Utente 335XXX
Salve
Due anni fa un reumatologo mi ha diagnosticato una fibromialgia .
Adesso in attesa di una nuova visita chiedo se ci sono delle cure visto che da qualche mese i dolori che provo sono più forti e prolungati e anche il senso di stanchezza è sempre più persistente.
Inoltro chiedo se posso sperare in una guarigione totale
Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il trattamento della fibromialgia richiede l'integrazione di cure farmacologiche, riabilitative e talvolta psicoterapeutiche in relazione ai diversi sintomi lamentati dai pazienti. La terapia proposta sarà quindi diversa nel caso di una forma che si caratterizza maggiormente per la stanchezza (astenia) piuttosto che per i dolori (iperalgesia) e viceversa. La prognosi dipende in genere dalla competenza del medico, perché purtroppo ancora oggi molti colleghi minimizzano la condizione, quando addirittura non arrivano a negarla, con ripercussioni estremamente negative per l'evoluzione della malattia. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 335XXX

La ringrazio per aver risposto, purtroppo è proprio così sono già due reumatologi che mi visitano e nessuno dei due mi ha dato una terapia, io sono una persona solare e non depressa anzi quando mi sveglio al mattino già stanca, e dico stanca e non apatica, non l'accetto e cerco di fare tutto quello che faccio normalmente, anche se poi mi risulta faticoso.I dolori che mi prendono durante la giornata sono , se pur veloci a passare, molto forti e "paralizzanti", qualche giorno fa ho avuto dolori alle gambe che sono durati quasi 24 ore lasciandomi sveglia anche tutta la notte :(
Spero di essere aiutata presto.
Grazie ancora
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La speranza è l'ultima a morire ma ... aiutati che Dio ti aiuta! Voglio dire che in Italia molti sono i Centri e le Associazioni che si occupano dei/lle pazienti affetti/e da questa malattia. Non è più il tempo di sentirsi abbandonata. ;-)
Mauro Granata