Sono affetto da parafilie

Sono un normale ragazzo di 18 anni a cui piace divertirsi e rimorchiare belle ragazze.

Sin da piccolo ricordo di aver avuto qualche tendenza al piacere nell'umiliazione, crescendo poi ovviamente ho scoperto grazie ad internet molti filmati e mi sono calato maggiormente nel mondo masochistico ma senza aver alcun pensiero compulsivo.
Ho infatti sempre alternato a video o fantasie di carattere masochistico, contenuti diciamo piu "canonici", non posso però negare che una totale erezione senza miei interventi la ho solo nel primo caso.
Non avevo mai dato grande peso alla cosa e già in passato mi si è profilata l'occasione, poi svanita, di andare a letto con una ragazza e il pensiero di non eccittarmi con un rapporto normale non mi aveva mai sfiorato.
Ultimamente mi sto frequentando con una ragazza che mi piace molto e a cui tengo tanto, con cui sono ormai prossimo ad avere un rapporto sessuale ma l'dea di fallire mi assilla e sta rendendo quello che dovrebbe essere il culmine del piacere una vera e propria condanna.
Sono un ragazzo orgoglioso e che non si fa mettere i piedi in testa e dunque l'idea di avere un qualsiasi rapporto masochistico mi fa ribrezzo che sia con la ragazza che amo o che sia con una sconosciuta.
Le mie preoccupazioni sono sorte quando a fronte della consumazione di alcuni preliminari con questa ragazza, complice una grandissima tensione non ho avuto alcun tipo di erezione, mentre magari anche per strada a fronte di baci con strusciamenti avverto chiari segnali di erezione.

Ad oggi quindi il pensiero di finire a letto con questa ragazza mi inquieta non poco, innanzitutto perchè un fallimento distruggerebbe la mia autostima, ma soprattutto perchè sarebbe la presa di coscienza di un problema che rischia di rovinarmi la vita.

La vera domanda è se qualcuno può rassicurarmi sul fatto che siano mie pare oppire se secondo voi il mio è un reale problema, perchè sarei anche disposto ad affrontare un percorso ma dovrebbe passare inevitabilmente dai miei genitori e l'idea di dover comunicare loro una cosa del genere mi causa profonda vergogna
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,2k 442 103
Gentile utente,

se ".. dunque l'idea di avere un qualsiasi rapporto masochistico mi fa ribrezzo che sia con la ragazza che amo o che sia con una sconosciuta...",
siamo di fronte ad una egodistonia,
che ha bisogno di un percorso psicologico di diagnosi ed approfondimento.

Non occorre che comunichi ai Suoi genitori i dettagli del perchè ne ha bisogno, ci mancherebbe.
Oppure può recarsi in autonomia al Consultorio.
Con l'occasione potrà approfondire anche la sua affermazione riguardante la sessualità:
"..un fallimento distruggerebbe la mia autostima.." ,
tenga conto che in questo caso mezzo mondo sarebbe ormai distrutto, considerato che il deficit erettile non è poi così raro... E che qualche cilecca capita a (quasi) tutti prima o poi.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa