Utente 211XXX
Salve,
sono un ragazzo di 23 anni che studia in Erasmus in Spagna. Due mesi fa mi si è gonfiata l'areola del capezzolo sinistro e la zona circostante. L'ho un po' trascurata pensando che fosse una semplice infiammazione. Dopo tre settimane non passava e sono andato dal medico dove faccio il tirocinio e mi ha detto di lasciarlo stare, che sarebbe passato da solo e nel caso prendere un semplice antinfiammatorio (ibuprofeno), che poi ho preso per 7-8 giorni. Non passando il gonfiore, sono andato al pronto soccorso e li mi hanno dato una cura con antibiotico (Augmentin) e antinfiammatorio (Enantyum) da prendere per 7 giorni. Dopo la cura si è sgonfiato notevolmente pero' tuttavia ancora il gonfiore è presente (solo nell'areola). Oltre al gonfiore c'è un po' di dolore al tatto (prima molto di più) e sempre al tatto, si nota come un dischetto duro. Per questo venerdi' ho una visita specialistica (mammografia e/o ecografia). Dato che sono all'estero e non so esattamente quanto riesca a capire i medici spagnoli, potreste darmi qualche indicazione su cosa potrei avere?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Intanto si tranquillizzi perchè alla sua età il tumore della mammella è pressochè inesistente.

Forse c'è una ginecomastìa e non è certo una diagnosi preoccupante

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

Ci aggiorni se lo desidera
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 211XXX

Aggiungo che nei mesi non c'è stata nessuna secrezione dal capezzole, febbre e quanto sono stato visitato il medico mi ha fatto notare che il capezzolo infiammato era più caldo rispetto l'altro. Comunque venerdi' avro' un rapporto piu' dettagliato.