Rischio 2 tac ravvicinate più 2 rx torace

Buonasera,

In seguito all'infezione da Covid-19 con ricovero di 4 settimane a Bolzano ho eseguito 2 tac cranio per problemi neurologici (emicrania con aura, dolore lato sx encefalo, problemi di messa a fuoco/vista, nausea e vertigini fortissime, giramenti di testa, ecc.
) e 2 rx torace, tutto entro 30 giorni.

Non dubito che siano servite per modulare la terapia che ho fatto per guarire dall'infezione (sempre per il discorso del rischio/beneficio) e sono molto grata del lavoro offertomi dai colleghi di Bolzano, ma mi chiedevo a quanto ammontasse il rischio dalla somma totale di queste radiazioni ionizzanti cui sono stata sottoposta.

Nei dischetti e nei referti non è riportata la dose di radiazioni delle tac e dei raggi X pertanto credo si possa fare solo una stima molto approssimativa.


Chiedo cortesemente a voi esperti in radiologia qualche delucidazione in merito a quanto riportato ed eventualmente consigli su come ridurre o neutralizzare tali (possibili) effetti/conseguenze delle radiazioni ionizzanti.


Grazie e cordiali saluti.
[#1]
Dr. Luigi Beviglia Radiologo, Medico di laboratorio 70 1
Stia tranquillo perché le dosi assunte non sono rilevanti. In ogni caso si deve sempre pensare al costo-beneficio nel fare esami radiologici e, nel suo caso, il beneficio è stato evidente. In ultimo, non c’è nessun modo di smaltire le radiazioni ricevute.

Dr. Luigi Beviglia

Specialista in Radiologia
Specialista in Biologia Clinica

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa