x

x

Crisi di coppia, da parte mia

Salve, sono una ragazza fidanzata da quasi 7 anni.
Poche settimane fa ero in una pizzeria, dove il mio ragazzo fa delle foto, mi sono seduta all'ingresso per aspettarlo, proprio davanti la pizzeria, e lì c'era un ragazzo, il pizzaiolo, che mi fissava spesso.
I nostri sguardi si sono incrociati spesso, io non riuscivo a mantenere il suo sguardo.
Devo dire che nessun uomo mi ha mai guardata così prima d'ora.
Uno sguardo davvero penetrante.
Da quella sera non faccio che pensare a quei scambi di sguardi.
Lui è molto bello.
Ha tutto ciò che mi piace.
Non so nulla di lui.
So solo che lavora li.
L'ho cercato in tutti i social, ma non ho trovato nulla.
Provo frustrazione perché da un lato sono fidanzata e dall'altro vorrei parlare con lui, conoscerlo.
Credo che io abbia bisogno di evadere e vedo in questo ragazzo un' evasione.
Vorrei tanto che qualcuno mi dicesse cosa fare.
Oppure vorrei incontrarlo e rendermi conto che non è il tipo giusto per me.
Mi faccio tutti questi film va a finire che è anche fidanzato.
Poi non è detto che quegli sguardi siano come li ho interpretati io.
Sta di fatto che ci penso spesso.
È come se vedessi in lui una passione.
Mi sento strana perché non sono proprio la tipa che viene colpita da un ragazzo con un solo sguardo.
Sono una che ha bisogno di tempo, di conoscere bene una persone per innamorarsi.
Non saprei perché ho questo pensiero fisso.
Vorrei dei consigli su come comportarmi.
[#1]
Dr. Vincenzo Cosentino Psicologo 200 11
Buonasera,
L’attrazione fisica verso persone esterne alla coppia non è di per se qualcosa che può essere vista come anormale. Succede spesso di apprezzare lo sguardo come nel suo caso o l’aspetto di una persona che non sia il suo ragazzo ma comunque continuare a stare bene nella coppia. Oltre l’aspetto fisico ci sono tanti fattori che rendono due persone una coppia, come gli interessi o caratteristiche comportamentali che rendono possibile la convivenza e la condivisione delle esperienze. Ciò che potrebbe essere fonte di riflessione è la motivazione che l’ha portata a pensare ad una crisi, che forse va ben oltre l’incontro con lo sguardo dello sconosciuto? Sarebbe opportuno riflettere su ciò che sente lei nei confronti del suo ragazzo e capire se le motivazioni trovate la spingono a pensare che sia la persona giusta.

Dr. Vincenzo Cosentino - Psicologo
In sede e online
www.psicologocosentino.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore e grazie della risposta. Beh che posso dirle, la passione tra noi non c'è più o meglio. Io non la provo più, mentre lui si. E questa cosa sta venendo fuori sempre più spesso. Io gli voglio un bene dell'anima. Abbiamo tanti interessi in comune. Parliamo di tutto. Tant'è che lui si è accorto di questo mio interesse per questo ragazzo. Tra me e lui c'è un equilibrio e una quotidianità perfetta diciamo. Ma poi sento il bisogno di sentirmi più viva. Di vedere se c'è altro. E se riuscirò mai a provare di nuovo una passione ardente verso qualcun'altro. Sta di fatto che ci penso spesso.
[#3]
Dr. Vincenzo Cosentino Psicologo 200 11
Credo quindi che ci sia da interrogarsi sul fatto che sia presente o meno la motivazione necessaria a proseguire il rapporto. A questa domanda ovviamente può dar risposta solo lei insieme al suo compagno, riflettendo sulla coppia e sulle aspettative future che avete. Parlarne chiaramente spesso è il modo migliore per risolvere problema e rafforzare la coppia, oppure prendere strade diverse nel rispetto delle idee individuali.

Dr. Vincenzo Cosentino - Psicologo
In sede e online
www.psicologocosentino.it