Crisi di pianto, umore altalenante e gambe pesanti

Buonasera dottori,
Sono una ragazza di 22 anni, sempre stata solare e estroversa.
Nell ultimo periodo (febbraio 2021) ho riscontrato grandi malesseri fisici; mal di testa forti, collo completamente bloccato e rigido, bruciore di stomaco ma soprattutto vista offuscata e ridotta, senso di pesantezza come se tutto fosse surreale e distaccato dalla mia persona tanto da mettere in dubbio tutti.

Sono sempre stata una ragazza ipocondriaca ma mai avuto sintomi del genere e questo non mi permette di vivere la mia vita in modo sereno.
Nell'ultimo mese tra luglio e agosto ho avuto un netto peggioramento, mi gira sempre la testa, non vedo bene e ho crisi di pianto non scaturite da un motivo valido.
Ogni volta che riposo sia la mattina che il pomeriggio mi sveglio disorientata, confusa e assente e ho una forte paura di non tornare la ragazza serena di un tempo dato che questa situazione dura da febbraio.
Non riesco a fare 5 minuti di camminata che mi sento cedere le gambe e mi sento un macigno sul collo, in più non riesco a sopportare nessuno, qualsiasi cosa mi venga detta scatta il nervosismo. Inoltre da febbraio ho orecchie tappate, come se fossi perennemente in aereo e quando deglutisco si stappano ma ritappano subito dopo.

Non penso ci sia una connessione ma il 15 luglio ho fatto il vaccino moderna e durante questo mese i sintomi che gia avevo sono peggiorati, anzi mi si sono presentate crisi di pianto fortissime.

È solamente un fattore psicologico o può essere causato da malattie questo mio stato?

Mi scuso per la lunghezza del testo...
Un grazie in anticipo per le risposte!
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Anna Ambiveri Psicologo, Psicoterapeuta 5
Buongiorno,
da febbraio ad oggi ha parlato con il suo medico di base di tale situazione?
I sintomi che lei descrive potrebbero essere di origine psicologica,
tuttavia, sarebbe necessario avere anche un parere medico.
La nostra mente, quando siamo in situazioni di stress, disagio psicologico, difficoltà relazionali, ecc. può, attraverso il corpo, attirare la nostra attenzione sulla necessità di prenderci cura di noi stessi.
Per questo, oltre ad un approccio psicologico al problema che presenta, le consiglierei di parlare col suo medico di base.
Cordiali saluti
Anna Ambiveri

Dr. Anna Ambiveri

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottoressa, la ringrazio per la risposta. Ne ho parlato con il medico ovviamente ma sono stati prescritti solo esami del sangue completi, tutti perfetti. Inoltre a novembre 2020 ho fatto una visita dal neurologo con risonanza magnetica e eeg tutto nella norma tranne rettileinizzazione della colonna delle vertebre cervicali. Dopo questi esami non mi è stato più prescritto nulla.
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Anna Ambiveri Psicologo, Psicoterapeuta 5
Buongiorno,
è probabile che alcuni dei suoi disturbi possano avere come concausa la rettiliineizzazione delle vertebre cervicali. Per questo potrebbe consultare un fisioterapista o un osteopata. Lei accenna anche ad una dimensione emotiva negativa che accompagna le sue giornate e che tende a rendere invasivi i sintomi di cui parla. Potrebbe esserle di aiuto, vista anche la giovane età e tutto da vivere, rivolgersi ad uno psicoterapeuta per affrontare insieme e cercare di comprendere il senso che può avere ciò che le sta accadendo. Sono segnali che ci possono aiutare, se colti e compresi, a raggiungere un maggior benessere e a scoprire potenzialità che ci appartengono, ma di cui non abbiamo consapevolezza.
Cordiali saluti
Anna Ambiveri

Dr. Anna Ambiveri

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio davvero!
Seguirò il suo consiglio e contatterò entrambi gli specialisti sperando, appunto, che tutto questo possa finire.
Le auguro una buona giornata e la ringrazio per la disponibilità!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test