Utente 120XXX
Gent.mi Dottori,mia madre,71 anni,ha una grave osteoporosi dovuta a pesanti cure cortisoniche per rcu (debellata nel 1991 con colectomia totale)
Le MOC eseguite negli anni hanno evidenziato:
aprile ‘02: T-score -4.25; Z-score -1.92;
maggio ‘03: T-score -3.62; Z-score -1.38;
aprile ‘04: T-score -4.18; Z-score -1.8;
maggio ‘06: T-score -4.1; Z-score -2.1;
febbraio’09: T-score -3.5; Z-score -1.4

È stata curata con punture settimanali di disodioclodronato calcio VitaminaD3,finché dopo l’ultimaMOCsi è recata da una specialista
Considerato anche che mia madre soffre di dolori articolari diffusi, eritema a farfalla al volto, lesioni cutanee sulle gambe(si formano macchie tonde che,col tempo, diventano crosticine che poi cadono,lasciando macchioline rosse piatte)e nn ritenendo sufficiente la cura effettuata, la reumatologa le ha prescritto una terapia con acido neridronico Nerixia 100ml 1fl in sol fis 500 e.v., della quale ha già fatto 2infusioni(aprile e giugno),e Colecalciferolo 100000 UI 1fl i.m. ogni4mesi(ne ha fatta una)
Nel frattempo,le sono stati prescritti diversi esami:radiografia toracica,che ha evidenziato una “opacità ovalare in sede perilare destra meritevole di approfondimento diagnostico”,per la quale è stata richiesta tac torace con e senza contrasto.Purtroppo non ha l’appuntamento fino al31/8..mi chiedo se potrebbe essere preferibile rivolgersi ad altre strutture per accorciare i tempi di attesa,o se possiamo stare tranquilli ad aspettare quella data.
Diversi prelievi:

21/4/09:
P-CREATININA 0.93
P-PROTEINE TOTALI 8.31
P-ASPARTATO AMINOTRANSFERASI 24
P-ALANINA AMINOTRANSFERASI 13
P-FOSFATASI ALCALINA 56
P-CALCIO TOTALE 10.30
P-PROTEINA C REATTIVA 0.82
P-IMMUNOGLOBULINA A 364
P-IMMUNOGLOBULINA M 112
P-IMMUNOGLOBULINA G 1443
ELETTROFORESI S-PROTEINE Nella norma.Non si osservano componenti monoclonali
S-PARATORMONE (MOLECOLA INTATTA: AA 1-84) 68.90
S-ORMONE TIREOSTIMOLANTE (TSH) 1.5840
S-25OH-VITAMINA D 12.00
VES 72
S-Ab Anti NUCLEO (ANA) positivo
Titolo –Pattern Positivo 1:160 Omogeneo
S-Ab anti-DNA NATIVO 1.00
ENA-screening Negativo
Emocromo:unici valori fuori norma sono formula neutrofili 38.9 e eosinofili 6.3(nei valori assoluti vanno bene),il resto tutto nella norma

05/06/09
P-CREATININA 1.11
P-PROTEINA C REATTIVA 0.64
RACCOLTA URINE 24 ORE-Diuresi 1300 mL
CREATININA CLEARANCE
U-Creatinina 57.23
Clearance 46.5
PROTEINE TOTALI URINE:
U-Proteine Totali 0.04
dU-Proteine Totali 0.05 g/24H
S-25OH-VITAMINA D 8.50
S-Antigene Carcino Embrionale(CEA) 0.89
S-CA 19-9 1.20
S-BETA2-MICROGLOBULINA 1.93
S-CA 15-3 33.00
S-CA 125 9.90
VES 105
S-Ab Anti NUCLEO (ANA) positivo
Titolo–Pattern Positivo 1:160 Omogeneo
Emocromo: unico valore fuori norma RDW 31.0 (il resto nella norma)

Cosa ne pensate?La specialista ha parlato di sospetta connettivite secondaria:cos’è?La tac,può aspettare o è meglio farla con urgenza?In caso di fratture,finora mai subite,che conseguenze ci posson essere?Grazie!

[#1] dopo  
Dr.ssa Ilaria Grasso

24% attività
0% attualità
0% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Data la sintomatologia riferita (eritema a farfalla, artralgie, lesioni cutanee di tipo crostoso alle gambe) e l'elevazione della VES, con positività degli ANA, con pattern omogeneo, potrebbe trattarsi di LES (lupus eritematoso sistemicus), una malattia autoimmune che colpisce i tessuti connetivi dell'organismo, e quindi una connettivite. La stessa rettocolite ulcerosa è una condizione morbosa a patogenesi autoimmune, e purtroppo chi ha già una malattia autoimmune può averne o svilupparne nel tempo un'altra, in relazione ad una predisposizione genetica.
Inoltre le connettiviti (che si giovano di terapia cortisonica)possono contemplare, oltra a quello dei muscoli e delle articolazioni, anche un interessamento di organi interni, come reni, cuore, polmoni (soprattutto nel LES), per cui faccia subito la TC torace, meglio se ad alta risoluzione.
L'osteoporosi da cui è affetta sua madre non ha nessuna correlazione con la connettivite ma anzi è secondaria alla terapia steroidea protratta nel tempo per la RCU; è chiaro che nel caso di un nuovo trattamento cortisonico la grave osteoporosi rappresenti un problema, e ad ogni modo converrebbe instaurare sin da subito una terapia con bifosfonati (alendronato o risedronato sodico, ad impiego settimanale), oltre ad un adeguato supplemento di calcio e vitamina D. In quanto alle fratture, quelle del collo del femore sono le più temibili, per le complicanze (trombosi venose ed embolia polmonare,lesioni nervose)e possono essere riparate, chiaramente, solo chirurgicamente, con l'impiego di mezzi di sintesi metallici o impianto d'artroprotesi: insisto dunque sulla tempestività dell'impiego dei bifosfonati.
Mi faccia sapere,
Dr.ssa Ilaria Grasso

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Grazie mille per i consigli! Appena ho novità Le farò certamente sapere!

