Doc omosex o omosessualità latente?

Salve a tutti,
Scrivo per un motivo per cui arriverò avendo però fatto prima delle premesse.
Ho 19 anni.
Sono sempre stata ansiosa.
La mia vita non è stata tutta rose e fiori: l'infanzia passata tra genitori (abbastanza grandi di età) che litigavano e prese in giro in clas
Al liceo ho subito fatto amiciziaanche sono sempre stata piu matura della mia età e tutti me lo dicevano.
Non ho mai avuto auostima con le relazioni con il sesso opposto, anche se un ragazzo mi piaceva me lo tenevo per me perché era impossibile che io piacessi ai ragazzi erano troppo belli e sicuri.
Mi sono sempre piaciuti ragazzi più grandi.

L'università, mi sono iscritta a settembre ad Economia ma ho lasciato perché non mi piaceva e perché intorno a me non vedevo nulla di stabile e continuavo a vedere solo studio.

Dopo aver lasciato l'università sono caduta in depressione (diagnosticata da una psicologa).

Da quel giorno non mi sono più ripresa, avevo un'idea al mese ossessiva.

Da domenica però ho pensiero che mi fa un sacco di paura: ho visto un video di due ragazze che erano fidanzate e da allora: " e sono sono anche io lesbica e non lo so?
" Da allora seriamente sono iniziati gli incubi, la sera quando mi addormento vedo solo immagini di donne nude e che si baciano che mi danno fastidio, non so dire se mi piacciono o me ma sicuramente mi danno fastidio e non vorrei averle.
Non ho assolutamente nulla contro le persone omosessuali, prima di quel video ne ho visti altri e non mi hanno mai suscitato odio, semplicemente l'ho sempre vista come una cosa distante da me.

Dal punto di vista sessuale, siccome pratico l'autoerotismo, mi sono sempre eccitata pensando a uomini e visto porno etero ed eccitata pensando a uomini e donne che facevano sesso immedesimandomi nella parte della donna.

É capitato, a volte che guardassi una ragazza come ammirazione perché volevo essere come lei ed avere la sua vita, volevo essere sicura come lei, ma mai ad innamorarmi o ad avere pulsioni sessuali.
Mi sono sempre vista con un uomo: immaginando il matrimonio, una famiglia una casa.
Da domenica é sparito tutto e ho pensieri sulle donne che non mi piacciono, questo perché io non voglio esserlo cioè la vedo una cosa che non mi appartiene ma ossessiva.
Non é la prima volta che ho pensieri ossessivi.
Mi é capitato già tre volte da piccola.
Una volta per l'isis, per il Vesuvio e la terza guerra mondiale, avevo paura e mi stavano invalidando l'esistenza.

Ho trovato su internet il doc omosessuale e mi ci ritrovo, ma ho troppa paura sia un'omosessualità latente.
Ora ho paura anche di incontrare una donna per strada per paura che mi possa piacere.
Ripeto che fino a sabato queste cose non sono successe.

Ho troppa paura non vivo più bene e penso sempre a quello.
Sono già in cura da una psicologa che mi ha diagnosticato la depressione e lontananza la terapia é online da ottobre ad ora non sto avendo i risultati sperati.
Ne parlerò anche con lei in seduta ma volevo un vostro pensiero.
Ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103
Gentile utente,

Non entro nella tematica del titolo
"Doc omosex o omosessualità latente?" perchè, come Lei ben sa, un semplice consulto online non è in grado nè di diagnosticare, nè di curare.

Mi soffermo però su elementi di metodo importanti da sottolineare, i seguenti.
Nel suo lungo consulto ci ci scrive che
"1..Sono già in cura da una psicologa
2. che mi ha diagnosticato la depressione
3. e lontananza la terapia é online
4. da ottobre ad ora non sto avendo i risultati sperati."

!. La Psicologa deve essere anche Psicoterapeuta per poter curare. Tale elemento non è affatto secondario e va verificato fin dall'inizio di un percorso.
2. Depressione, oppure anche quel DOC a cui accenna nel titolo? oppure si tratta di autodiagnosi?
3. La terapia online: non per tutti presenta la stessa efficacia che in presenza, nonostante quel che se ne dica.
4. Se Le pare di non avere benefici, innanzi tutto occorre chiedersi quanto ci si impegna nella terapia, nelle eventuali mansioni o consegne che vengono date. A quel punto se il Suo impegno è al massimo possibile e non vede risultati, ne parli con la Sua Psy ed eventualmente cambi professionista, scegliendo con l'occasione una vicino a casa.

Il nostro parere sulla tematica in oggetto sarebbe inutile in quanto
- non conoscendoLa -
sarebbe generale.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio