Utente cancellato
Spett,li Dottori,

ho letto sui giornali e su internet che la diagnosi della fibromialgia avviene tramite il riscontro dei Tender Points ma allo stesso tempo leggevo giorni fa che nella maggior parte dei soggetti fibromialgici alcuni valori del sangue sono alterati. Potete indicarmi quali analisi devo effettuare per avere un primo riscontro? Potete indicarmi anche quali valori devo inserire nelle analisi ematologiche per escludere patologie similari?. Il medico di base la settimana scorsa mi ha diagnosticato alcune analisi del sangue perchè presume che le mie sintomatologie possano collegarsi a questa malattia.

I miei sintomi da 4-5 anni sono questi:

- Stanchezza cronica.
- Cefalea e mal di testa quotidiani.
- Gambe sempre pesanti.
- Bruciori spesso di stomaco e a volte mi fuoriescono dalla bocca gas che sanno di zolfo.
- Dolori intramuscolari su tutto il corpo.
- Spasmi muscolari(letteralmente spesso su varie parti del corpo i nervi battono all'impazzata e si vede anche visivamente)
- Negli ultimi mesi in palestra non riesco a fare neanche piu' gli addominali perchè il nervo addominale superiore si indurisce e sento un dolore allucinante.

Tenete conto che ho quasi 27 anni faccio da sempre un alimentazione sanissima e sport.

In attesa di vostro riscontro.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
I nuovi criteri diagnostici relativi alla fibromialgia integrano il rilievo della positività alla digitopressione sui tender points al riscontro di una serie di altri sintomi che possono variare da paziente a paziente. Questo ha rappresentato una importante evoluzione del concetto della malattia, fino ad allora considerata solo un disturbo doloroso muscolare. Oggi finalmente la sindrome fibromialgica è inserita nel gruppo delle malattie funzionali con interessamento d'organo che può variare da un individuo all'altro. Altri sintomi importanti sono alcuni, solo apparentemente aspecifici ma oggi elencati nei nuovi criteri, quali l'astenia, la confusione mentale (brain fog), i disturbi dell'alvo e dell'alimentazione. L'indicazione ad eseguire esami e terapie esula da questo contesto telematico. E' perciò opportuno che si faccia visitare presso un Centro reumatologico specializzato in questo tipo di malattia. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
190463

dal 2014
gentil dottore,
la ringrazio per la risposta ma.il mio quesito e'un altro.In base alla sua esperienza e i sintomi che lwlle ho spiegato quali analisi ematologiche devo wffettuare per escludere patologie che.hanno.sintomi simili alla.fibromialgia per far.avere al reumatologo una situazione gia.chiara. la ringrazio e la prego di non indicarmi solo.di andare da un reumatologo.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Come le ho già scritto nel primo post questi consulti non possono essere che orientativi. La prescrizione di esami e terapie richiede la necessaria anamnesi ed il corretto esame obiettivo eseguti durante una regolare visita medica. Cordialità
Mauro Granata

[#4] dopo  
190463

dal 2014
Spett.le dottore,

io penso che durante la sua esperienza pluriennale e seguendo protocolli basilari ci sono sicuramente delle patologie similari che molto spesso possono essere concepite come la fibromialgia.

Le chiedevo solo gentilmente un elenco di analisi ematologiche da effettuare per escludere patologie similari alla fibromialgia e poter consultare il reumatologo tra un mesetto con le idee più chiare.

Mi perdoni ma faccio una critica a lei e i suoi colleghi. Ho richiesto in passato 4-5 aiuto e le risposte sono tutte uguali come la sua "Si rivolga allo specialista". Non mi pare che un sito che è stato premiato come "sito dell'anno" abbia questa grane utilità.

Se lei chiedesse su un blog di esperti di prosciutti qual e' il miglior prosciutto crudo e questi le risponderebbero vada a chiederlo al suo salumiere lei non si sentirebbe offeso nella sua intelligenza?. Io sinceramente mi sento offeso nella mia intelligenza quando vi ho chiesto qualche consulto e mi avete dato sempre la solita banale risposta.

Distinti saluti.

[#5] dopo  
 Staff Medicitalia.it

Gentile utente,
se oltre a sentirsi offeso nella sua intelligenza avesse la pazienza di leggere le linee guida eviterebbe di reiterare domande di questo tipo per poi polemizzare inutilmente.

Lei ad oggi ha richiesto oltre 25 consulti a cui ha ricevuto più risposte da parte di differenti professionisti. E' evidente che se più volte arriva a lamentare di non ricevere indicazioni diagnostiche o prescrizioni di esami significa che non ha compreso l'utilità ed i limiti di questo servizio, per cui preferiamo eliminare il suo account onde evitare ulteriori perdite di tempo a lei ed ai professionisti che le rispondono.

Grazie per l'attenzione,
staff@medicitalia.it