Utente 295XXX
Salve, mia figlia di 13 anni venerdi mattina lamentava dolore al seno sinistro. Non mi sono allarmata subito pensando che fosse dovuto alla pressione del nuovo reggiseno, ma quando ho toccato con le mie mani quell enorme nodulo proprio sotto il capezzolo, sono entrata nel panico più totale.
Al tatto è duro ed esternamente la pelle risulta arrossata e calda.
Premetto che nn le è ancora arrivato il menerca ed il suo seno e ancora poco sviluppato.
Abbiamo effettuato subito un ecografia mammaria e l esito è questo:
Mammelle ad ecostruttura omogenea con qualche cisti semplice, del diametro massimo di circa cm 0,6.
A sinistra presenza in sede retro-aeorale tra i quadranti inferiori, di alcune piccole cisti a contenuto fluido corpuscolato, contigue, estese per un area di circa cm 2,3 (utile terapia medica).
Conservato il piano adiposo sotto-cutaneo e retro-ghiandolare.
Non linfonodi ingranditi ai cavi ascellari.
Tiroide regolare per volume ed ecostruttura, senza lesioni focali.
Stamane ha iniziato la cura con Veclam 250 compresse( 2 volte al dì per 6 giorni), questo è l' unico farmaco che può assumere a causa di allergie a farmaci in passato.
Le domande che vi rivolgo sono queste:
Posso fidarmi di questo esito o devo fare ulteriori esami o visite più dettagliate?
Il fatto che la pelle sia arrosata é normale?
La cura con Claritromicina é adeguata o servirebbe aggiungere un antinfiammatorio o qualche altro antibiotico più appropriato?
Sono davvero molto preoccupata, anche perchè a 13 anni è davvero ancora una bimba e sinceramente non mi aspettavo di trovarmi così presto di fronte a problemi così grandi.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Pur se infrequenti situazioni cliniche come quella descritta sono meno rare di quanto si creda anche se effettivamente sono insolite prima dell'arrivo del menarca.

Non c'è alcuna ragione per preoccuparsi, ma forse una agoaspirazione ecoguidata del contenuto "puruloide" dallo stesso ecografista avrebbe accelerato la risoluzione del fenomeno infiammatorio associato.

Ora procederei con la terapia antinfiammatoria e antiflogistica e con un controllo a distanza di circa un mese dalla prima ecografia.

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 295XXX

buongiorno Dr Catania, grazie per la risposta.
Mi sembra di aver capito che lei parla di "agoaspirazione" solo al fine di accellelare la guarigione del fenomeno infiammatorio e non di "agobiopsia" che farebbe pensare a dei dubbi sulla natura delle cisti, giusto?
Da stamattina non ha più la pelle arrossata, forse è segno che l'infiammazione inizia a già a regredire.
In ogni caso prenderò un nuovo appuntamento dal senologo per visita di controllo.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì non pensavo affatto a patologie oncologiche, ma solo ad un processo infiammatorio da quanto scrive.

Anche se esistono casi di tumore a quell'età ( e vengono pubblicati perchè eccezionali) la patologia tumorale in questa fascia di età della mammella va considerata praticamente inesistente.

Da quanto scrive infatti sembra che il processo infiammatorio sia in fase di risoluzione e la visita ha lo scopo di mera conferma.

In tutta serenità !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 295XXX

Grazie di cuore dottore, i suoi chiarimenti mi hanno rassicurata molto.

Aspetterò che completi la cura antiflogistica per poi sottoporla a nuova visita di controllo.

Cordiali Saluti