Utente 167XXX
Buonasera, inizia così il mio calvario: 5/6 anni fa, improvvisamente compare un dolore a metà gluteo mi visitano alternativamente 4 ortopedici di cui uno specialista dell'anca, effettuo risonanze, radiografie, tac e niente che potesse giustificare questo dolore che è refrattario a qualsiasi trattamento,cortisone per via orale e infiltrazioni di cortisone. Estenuata anche perché il dolore é invalidante ricorro al neurochirurgo; alla visita faccio presente che avverto un leggero intorpidimento all'alluce sx, a questo punto mi consiglia una risonanza alla cervical, risulta una mielopatia cervicale al midollo dovuta ad un'ernia C4 C5 C6 vengo così sottoposta ad intervento chirurgico di decompressione e discectomia c4-c5 e c5-c6 ed artrodesi anteriore con cage. Prima dell'intervento avevo ed ho i rot vivaci per cui il neurochirurgo mi consiglia di fare una risonanza alla testa al fine di scartare la SM risulta solamente una delle forme minori di malformazione di Chiari 1. Durante la convalescenza sentivo che l' alluce ed anche la gamba sx non erano al top, avevo ed ho delle parestesie.. specie quando mi sdraio. Nel Gen 2010 avverto rigidità muscolare alle gambe e alle braccia come se i muscoli fossero fasciati stretti e quando allungo le braccia sento dolore. Improvvisamente una mattina di 2 mesi fa ca. mi sveglio con dolori acuti alle braccia dal gomito in giù, tanto da non poter tenere la cornetta del telefono in mano o spillare un foglio con la spillatrice,.Il neurochirurgo mi consiglia di sottopormi ad altra risonanza alla cervicale e dorsale ma non risulta niente e quindi mi manda dal reumatologo. Nel frattempo sto peggiorando con le parestesie, bucature di spillo,piccole contrazioni involontarie ai muscoli (rare ma quotidiane)senso di pesantezza e pedita di forza agli arti I dolori alle braccia sono refrattari al Bruffen al Contramal Oki etc.. si attenuano soltanto con il Arcoxia 90 mg e Lyrica 25 mg (questo me lo ha prescritto il reumatologo perché ha diagnosticato sindrome fibromialgica (le analisi VES PCR RA-TEST FIBRINOGENO PROTIDOGRAMMA EMCROMO CON FORMULA PISTRINE CREATININEMIA, ESAME URINE TANSAMINASI GAMMA GT FOSFATASI ALACALINA CPK LDH ECOGRAFIA TIROIDE TUTTO OK. tranne GAMMA 10,0 e numerosi leucociti degen.fondo batt.) Il formicolio alla data odierna è in aumento. La mia domanda é anche questa: soffro di pustolosi psoriasica palmo-plantare ed ho chiesto al reumatologo se poteva essere artrite psoriasica ha risposto con un secco NO. Chiedo quali altri esami esistono per sfatare questa mal.? E siamo così certi che sia fibromialgia?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

"Chiedo quali altri esami esistono per sfatare questa mal.?"

In che senso ? La malattia è già stata diagnosticata dal reumatologo. Ci sono dei criteri che sono in gran parte clinici in base al tipo e alle caratteristiche del dolore e dei sintomi associati, poi l'esclusione di altre ipotesi secondo gli esami che ha fatto.
Quindi "siamo così certi" quale dubbio esprime di preciso, essendo la certezza ragionevole corrispondente con le diagnosi fatte da uno specialista ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 167XXX

Gent.mo Dottore, La ringrazio per la risposta anche se non esaustiva. Al "siamo così certi" mi rierisco all'artrite psoriasica in quanto,come ha ben visto dalla mia mail,non mi é stato prescritto nessun accertamento appropriato al riguardo; inoltre Lei mi insegna che le diagnosi anche se fatte da uno specialista possono anche risultare errate, altrimenti non esisterebbero i consulti... comunque desideravo avere un parere da uno specialista in neurologia o reumatologia affinché potesse, per quanto possibile, tranquillizzarmi sui sintomi sopra descritti.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

era appunto questo che le stavo chiedendo. Perché tranquillizzarla così in generale ? Che cosa di preciso non le torna (genericamente parlando si può pensare che qualsiasi diagnosi sia sbagliata, così come allora qualsiasi conferma si chieda di tale diagnosi per sapere se è giusta o sbagliata, così non credo si esca da una questione di dubbio). Mi premeva capire, rispetto ad una diagnosi che è definita al momento, cosa non le torna.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it