]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Cara Utente,

da qui non possiamo darle alcuna indicazione perchè non abbiamo tutti gli elementi necessari per capire come stiano davvero le cose, nè possiamo sentire anche "l'altra campana".

Gli elementi oggettivi che lei riporta sono questi:
- si è invaghita di lui senza nemmeno conoscerlo e "non ci dorme da mesi" come se avesse preso una sorta di "cotta" adolescenziale;
- lui ha incrocia il suo sguardo in stazione al mattino per mesi e non è andato oltre (consideri che quando ci si sente osservati di solito si tende a ricambiare lo sguardo);
- lei gli ha rivolto la parola una sola volta e lui ha manifestato segni di disagio e imbarazzo in quella situazione;
- siete entrambi impegnati;
- in assenza di altre sue iniziative lui non sta facendo nulla nemmeno per parlarle di nuovo, e tanto meno per incontrarla altrove e conoscerla meglio.

Alla luce di tutto questo non parrebbe proprio che lui sia interessato a conoscerla (aver parlato una volta di sfuggita non significa conoscersi e non sapete praticamente nulla uno dell'altro), ma è possibile che incroci il suo sguardo e le sorrida per una forma di cortesia, come si fa quando si vede qualcuno che si conosce.

Ovviamente però la mia è solo un'ipotesi perchè, come le dicevo, non conoscendo nè lei nè lui è irrealistico pensare di poterle dare una risposta certa - e oltretutto farlo online è davvero impossibile.

Tutto considerato le consiglierei di interrogarsi sulla sua attuale relazione, perchè forse sta vivendo una crisi di coppia o qualsiasi tipo di problema o insoddisfazione che la sta portando a fantasticare e a infatuarsi di altri: se i problemi sono nella coppia è bene che li inquadri e che cerchi di risolverli, prima ancora di cercare delle vie di fuga.

Un caro saluto,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

Quando ci si sposta con il treno può capitare di incontrare più volte le stesse persone e di salutarle cordialmente ma a me qui pare che non ci sia proprio niente a parte la Sua infatuazione.
Lei si aspettava altro?
Qual è la Sua domanda?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3] dopo  
Utente 540XXX

Grazie per le risposte.
E' vero non ho spiegato bene . Ogni volta che mi giro lui mi sta già guardando, quando nessuno ci vede il saluto è accompagnato da occhi languidi e sorriso (la sua voce è bassa e dolce), quando ci sono altre persone la sua faccia è scura quasi triste mentre mi saluta. Quando mi decido a togliermelo dalla testa e non lo calcolo lui fa in modo di mettersi dietro di me, molto vicino e spesso ci siamo ritrovati a sbatterci contro(con delicatezza) ritrovandoci vicini. Mi da segnali che io non essendo lucida mi rendo conto della mia cotta non riesco a decifrare in quanto poi alla fine non succede nulla.
Essendo che siamo entrambi impegnati mi chiedo se lui sia una persona rispettosa. Io sono molto carina e di uomini che mi puntano tutti i giorni ci sono, ci sono anche quelli che mi seguono al supermercato o che già conoscono il mio nome salutandomi con il mio nome appunto anche se siamo sconosciuti. C'è stato un uomo che davanti a me non riusciva a parlare e teneva lo sguardo basso dall'emozione ma aveva una cotta atroce per me. Ci sono quelli che mi raccontano i loro problemi mentre mi scrutano il seno per poi tentare sempre un contatto fisico e io faccio finta di nulla e cerco di vederli solo quando sono accompagnati dalle mogli . L'uomo che piace a me non è bello, non ha neanche un gran fisico . E' dolce . Ma mi manda segnali ambivalenti e anche io perchè non ho mai tradito e la cosa mi sconvolgerebbe.
Vorrei avere la prova del 9 di piacergli ma ho paura a riandarci a parlare o a espormi data la situazione di entrambi. Non so come muovermi.Lui dopo che gli ho parlato quella volta mi ha semplicemente rivolto la parola altre due volte , due battute a cui io non ho risposto perchè bloccata dalla paura di importunarlo e di non essere corrisposta

[#4]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Penso che trattandosi di una persona più che adulta (immagino sia più o meno un suo coetaneo) se fosse interessato a lei e non solo a flirtare avrebbe un comportamento diverso.

Sta invece portando avanti questo gioco probabilmente perchè lo gratifica e nulla più.

Ribadisco che a mio avviso è bene che lei rifletta prima di tutto sulla sua relazione, perchè se è impegnata, ma è al tempo stesso così attenta al comportamento di altri uomini, qualcosa non va nel suo rapporto di coppia e sarebbe bene affrontarlo o al limite chiuderle la storia.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it