Utente 331XXX
Buongiorno ho 35 anni.
Da 5 anni soffro di lombalgia e dorsalgia ma più che altro lombalgia.
Da 2 mesi in seguito ad un brusco movimento il dolore si è amplificato rendendomi la vita un inferno.
Ho fatto tutti gli esami del sangue urine risonanze magnetiche radiografie ecc ma tutto negativo. Non rispondo agli antidolorifici e neanche alla fisioterapia. La reumatologa ha detto che sono affetto da sindrome miofasciale il fisiatra dice di no,l'ortopedico dice che è fibromialgia. Non so più a chi credere. Se mi incurvo in avanti con le mani arrivo all'altezza delle ginocchia praticamente sono un blocco di marmo. Ho provato a fare ginnastica e stretching ma poi mi pare di stare peggio. Se cammino va meglio e per dormire meglio su un fianco.
Non ne capisco più niente aiuto!!!

[#1] dopo  
Dr. Marco Aurelio Tuveri

24% attività
4% attualità
4% socialità
ORISTANO (OR)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Gent.mo paziente,
la lombalgia è un sintomo.
Malattie reumatologiche, ortopediche o internistiche possono esprimersi con una lombalgia.
Prima di tutto bisogna classificare il dolore:
-se il dolore si presenta prevalentemente di giorno è molto probabilmente un dolore meccanico o da carico, quindi ci orientiamo su patologie degenerative articolari e del disco;
-se il dolore si manifesta prevalentemente di notte è molto probabilmente un dolore infiammatorio, quindi ci orientiamo su patologie come la spondilite o simili;
-se il dolore si manifeta in modo costante di giorno e di notte e non si riduce con i comuni antalgici si pensa ad un dolore neoplastico.
In conclusione, il consiglio che posso dare è di consultare ancora una volta uno specialista dell'apparato locomotore e spiegare bene il tipo di dolore per un accertamento diagnistico più mirato.
Cordiali Saluti
MARCO AURELIO TUVERI

[#2] dopo  
Utente 331XXX

Gentile dott. Grazie per la risposta.
Il dolore scompare quasi completamente con il riposo e si accentua con la posizione in piedi,migliora con la deambulazione il dolore si presenta a livello dei muscoli dorsali e lombari come una specie di contrattura costante un po' come se fossero costantemente sotto sforzo.

Dalle radiografie dalle risonanze e dagli esami del sangue i 3 fisiatri l'ortopedico e i 3 reumatologi non hanno evidenziato niente.

Solo un reumatologo ha azzardato a dire che si tratta di fibromialgia ma gli altri non ne sono convinti.

Io non riesco più a lavorare e sono a casa da due mesi perché il dolore parte con un senso di contrazione ma dopo tre ore circa inizia a diventare bruciante e insopportabile.