Utente
Buonasera,
volevo comunicarvi che il problema esposto nei miei consulti si sta risolvendo, però volevo chiedervi un’ultima domanda.
La femminilità nei maschi, specialmente omosessuali, da cosa è dipende?
È un fattore genetico o culturale?
Forse entrambi?

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
per prima cosa dovrebbe chiarirci che cosa intende per "femminilità", e in particolare "nei maschi".
Poi dovrebbe specificare in che senso aggiunge:
"specialmente omosessuali".
Senza questi chiarimenti, la sua domanda non può trovare alcuna risposta.
Buone cose.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il servizio non si struttura su domande generiche di curiosità per cui se ha una domanda la deve chiarire e riferire personalmente alla sua persona.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#3] dopo  
Utente
Si mi scuso. Volevo chiedere da cosa dipende l’atteggiarsi in modo un po’ femmineo di alcuni omosessuali. Io ad esempio lo sono e sono un po’ femminile. Anche se ultimamente l’ho represso per ragioni pratiche.
Probabilmente mi sbaglio ma nei maschi eterosessuali la loro mascolinità è molto più evidente che nei omosessuali. Lo so che è uno dei tanti stereotipi che riguarda la mia comunità, ma mi sono accorto che è in parte vero.
È un fattore genetico? O anche culturale?
In ogni caso è possibile cambiare?

[#4]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
lei scrive di avere represso "per ragioni pratiche" quello che definisce "l’atteggiarsi in modo un po’ femmineo", quindi conosce già la risposta alla domanda che ci ha rivolto.
Buone cose.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#5] dopo  
Utente
Ok grazie