Utente 243XXX
Buongiorno. Scrivo per avere un consulto riguardo ad un nodulo al seno che mia suocera ha scoperto di avere più o meno due settimane fa. Mia suocera ha 55 anni circa e a dicembre ha svolto i controlli di routine al seno su consiglio del figlio per prevenzione. Dall'ecografia al seno e' risultato questo nodulo alla mammella sinistra in alto all'attaccatura del seno. Successivamente ha fatto una risonanza magnetica da cui risulta che il diametro di questa formazione e' di 3mm. Ha quindi fatto un ago aspirato da cui risulterebbe che tale formazione non sia cancerogena ma in realtà non sanno stabilire cosa e'. Per questo il 10 gennaio ha già fissato ulteriori analisi per poi fare il 14 la biopsia. Ieri il figlio ha notato all'attaccatura del seno della madre un gonfiore e al tatto ha potuto sentire effettivamente questo nodulo. Ora volevo Chiedervi che differenza c'è tra ago aspirato e biopsia? Se l'agoaspirato ha dato esito negativo può sbagliare? Cosa potrebbe essere questo nodulo e come mai si è' gonfiato?? Capisco che sono molte domande ma l'ansia purtroppo e' tanta, gli è' rimasta solo la madre. Confido in vostre risposte, grazie.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Non credo che si possa fare alcuna valutazione o aggiungere qualcosa di più a quanto espresso da Lei se non ci trascrive i referti degli esami che ha eseguito.

Annoni Andrea, MD

[#2] dopo  
Utente 243XXX

Purtroppo non mi è' possibile averli. Grazie lo stesso

[#3] dopo  
Utente 243XXX

Salve dottore, anche se con un po' di ritardo sono riuscita ad avere qualche informazione sulla situazione di mia suocera, sembra strano ma lei pur di non farci preoccupare ne parla poco e cerca di sviare l'argomento. Comunque dice che dalla risonanza risulta una conformazione non omogenea di 3mm di natura incerta. Ora lunedì verrà sottoposta a scintigrafia e biopsia. Volevo poi porle una domanda: la biopsia e' un'operazione dolorosa? Comporta lunghi periodi di convalescenza?? le chiedo questo perché mia suocera ha un'attività che manda avanti da sola e nel caso in cui debba stare ferma per qualche giorno dovremo trovare qualche soluzione in tempo, per questo mi chiedo se le verranno messi dei punti, se non dovrà muoversi per qualche giorno... Inoltre, considerando che queste analisi vengono svolte all'interno di una struttura specifica per questi problemi riguardanti le donne all'interno dell'ospedale della nostra città, quanto tempo ci vuole per avere i risultati di una biopsia?
La ringrazio comunque in anticipo per la sua attenzione e attendo sue risposte.
Cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma sono tutte domande che dovrebbe fare al collega che si occuperà della biopsia perchè le procedure e le risposte ai test variano da struttura a struttura.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 243XXX

no certo lo capisco, chiedevo solo se in genere la biopsia comporta molto tempo di ripresa o se è un'operazione facile... comunque già sappiamo che dopo la scintigrafia dovra' stare a casa per almeno 72 ore dato che viene utilizzato un liquido radioattivo. Dottore scusi, ma vorrei farle un'altra domanda, è normale che insieme alla biopsia venga fatta anche la scintigrafia?? le chiedo questo perchè da quello che so io la scintigrafia serve a sapere se ci sono altre masse nel corpo, e pensavo si facesse questo esame dopo magari aver scoperto se la natura di tale nodulo sia maligna o benigna. grazie per la sua risposta.