Utente 278XXX
Salve,
Ho 38 anni, ho avuto la prima figlia a 33 anni e la seconda a 36.
Quest'estate, in villegiatura al mare, mi sono trovata un frosso nodulo al seno sinistro nel periodo di ovulazione.
Ho subito fatto un'ecografia con questo esito:
Mammelle ad ecostruttira di tipo fibro-ghiandolare.
Si documenta al QIE della mammella sinistra la presenza di una formazione ovalare, ad ecostruttura iso-iperecogena, disomogenea, apparentemente ben delimitata, con dimensioni di circa 61x48x17mm, di non univoca interpretazione diagnostica (area adenosica o fibroadenoma).
Opportuna valutazione bioptica.
No linfoadenopatie degne di nota nei cavi ascellari.

Qundi sono stata da un senologo:
Diagnosi: area di fibroadenoma/tosi vs adenisi QQEE mammella sinistra.
Conclusioni: Micronodulia acinosa bilaterale. Formazione nodulare localizzata alla confluenza dei quadranti esterni della mammella sinistra di circa 5-6 cm di diametro. Non elementi clinici di sospetto.

Mi ha consigliato di fare l'ago aspirato in una buona clinica, ma cmq pensa che non ci sia niente di maligno e che non ci sara' niente da togliere.

Tornata dalla ferie ho consulto il mio medico curante, che mi ha prescritto anche una mammografia con questo esito:

Mammografia bilaterale
Esame eseguito per prevenzione nelle proiezioni dedicate.
Rispetto a precedenti indagini personali si osservano seni di volume simmetrico.
Cute e capezzoli nella norma.
Corpi ghiandolari occupati da displasia fibroadenosica con grossolana placca mastosica che occupa i confini tra i quadranti esterni del seno sinistro.
Non noduli ne' addensamenti ne' calcificazioni sospette.
Cavi ascellari liberi da linfonodi patologici.
Prossimo controllo mammografico a distanza di un anno.

Quindi?
Posso stare tranquilla?
Non ho ancora fatto l'ago aspirato perche' ho un po' paura di quel tipo di esame.

Mi sono poi ricordata che durante l'allattamento della seconda figlia, nata nel gennaio 2011, avevo dolori a quel seno, forse per ingorgo mammario, e facevo impacchi caldi, anche durante l'allattamento.

Cosa mi consiglia di fare?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Intanto di stare tranquilla e di fare senz'altro l'agobiopsia per ulteriore conferma precauzionale.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html
Annoni Andrea, MD