Ansia, paura del giudizio degli altri, nessuna autostima

Buonasera, sono una ragazza di 25 anni.

La mia infanzia l’ho vissuta con un padre e una madre che litigavano sempre e che non si sono mai amati, una madre che mi ha amato e mi ama da morire, che per me, in tutti questi anni, ha fatto l’impossibile e con un padre egoista e molto protettivo a livelli eccessivi.
Tutto era pericoloso... (solo alcuni dei milioni di esempi che potrei fare) fino ai 10 anni dovevo portare anche la sera gli occhiali da sole, in caso di uscite perché potevo cadere e perdere la vista, quando ero piccola giocavo con mia madre e mio fratello chiusi in un grande salone solo noi, niente Barbie o cose simili, ma solo giocattoli sicuri, niente cartoni o tv, a letto alle 20/21, niente feste, niente pranzi e feste con i parenti, niente compleanni con gli amichetti, niente di niente (per fortuna quando mio padre non c’era mia madre faceva quel che poteva per farci fare parte di queste cose normali... è una grande donna)... con il passare del tempo non potevo fare niente di tutto ciò che le ragazzine della mia età potevano fare.
Tutto questo mi ha portato a non sapermi relazionare con le persone e queste mi deridevano sempre.
Sono timidissima e molto ansiosa del giudizio degli altri.
Le poche amiche con cui cercavo di aprirmi, che avevo, mi hanno sempre tradito, preferendo a me altre amiche e parlando male di me.
I ragazzi preferivano sempre le mie amiche a me e passavo sempre per la brutta e secchione di turno.
Ho avuto due grandi delusioni causate proprio da mie amiche, che consideravo sorelle.
Dai 18 anni, con la fine del liceo non ho avuto più amiche... ma solo alcune conoscenti, colleghe dell’Università.
È arrivata anche la separazione dei miei genitori.
Ammetto che con l’università le cose sono un po’ migliorate, andavo a lezione con il mio fidanzato e a parte qualcuno non ho mai legato con nessuno.
Sono andata a vivere per conto mio, mi sono laureata e sono adesso una praticante notaio da qualche mese.
Proprio questa nuova esperienza ha riportato a galla tutti i miei problemi, non riesco a relazionarmi con queste persone conosciute da poco, tutte carinissime con me, con cui devo stare tutti i giorni... penso sempre cosa possono pensare di me, se parlano male di me, se ridono di me.
Sono goffa e impacciata.
Tutto questo mi reca uno stato di ansia, nervosismo, che mi impedisce di vivere la mia esperienza al meglio.

Tutti mi dicono che non mi manca niente, che ho una bella famiglia che mi ama, un fidanzato, sono una ragazza, a detta loro, carina e dolce, sono laureata.
Ma io vivo malissimo questa situazione.

Grazie mille
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile Utente,

mi dispiace molto per le difficoltà che sta incontrando nel nuovo ambiente di lavoro, ma vorrei capire meglio che cosa intende Lei quando scrive: "....Proprio questa nuova esperienza ha riportato a galla tutti i miei problemi, non riesco a relazionarmi con queste persone conosciute da poco, tutte carinissime con me, con cui devo stare tutti i giorni... penso sempre cosa possono pensare di me, se parlano male di me, se ridono di me.
Sono goffa e impacciata."

Pragmaticamente quali difficoltà incontra oggi nella relazione con queste persone?

Tenga anche presente che il passato c'è e non possiamo cambiarlo, ma possiamo scegliere di non lasciarci condizionare.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta.
Vivo un continuo stato d’ansia, sia quando sono a lavoro, sia prima di andare, sia quando ritorno a casa. Ansia su quello che possono pensare di male su di me, ogni qual volta che faccio o dico qualcosa... o tendo sempre ad interpretare un qualsiasi commento o atteggiamento come qualcosa contro di me. A volte mi manca il respiro quando penso a queste cose e mi provoca una stanchezza fisica e mentale non poco indifferente quando torno a casa. Capisco che forse questo è dovuto al fatto che sono sempre stata nella mia zona di comfort, famiglia e fidanzato, senza mai confrontarmi con il mondo...

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa