Utente 141XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 35 anni sempre stata bene fino a che a 20 anni ho avuto una leucemia mieloide acuta curata con chemioterapie e infine trapianto autologo del midollo.
Dopo sono sempre stata bene fino ai 30 anni senza alcun problema.

Invece da 5 anni soffro della Sindrome da occhio secco, diciamo che il tutto è iniziato da quando ho iniziato ad usare il computer tutto il giorno per lavoro. Ho perso il film lacrimale, con tutte le conseguenze del caso, ora non riesco minimamente a stare vicino a qualsiasi fonte di calore come i fornelli accesi, il ferro da stiro rovente, il caminetto, i termosifoni ecc...ormai temo l'estate...
L'occhio secco ha inoltre indotto il glaucoma che era ad una fase iniziale ed ora invece è conclamato: uso il timololo 2 volte al giorno (Timod).
Da 2 mesi ho scoperto facendo esami del sangue di avere la Tiroidite di Hashimoto autoimmune (avevo un ipotiroidismo subclinico, con T3 e T4 ancora nella norma , ma TSH alto : ora assumendo Eutirox da 50 il TSH è rientrato in valori normali.
Vorrei sapere se è corretto lasciare che la ghiandola tiroidea diventi atrofica e non funzioni più del tutto, tra l'altro l'endocrinologa mi ha sconsigliato l'uso del sale iodato, appunto perchè credo vogliano che la ghiandola muoia del tutto ... assumerò poi l'Eutirox a vita...ma quali conseguenze può portare il fatto di avere una tiroide inesistente? vorrei conoscerle.
Inoltre sempre quest'anno mi sono comparse in entrambe le mammelle degli addensamenti ghiandolari, in particolare nella mammella sinistra ho un nodulo se cos' posso chiamarlo grande 2 cm che mi dà un pò di fastidio.
Oggi sono andata al Gaetano Pini da un reumatologo mi ha detto che non ho la Sjogren in quanto gli esami del sangue sono negativi e mi ha detto che però oggi ho queste malattie ma domani magari possono assommarsene altre sempre di origine autoimmune come l'artrite reumatoide ecc....

Soffro molto per l'occhio secco...se avete qualche rimedio a parte i colliri che uso tutto il giorno...ed anche per il glaucoma . Io ho il glaucoma pigmentario, la pressione inizialmente era salita a 21 e sentivo come se gli occhi mi si gonfiavano come un palloncino, inoltre sento una compressione nella zona frontale e quasi tutti i giorni ho dolore acuto alla testa proprio lungo il decorso dei nervi ottici, anche se so che non sono nervi sensitivi, ma la zona dolorante oltre l'occhio è quella.

Grazie per il Vs. sicuro aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Domenico Russo

32% attività
0% attualità
12% socialità
CASORIA (NA)
CAPUA (CE)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
gentile utente,
rispondere senza poter condurre una corretta anamnesi ed un completo esame clinico è sempre difficile; comunque
i consigli che le hanno già dato i colleghi (endocrinologa e reumatologo) sono giusti.
La terapia sostitutiva dell'ipotiroidismo è necessaria e non alterata la restante funzione ghiandolare. Una corretta terapia, anche a vita, non può determinarle alcun problema.
Per quanto riguarda la mastopatia le consiglio di rivolgersi ad un senologo al più presto.
Saluti
Dr. Domenico Russo
endocrinologo

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Buongiorno,
vorrei chiedere per favore a un reumatologo cosa ne pensa di questa risposta che mi è stata data da un Omeopata iscritto a Omeopatia Italia.
Devo temere questa HLA ?
cos'è?
esiste davvero una correlazione tra tiridite e glaucoma? era possibile fermarne l'evoluzione prima del tempo?

Grazie per le Vs. risposte
Ho davvero paura visto il mio stato attuale di salute.

-----------------------------
Egregia Laura sardi, le sue patologie sono connesse e correlate, la leucemia mieloide, la sindrome dell’occhio secco, Sjogreen, (non capisco poi il reumatologo che non la chiama con il suo nome, e non indica le cause), la tiroidite, sono tutte patologie autoimmuni, (lei non indica gli anticorpi, ma dovrebbero essere molto alti, antitireoglobulina, ma soprattutto l’antiperossidasi, poiché si è verificato il glaucoma), in cui viene riconosciuto un innesco infettivo ed una predisposizione HLA. Così come la leucemia mieloide, lo stesso agente infettivo può essere sempre presente, alcuno si è preoccupato di cercarlo ed eliminarlo, così ha proseguito nella sua azione, evitabile chiaramente. Come ha potuto notare, la sua patologia è un continuo aggravamento, ed in effetti ha ragione lei, aspettano che non funzioni più niente, così potranno sparare farmaci a volontà. Attualmente non possono, non è abbastanza grave.

Lentamente la hanno condotta al continuo aggravamento occhio secco—glaucoma—tiroidite. Questo devo bloccarlo, risalendo alle cause che hanno promosso le sue patologie.

Questo è il ragionamento esatto da effettuare, che la medicina convenzionale conosce benissimo, poiché ha studiato e pubblicato tutte le cause; non ha i farmaci per eseguire la terapia, mentre la medicina integrata omeopatica li possiede, dopo l’accertamento esatto delle cause, possibile anche con la medicina convenzionale, posso eseguire la terapia appropriata. Chiaramente gli interventi tempestivi, avrebbero evitato tutta la progressione fisiopatologica che lei sta vivendo. Attualmente è sempre possibile, purtroppo occorrerà più tempo per poter condurre il suo organismo ad un funzionamento più regolare e fisiologico, senza aspettare gli aggravamenti prevedibili. Un intervento terapeutico tempestivo è sempre possibile.

Saluti
Omeopatia Italia