Disfunzione erettile

Salve ha tutti io sono un ragazzo giovane soffro di Disfunzione erettile non è psicogena me lo ha detto un sessologo che non ho niente di ansia da prestazione resta da capire se gli psicofarmaci che ho preso mi hanno provocato un deficit erettile ormonale come mi è stato detto A breve farò gli esami del sangue degli ormoni qualche mese fa l'ecodoppler ha evidenziato un problema vascolare veno occlusivo lo rifarò da un'altro urologo per vedere se è veramente così ci sono le pastiglie Cialis e spedra e anche la puntura caverject e infine le protesi peniene ma di queste tre la soluzione con la quale risolverò questo problema è la puntura caverject ma la mia domanda è più facile che una donna accetti di stare con un uomo impotente che si deve aiutare perché io ho sentito di donne che stavano con uomini così e sono stati lasciati mentre se un uomo è gay e anche a lui viene il problema dell'impotenza è più facile che il suo uomo accetti questa che il suo uomo Gay è impotente e si deve aiutare o è la donna che accetta di più questa cosa
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,8k 459 103
Gentile utente,

gli 11 consulti postati qui in questi ultimi due mesi, tutti sullo stesso argomento, testimoniano la Sua preoccupazione rispetto alla disfunzione che Lei lamenta.
E La comprendiamo certamente.

Farsi visitare da un secondo andro/urologo per averne una ulteriore diagnosi risulta essenziale per quanto riguarda l'aspetto organico. E di conseguenza per ricevere ulteriori proposte sulla terapia (farmacologica? chirugica?) da seguire.

Lei qui però ci chiede a proposito dell'accettazione delle donne (".. ho sentito di donne..) nei confronti di tale problema.
Tenga conto che per la Psicologia, per la Sessuologia, non esistono "le donne", "l'uomo gay", come categorie. Bensì *quella singola persona*.
Nell'incontro - con donna o con uomo - le difficoltà sessuali possono minimizzarsi, oppure risultare ostative; le variabili relazionali, affettive, caratteriali possono risultare molto rilevanti.

E tuttavia questo è un ragionamento che riguarda un tempo successivo, quando Lei avrà ricevuto una diagnosi precisa sul Suo problema e una ipotesi di terapia, ed avrà messo in atto la terapia stessa.
Prenda un problema alla volta: tutti insieme ci schiacciano.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ok capisca la mia situazione per un ragazzo così giovane con un problema del genere io sto soffrendo un sacco e sto rischiando di essere bocciato a scuola ho 28 anni ed è qualche anno che ho questo problema io sono uomo e so cosa significa avere questo problema che vorresti fare la tua vita con una donna e magari farci una famiglia e non essendo psicogena detto da un sessuologo non sono ancora stati in grado i dottori di dirmi da degli esami se è ormonale o vascolare veno occlusivo comunque se vi da fastidio non scrivo più su questo sito
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,8k 459 103
Gentile utente,

Nessun fastidio! Al contrario molta comprensione per il Suo problema.
La questione è che l’aspetto organico va considerato prima di quello psicologico.
Lo stesso parere del sessuologo ha bisogno di riscontri clinici (analisi del sangue, ecc.) prescritti dal medico.
Se si prefigurano troppo in anticipo gli aspetti psy, si corre il rischio che diventi un pensiero ossessivo.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ok io dal sessuologo come le ho già detto ci sono stato e mi ha detto che non ho niente di psicogeno Quindi è organico io da degli esami del sangue dello scorso anno degli ormoni gli psicofarmaci mi è stato detto che mi hanno aumentato la prolattina era a 22,70 mentre l'ecodoppler penieno aveva evidenziato un problema veno occlusivo ma io adesso per avere la conferma rifaccio gli esami del sangue degli ormoni e ho prenotato un nuovo ecocoldoppler comunque le farò sapere come sono andati gli esami con molto piacere secondo lei potrebbe essere ormonale prolattina alta causa psicofarmaci o veno occlusivo come il primo ecodoppler
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,8k 459 103
Bene per gli approfondimenti clinici.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve come promesso vi avrei fatto sapere gli esami ormonali sono nella norma il mio nuovo urologo mi farà un ecodoppler penieno dinamico per vedere se c'è un problema veno occlusivo se lo sconfermera a quel punto sono stati gli psicofarmaci gli antispicotici a darmi il problema della Disfunzione erettile
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve come promesso vi avrei fatto sapere gli esami ormonali sono nella norma il mio nuovo urologo mi farà un ecodoppler penieno dinamico per vedere se c'è un problema veno occlusivo se lo sconfermera a quel punto sono stati gli psicofarmaci gli antispicotici a darmi il problema della Disfunzione erettile Comunque gli psicofarmaci mi hanno dato più problemi di erezione che di libido
[#8]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,8k 459 103
Gentile utente,

Prendiamo atto del ragguaglio.
L'urologo Le saprà dare indicazioni adeguate e al meglio per Lei, considerato che la consulenza presso il Sessuologo è già stata fatta.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test