[#3] dopo  
Utente 120XXX

Buongiorno dott.ssa, riflettevo su ciò che mi ha risposto, e mi sono sorti altri quesiti.
A proposito dei bifosfonati proposti: mia madre, come dicevo, ha fatto punture settimanali di disodioclodronato, calcio e vit. D3 per 7 anni, e non avendo grandi giovamenti, come si vede dai risultati delle MOC periodiche di controllo effettuate, qualche mese fa questa terapia le è stata sostituita con una a base di acido neridronico da fare in infusione in day hostpital ogni 2mesi, oltre alla puntura quadrimestrale di Colecalciferolo. Lei quindi suggerisce di aggiungere ancora i bifosfonati, oltre alla nuova terapia in atto (di cui ha fatto finora solo 2 infusioni, ad aprile e giugno)?
A proposito dell'eventuale LES, ho dimenticato di riferire gli esiti di un ecocardiogramma eseguito il 30/6, dal quale risulta "ventricolo sx non dilatato con normale funzione sistolica. Minima IM ed IAo. Lieve IT con Pap ai limiti superiori. Iniziali segni di alterato rilasciamento VSx".. Per me è arabo, ma magari c'entra con gli effetti dell'eventuale LES?
Per quanto riguara la TAC, il medico di base ha detto che quella "opacità ovalare" rilevata dall'rx torace da approfondire potrebbe trattarsi di una "calcificazione" anche di vecchia data. Sicuramente senza prima fare la TAC è impossibile stabilirne l'effettiva natura, tuttavia non posso fare a meno di chiederle se anche questa eventuale "calcificazione" potrebbe essere un problema serio connesso all'eventuale LES, o se invece che calcificazione potrebbe avere altra natura (tumorale o altro). Per quanto concerne l'alta risoluzione della TAC, in radiologia mi hanno detto che per il tipo di diagnosi (Opacità ovalare in sede perilare) è meglio il metodo di contrasto, come prescritto dal medico sull'impegnativa, mentre l'alta risoluzione è più indicata per altre indagini.. Cosa ne pensa? Ad ogni modo, non penso che sarà possibile eseguire la TAC prima del 31/8, spero che ciò non sia un grosso problema!

Un'ultima cosa: anch'io sono affetta da RCU da 11 anni, ho appena avuto una riacutizzazione trattata con deltacortene.. Da un anno circa mi è comparsa una macchiolina rossa (come quelle che ha mia madre) sulla gamba dx interna, circa 10cm sopra la caviglia, con la stessa evoluzione (crosticina), che ho fatto vedere al medico di base il quale non ha ritenuto fosse nulla di significativo.. Ora però, considerata la situazione di mia madre, che ha una storia clinica parallela alla mia, sarà il caso di "prevenire il prevenibile" e farmi prescrivere gli esami ANA, visto che prossimamente dovrò fare esami del sangue già per l'RCU?

La ringrazio ancora per l'estrema disponibilità e i chiarimenti che mi indicherà!

[#4] dopo  
Dr.ssa Ilaria Grasso

24% attività
0% attualità
0% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Buongiorno a lei, direi di no, di non aggiungere un altro trattamento per l'osteoporosi a quello già in corso con neridronato (di per sè sufficiente, secondo lo schema praticato).
Quanto indicato nell'ecocardiogramma non mi sembra possa avere una correlazione giustificabile con un eventuale LES: sono piuttosto reperti frequentemente riscontrabili in una persona di quell'età.
In quanto al nodulo polmonare, se si parla di calcificazioni è verosimile si tratti di esiti (es. un pregresso focolaio flogistico): bene a questo punto una TC torace con mezzo di contrasto (quella ad alta risoluzione è perlopiù indicata in caso di sospetta fibrosi polmonare (spesso presente nel quadro di alcuni connettiviti, quali artrite reumatoide, connettivite di Sjogren).
Per quanto riguarda lei, neanch'io darei peso alla lesione cutanea da lei riferita, nè tantomeno riterrei utile, in assenza di sintomi, l'esecuzione del dosaggio degli ANA nel siero; utile, piuttosto, risulterebbe essere intraprendere un trattamento preventivo per l'osteoporosi con calcio e vitamina D3.
Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.
Cordialmente,
Dr.ssa Ilaria Grasso

[#5] dopo  
Utente 120XXX

Sempre molto gentile! Allora per la mammina sto tranquilla!
Per quanto mi riguarda, proprio ieri, su indicazione della gastroenterolga che mi segue per la patologia, ho iniziato a prendere compresse di Natecal (calcio + vit D3), considerata la pesante cura a base di cortisone che sto facendo per "combattere" la riacutizzazione.
Grazie ancora, Le farò sapere le novità non appena mia madre eseguirà la tac a fine agosto!