Utente 107XXX
Buonasera,
nel mese di Gennaio 2012 ho subito un'operazione laparoscopica per rimuovere una cisti endometriosica.
In seguito,il mio ginecologo mi ha prescritto come cura una pillola a base di estrogeni e progesterone,cura che io non ho ancora iniziato in quanto so che potrebbe comportare dei rischi a livello senologico.
Mi sono quindi recata da un senologo di fiducia,il quale ha effettuato un'ecografia e successivamente un agoaspirato,in quanto dall'eco risultava essere presente nel seno destro un'area multinodulare di 18 mm di diametro,verosimilmente fibroadenoma(preciso che tale "massa" era già presente nel Maggio 2010,quando effettuai l'ultima ecografia al seno,ma era di dimensioni più ridotte).
La diagnosi dell'agoaspirato è la seguente:
"REPERTO CITOLOGICO DA AGOASPIRATO DELLA MAMMELLA COSTITUITO DA SANGUE FRAMMISTO A FRUSTOLI DI STROMA FIBROSO LASSO E LEMBI DI ELEMENTI EPITELIALI DUTTALI CON ALTERAZIONI REGRESSIVE,OVE VALUTABILI,CON SUPPORTO MIOEPITELIALE E LIEVE ANISONUCLEOSI(CATEGORIA DIAGNOSTICA C3 SECONDO LE LINEE GUIDA EUROPEE)".
Purtroppo non sono potuta andare io stessa a ritirare l'esito dell'esame per problemi lavorativi,dunque mi è stato impossibile parlare direttamente col medico,il quale ha però detto a mia madre che " al 90% va tutto bene,e che sarà necessario tra 6 mesi effettuare un'altra ecografia".
Sinceramente quella percentuale mi ha lasciata interdetta,e quindi desidererei un responso un po' più chiaro ed una spiegazione riguardo alla diagnosi effettuata dal medico,anche per potere capire se iniziare o meno la cura per l'endometriosi(anche se rimango assolutamente contraria all'utilizzo di tale pillola,vista la presenza di questi noduli nel mio seno).
Certa di una Sua cortese risposta,
La ringrazio e La saluto.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

E' probabile che si tratti di una lesione benigna, ma quanto riporta sembra fatto apposta per confondere le idee anche a noi.

1) Referto dell'ecografia >>>dall'eco risultava essere presente nel seno destro un'area multinodulare di 18 mm di diametro,verosimilmente fibroadenoma>> MULTINODULARE ???? E' sicura che abbia copiato correttamente ?

2) E' probabile si tratti di un fibroadenoma >>tale "massa" era già presente nel Maggio 2010>>

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

3) Ma le'esame citologico non chiarisce affatto e C3 indica un DUBBIO (all'80% benigno, ma non al 100 %)

4) Conclusioni
a) lo fa asportare anche in considerazione della terapia in programma
b) oppure senta un altro parere.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 107XXX

Buonasera,
le confermo di avere copiato correttamente ciò che ha riportato il medico sul referto citologico,ossia "AREA MULTINODULARE DI 18 MM DIAMETRO. U3". In pratica,egli ha ritenuto opportuno svolgere l'agoaspirato proprio perchè,dall'eco,appariva come un "insieme",un gruppuscolo di piccoli fibroadenomi attaccati l'uno all'altro fino a formare una massa unica. Proprio in relazione ai contorni così "frastagliati" (perdoni i termini poco "medici",ma non saprei che altre parole usare),ha voluto approfondire ulteriormente l'analisi del seno,svolgendo,come detto sopra,l'agoaspirato.
Secondo lei,è opportuno che io ripeta l'esame? Dovrei parlare con un altro medico e sentire un'ulteriore parere? Sono molto confusa e preoccupata.

[#3] dopo  
Utente 107XXX

Un'ultima domanda: mi pare di capire che la diagnosi avrebbe dovuto dare un risultato certo,in positivo o in negativo. Mi sbaglio? Vorrei quindi capire la motivazione della dicitura " categoria diagnostica c3". Grazie infinite.

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
No, può dare un risultato dubbio e C3 è un risultato dubbio.

Vuol dire che c'è un C2=benigno, C3=dubbio,C4=sospetto,C5= cellule tumorali maligne.

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com