Perchè è così difficile trovare una compagna?

Ho sempre avuto grosse difficoltà relazionali con il genere femminile.
Non ho mai avuto una fidanzata nè vissuto esperienze che si avvicinassero alla sessualità, infatti ho dovuto colmare questa mancanza con accompagnatrici per uomini.
Ora io vorrei chiedere: "con tutti gli esseri umani che ci sono, come è possibile che io abbia sempre avuto così tanta difficoltà ad instaurare un legame emotivo con una donna?
" Purtroppo non sono neanche l'unico, vedo tantissimi uomini soli e bisognosi di affetto, tanti giovani miei coetanei o di qualche anno più giovani.
Ma perchè?
Questa cosa io non riesco davvero a concepirla.
Perchè mai tutta questa difficoltà a trovare una compagna?
Per carità io ho le mie colpe, non sono mai stato bravo a relazionarmi con le donne, però sinceramente non penso che questo basti a giustificare una totale assenza di esperienze sessuali e/o sentimentali.
C'è qualcosa che non va a livello antropologico secondo me, perchè è davvero strano che così tante persone non riescono a trovare un compagno o una compagna.
Sia chiaro, non dico che bisogna intraprendere una relazione con chiunque sia in cerca di una relazione come noi.
Ci sta che bisogna sentirsi attratti da una persona, ma nel mio caso purtroppo ogni volta che mi piace qualcuno...o è una persona impegnata, oppure è una persona completamente disinteressata ad avviare una conoscenza con te.

Paradossalmente non sono una persona che aspira a formare una famiglia, avere dei figli.
Cioè io sono una persona completamente irresponsabile, e non mi ci vedo in una vita di coppia fatta di impegni e responsabilità.
Sicuramente questo non gioca a mio favore ma...possibile che non esiste una vagabonda nullafacente come me che vuole solo vivere alla giornata?
Effettivamente il problema principale, al di là del fatto che non piaccio a nessuno e non capisco perchè, è che pur volendo non riesco mai a trovare una persona che la pensi come me, che veda la vita come la vedo io, che abbia molte cose in comune con me.
E questo è dovuto al fatto che non sono omologato alla cultura sociale, ed è difficile trovare una persona che non lo sia oggi giorno.
Però cavolo non pretendo il sogno di trovare una persona davvero affine a me, ma possibile che non riesco a trovare una donna che voglia scambiare almeno un pò di affetto?
Non mi sembra di chiedere la luna, dovrebbe essere scontato che 2 esseri umani vogliano condividere affetto ed emozioni, e lo fanno tutti però nessuno lo vuole fare con me.
L'unico motivo per il quale sono riuscito ad avere una certa intimità con qualche donna sono i soldi, e questo mi butta veramente giù.


Comunque qui il problema non sono solo io, è un problema che riguarda molti uomini.
Mi piacerebbe conoscere la ragione logica e razionale che si cela dietro questa assurda problematica, perchè io ancora non riesco ad elaborare il fatto che con tutti gli esseri umani che ci sono al mondo molti non riescono comunque a trovare una partner.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103
Gentile utente,

Sul "Perchè è così difficile trovare una compagna?" (titolo) ci fa osservare che
"C'è qualcosa che non va a livello antropologico ... è un problema che riguarda molti uomini.."

Un primo rilievo:
la psicologia non è antropologia, può però aiutare le persone nei loro disagi.
E poi, che la problematica riguardi "molti uomini" dovebbero essere le statistiche a dirlo, più che le impressioni soggettive.

Un secondo rilievo:
"..non riesco mai a trovare una persona che la pensi come me, che veda la vita come la vedo io, che abbia molte cose in comune con me...";
forse la difficoltà nasce proprio da fatto che Lei abbia già delle idee precostituite su quali caratteristiche la relazione deve avere;
deve essere basata soprattutto sulla *somiglianza*, dalle Sue parole.
E dunque dovrebbe incontrare una persona somigliante a Lei e che oltretutto ami una relazione basata sulla somiglianza, anzichè sulla differenza...

Forse togliendo alcuni di questi paletti sarebbe più facile.
Provi a pensarci senza fretta.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non sono un narcisista che vuole trovare sè stesso al femminile. Ma non voglio neanche una persona che crede in Dio o che progetta di avere una famiglia.
Non metto paletti sulla conoscenza tra me e un'altra persona etero di sesso femminile, non ho delle chiare caratteristiche in mente su come dovrebbe essere la persona ideale.
L'unico requisito indispensabile è che sia una persona capace di amare, che sia in grado di dare e non solo ricevere.

Fondamentalmente mancano anche i presupposti affinchè si avvii una conoscenza con una donna, quindi non direi proprio che sono io che metto paletti e pretendo troppo.
Facciamo pure finta che io sia l'unico al mondo ad avere difficoltà a trovare una compagna, rimane l'interrogativo sul perchè dal momento che il mare è pieno di pesci.
Ma dalle risposte che ottengo mi convinco sempre di più che il problema principale sia di tipo culturale. Forse dovrei pensare seriamente di trasferirmi in qualche località lontana dall'Occidente.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio