Utente 326XXX
Buongiorno, volevo chiedere un consulto riguardo mia moglie di anni 44 con tre parti e tutti e tre bambini allattati al seno fino a circa 5 mesi. Poche settimane fa ha fatto una ecografia al seno e una visita seniologica (solo un controllo, non aveva particolari sintomi, solo un pò di fastidio ogni tanto al seno sinistro) con questa diagnosi: “VISITA SENIOLOGICA :
Mammelle simmetriche, assenza di alterazioni ispettive. Alla palpazione assenza di nodularità a destra. Al QSE, QSI w QII e QIC sinistro si apprezza un’ area di granulosità (“pallini da caccia”) e riferita dolenzia alla palpazione al QSE sn ed una formazione di circa 1cm di consistenza duro-elastica al QIC sn. Assenza di secrezioni dai capezzoli.
Cavi ascellari: assenza di linfoadenopatie.
ETG MAMMELLE:
in entrambe le mammelle si evidenzia un aspetto diffusamente displasico “a pelle di leopardo” come da mastopatia fibrocistica.
Al QSE destro è presente un’ area anecogena a margini regolari del dt 4.6mm da riferire in prima ipotesi a cisti.
Al QSE sinistro si evidenzia formazione anecogena con calcificazione del dt max 4,7mm riferibile in prima ipotesi a cisti,un’ altra formazione ovalare anecogena di 14,5mm e una formazione iperecogena con orletto ipoecogeno di circa 8mm circa(linfonodo intramammario?altro?).
Al QIC sn area ipoecogena rotondeggiante del dt 13x10,6mm circa a margini regolari, riferibile in prima ipotesi a fibroadenoma ma meritevole di ulteriori accertamenti.
CAVI ASCELLARI: assenza di linfoadenopatie.
Eseguire mammografia bilaterale con prosecuzione dell’ iter diagnostico.”
Fatta la mammografia con questo esito:
“Seno” denso”, nel cui contesto non si apprezzano sicure immagini patologiche rx-visibili.
Qualche calcificazione puntiforme distrofica bilaterale.
Non si evidenziano linfonodi nei prolungamenti ascellari.
Data la densità della ghiandola, utile integrazione ecografica e controllo periodico annuale”.
Basta questo per stare tranquilli o ci consiglia una ulteriore visita seniologica? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive non ci sono ragioni di preoccupazione.

Tuttavia farei consultare gli esami strumentali al collega che li ha richiesti per un dettaglio da chiarire
>>Al QIC sn area ipoecogena rotondeggiante del dt 13x10,6mm circa a margini regolari, riferibile in prima ipotesi a fibroadenoma ma meritevole di ulteriori accertamenti.>>

Molto probabilmente si tratta di un fibroadenoma, ma ovviamente la conferma la può dare solo la visita.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Grazie per la sua risposta, ci ha sollevato e non poco (era la prima volta che faceva un controllo). Comunque seguiremo sicuramente il suo consiglio. Distinti saluti