Utente 229XXX
gent. mi specialisti, ho 43 anni da tempo ho avvertito una formazione sotto il seno sinistro, e nell' eseguire una ecografia l' ho fatto presente al radiologo il quale ha diagnosticato essere un lipoma. L' ho tolto il 24 febbraio scorso. Il 21 marzo ho avuto l' esame istologico:
materiale inviato: biopsia escissionale formazione sottocostale sinistra.
notizie cliniche: lipoma sottocostale sinistro.
descrizione macroscopica: formazione nodulare di colore giallo di cm 2,5; alla sezione giallastra con sepimentazioni fibrose 2 R ADM-CR
colorazioni E-L
diagnosi: trattasi di parenchima mammario caratterizzato da fibrosi, iperplasia duttale colonnare non atipica, focolai di flat epithelial (DIN 1A) e microcalcificazioni intraluminali.
Chiedo seconda vostra esperienza cosa indicano queste caratteristiche?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Alla faccia del lipoma (^_____^) !!!

Stia comunque assolutamente tranquilla perchè la lesione va considerata come lesione spia di un aumentato rischio per tumore al seno.

Cosa Le hanno proposto ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 229XXX

grazie, il chirurgo che ha asportato la formazione ha proposto una ecografia mammaria bilaterale compreso la parte operata sotto il seno sinistro e una mammografia. Ieri sero ho fatto l' ecotomografia, la mammografia l' ho prenotata per subito dopo Pasqua.

Ecotomografia:
Mammelle a struttura mista, fibroadiposa e fibroghiandolare, nel cui contesto non sono apprezzabili immagini di lesioni focali solide o cistiche macroscopiche bilateralmente. Reperto ecografico nei limiti della norma.
Cicatrice chirurgica sottomammaria sinistra regolare; non evidenti residui ( riferita asportazione di tessuto mammario ectopico).


Ps. da sempre vicino alla zona operata c'era come un piccolissimo capezzolo ridotto visibilmente in questi ultimi anni. E proprio in questi ultimi anni ho indossato un reggiseno troppo stretto come elastico che comprimeva proprio la parte interessata, potrebbero essere concause?
grazie

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
No
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 229XXX

grazie. Il non avere avuto figli riguardo a questa condizione è stato meglio o peggio?
Secondo sua esperienza giusto fare mammografia? Ultima 04/04/2011. Potrebbe il chirurgo non aver potuto pulire bene la parteinerente all' asportazione?
Non aver asportato prima questa formazione nodulare (sapendo che trattarsi di lipoma), potrebbe averne assunto le caratteristiche nel tempo? grazie

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ripeta senz'altro a distanza di un anno la mammografia e ci aggiorni se lo desidera.

>>Non aver asportato prima questa formazione nodulare (sapendo che trattarsi di lipoma), potrebbe averne assunto le caratteristiche nel tempo?>>

Quel che conta è che sia una lesione ancora benigna.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 229XXX

grazie.

[#7] dopo  
Utente 229XXX

Gentile dottore, circa 1 mese fa, ho parlato con l' oncologa dell' ospedale, in seguito mi ha riferito che avrebbe parlato di questa situazione con l' anatomopatologa, consigliandomi di fare un controllo ecografico fra 4-6 mesi.
Nel frattempo ho eseguito anche mammografia l' 11/04/2012. Esito qui di seguito:

Entrambe le mammelle presentano struttura mista, prevalentemente fibroghiandolare densa parvinodulare, nel cui contesto non sono apprezzabili immagini di lesioni produttive od aree di microcalcificazioni patologiche.

I dubbi che mi portano a scriverLe sono legati al fatto che la mammografia non ha potuto vedere la parte operata nella zona sottomammaria, alla stesso modo come per le mammelle.

Chiedo se nell' attesa di eseguire la prox ecografia ci sono esami che posso eseguire per indagare meglio. ( forse a questo serve chiedere all' anatomopatologa)?
grazie.

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se vuole indagare "meglio" ed esplorare quella zona non compresa dai radiogrammi dovrebbe fare una Risonanza Magnetica con mezzo di contrasto

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Non comprendo cosa c'entri il coinvolgimento dell'anatomopatologo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com