Utente 700XXX
Salve,
ho effettuato, sotto richiesta del reumatologo, degli esami del sangue, di cui vorrei avere quale delucidazione se possibile (la visita dal reumatologo è fra quasi un mese..).

Praticamente, COMPLEMENTO C3,C4, ANTI ENA ANTI EPATITE C, ANTIGENE HBs,HBc,ANTI-HBc,ANTI HBe sono tutti nella norma o ASSENTI.

L'unico valore che non capisco è:
S-Ab ANTI-NUCLEO (ANA)
Titolo 1:40 PRESENTI
Pattern NUCLEOLARE
Titolo 1:160 ASSENTI


E' qualcosa da approfondire ancora o è abbastanza orientativo verso qualcosa...?

grazie per le eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Gli esami che lei elenca non hanno alcun significato, se non correlati ad una precisa sintomatologia o storia clinica. Pertanto la positività o negatività degli ANA cosi asetticamente letti non esprimono alcun valore diagnostico.
Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Utente 700XXX

Ho 34 anni, sportivo (ex ormai)
I sintomi sono : rettilineizzazione cervicale in meno di un anno (con dolore praticamente fisso nella zona retro destra del collo, a scendere fino alla scapola destra, certe volte piu dolore alla spalla, piu spesso pero' il collo destro), adenopatie lateocervicali in aumento di numero, problemi alle articolazioni (dapprima un ginocchio, poi un altro,poi i due gomiti. Inoltre schioccano al minimo movimento,anche i polsi le spalle e le caviglie ormai, non succedeva prima di un anno fa, tranne che per un ginocchio).
Intestino non regolare (feci molli o stitichezza 2-3-4 giorni massimo), al minimo movimento d'aria o quando vado in piscina, sento subito "movimenti" intestinali.
La colonna vertebrale pare non sia delle migliori (rmn lombare evidenzia discopatia degenerativa e ipetrofia artrosica).

Ho fatto molte visite ed esami, tutti mi han detto niente di grave, ma nessuno in particolare ha azzardato ipotesi.

Ho preso Naprosym 10 giorni, sto prendendo Sirdalud e magnesio da un mese e piu', miglioramenti ZERO (anzi, i peggioramenti ai gomiti sono usciti nell'ultimo mese).

Se puo' interessare qualche esame fatto o da consigliare, chieda pure, che le do' il responso (o lo eseguo).

grazie

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
direi che da quanto elenca i sintomi non esprimono un signficato clinico patologico, pertanto si tranquillizzi. Concordo con i colleghi che non hanno individuato patologie. eventualmente riprenda la sua attività sportiva senza esagerare con gli sforzi.

cordiali saluti
Giuseppe Germanò

[#4] dopo  
Utente 700XXX

scusa un'altra domanda, ma il fatto della rettilineizzazione cervicale in meno di un anno (documentato) compresa di adenopatie "intorno" alla zona dolorante non è significante?

Tra parentesi, è gia un mese che ho riiniziato a fare sport (ora faccio nuoto, prima erano pesi), ma mi sembra quasi controproduttivo, il ginocchio sinistro (dietro) spesso ne risente(quando raddrizzo la gamba nella pinnata), e anche la zona del collo con problemi ne esce spesso malconcia...

Io posso capire che non sia una patologia grave, ma possibile che non ne riesca piu' a uscire o migliorare..? (fatta anche fisiokinesiterapia, zero risultati anche li).

grazie

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
La rettilineizzazione del rachide cervicale può essere data da vari motivi, per lo più posturologici e muscolari. Quindi è di pertinenza fisiatrica. Le linfoadenopatie occorre valutarle obiettivamente, magari anche ecograficamente se necessario. Il problema al ginocchio sembra di tipo meccanico, quindi da far valutare dall'ortopedico per escludere problematica meniscale ad esempio. il problema intestinale deve essere inquadrato clinicamente, escludendo ad esempio una sindrome del colon irritabile oppure un problema di intolleranza alimentare (con eventuale ricerca per gli anticorpi antiendomisio e transglutaminasi per escludere forma celiaca). Tuttavia tutte queste considerazioni valgono se fatte dopo l'esame clinico del medico che è in grado di giudicare la reale necessità degli accertamenti diagnostici in fede al suo orientamento diagnostico.
Giuseppe Germanò

[#6] dopo  
Utente 700XXX

grazie della risposta...
Ok per tutto il resto, nel senso che concordo, e ho gia fatto valutare le adenopatie sia obiettivamente che ecograficamente (al momento vengono valutate come reattive), no celiachia, il colon viene considerato irritabile, ma solo su base "intuitiva" diciamo(non prescritti esami)..

Quindi sto in una situazione IBRIDA, nel senso che fondamentalmente nulla si è inquadrato precisamente..e fin qui ci può stare, il tempo parlerà probabilmente.

Ma non mi trova accordo sul fatto della rettilineizzazione...da come me l'ha descritta lei (motivi posturologici/muscolari) è sottintesa una lenta rettilineizzane nel tempo(anni), mentre io sono piuttosto convinto che sia accaduto tutto nell'arco di pochissimi mesi (le due lastre che ho dimostrano in un anno, ma solo perkè sono state fatte a quella distanza di tempo..).

Quindi, quali altri potrebbero essere i motivi? Non so se riguarda il suo campo e possa rispondermi lei con precisione o io debba postare la domanda in ortopedia o fisiatria... (non penso sia una domanda cosi' banale, escludendo i motivi da lei citati..)

grazie

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sul problema delle adenopatie reattive Le allego un link di approfondimento

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 700XXX

grazie Dott. Catania, è molto interessante finalmente vedere la distrubizione di tutti linfonodi nel corpo.
Ciò mi fa pensare di avere ben altri linfonodi infiammati(ma dolenti) oltre ai laterocervicali, dovrei solo riuscire a farlo capire a qualcuno..