Utente 360XXX
Salve Dottore,
Ho 37 anni, 3 figli, tutti e 3 allattati al seno per circa 6 mesi. Nell'arco dell'allattamento, l'ultimo risale a circa 8 anni fa, non ho mai avuto problemi al seno.
5 giorni fa ho iniziato ad avere un leggero dolore sulla parte superiore del capezzolo, non persistente ma solo tastandolo, come fosse una botta. La mattina seguente mi sono alzata con la mammella completamente gonfia, arrossata nella parte sottostante e al capezzolo, e con uno strano calore.
Mi sono recata in pronto soccorso dove mi e' stata effettuata una radiografia. Esito: Mastite.
Durante l'ecografia non e' stato riscontrato nessun nodulo o massa che facessero sospettare qualcosa di più grave.
Mi è stata prescritta una cura a base di 2 tipi di antibiotici per 5 giorni.
Il giorno successivo mi sono recata dal medico di famiglia ed è rimasto perplesso dalla diagnosi, mi ha piuttosto izzigata a fare subito una mammografia nonostante in ospedale mi dissero che non servisse. Ora lunedì ho appuntamento dalla mia ginecologa per il controllo e mi farò prescrivere la mammografia.
Vorrei chiederle se dopo il trattamento antibiotico (che si è già concluso proprio oggi) la mastite si sarebbe dovuta risolvere completamente? Il seno si è sgonfiato rispetto a prima, il rossore scomparso, ma permane un leggero gonfiore al capezzolo e nella parte sottostante del seno, oltre al dolore. Tastando non sento nessun nodulo, solo le solite ghiandole più ingrossate, e ancora il calore.
Aspetto il ciclo per il 10 di questo mese, e ha incominciato a dolermi leggermente anche l'altra mammella, ma quella malata è comunque più ingrossata e pesante.
Il medico di famiglia mi ha intimorita molto rispetto alla ginecologa dell'ospedale, dicendomi che una mastite al di fuori dell'allattamento è molto rara, e che per lo meno avrebbero dovuto effettuarmi esami del sangue.
Vorrei chiederle che differenza c'è tra ecografia e mammografia, e un suo parere su quanto mi è stato detto.
La ringrazio.

Distinti Saluti


[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

Lei è una fumatrice o ex-forte fumatrice ?

Legga

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/mastite_periduttale.html

e comprenderà il perché della mia domanda.

Effettivamente in una fase acuta di una mastite la prescrizione di una mammografia suscita molte perplessità per diverse ragioni.

Io la curerei come mastite semplice e poi se lo desidera ci aggiorni pure.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno Dottore,
la ringrazio per la risposta tempestiva!
rispondendo alla sua domanda: no, non sono una fumatrice.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Bene,
Curi la mastite acuta e ci aggiorni se lo desidera.

Legga comunque se non l'avesse fatto

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/mastite_periduttale.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com