Utente 364XXX
da circa tre settimane ho una specie di massa nella zona subareolare del capezzolo destro (in corrispondenza di una ghiandola del Montgomery).
La massa e' comparsa dopo un trauma al capezzolo avvenuto durante un rapporto.
La massa appare ben definita e gommosa al tatto (simile a una ciste sebacea sottopelle), superficiale (si nota ad occhio nella zona sottoareolare), di circa 7/8mm to diametro e dolente al tatto. La zona del capezzolo non appare ne' infiammata, ne' rossa o screpolata, non ho perdite dal capezzolo. Ho provato a mettere una serie di creme tipo gentalyn beta ed anti-infiammatorie (ibuprofen gel), ma con scarsi risultati.
Il volume e dolore non sono diminuiti. Il medico curante dopo una visita ha ritenuto potesse essere una infezione o una cisti infiammata, mi ha comunque consigliato una visita senologica in un paio di settimane per essere tranquilli.
L'autopalpazione effettuata da me e dal medico curnte non ha rilevato presenza di noduli o masse sospette. Da notare che ho un seno molot denso e voluminoso.
Ho 43 anni, senza figli, non fumo, due casi di tumore alla mammella in famiglia (anziane priozia e zia).
Potrebbe essere veramente una cisti o fibroadenoma? Sono preoccupata e vorrei un consulto in merito.
Mille grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive a tutto penserei salvo che ad una patologia tumorale. Probabilmente di competenza dermatologica.

Pertanto faccia con serenità la visita e non utilizzi cortisonici per non mascherare il quadro clinico e rendere non attendibile la visita.

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 364XXX

Dottor Catania,
la ringrazio per la sua risposta. La informo che ancora non ho avuto modo di avere una visita senologica, visto che risiedo a Londra e i tempi di attesa sono molto lunghi, il che contribuisce alla mia preoccupazione e ansia.
Nel frattempo la pallina e' sempre li', il dolore diminuisce o aumenta anche in relazione agli sfregamenti o durante i rapporti.
La massa e' sempre di forma tondeggiante, mobile, e situata sotto la zona dell'areola destra. Se si tocca o si prende tra due dita e' dolente.
L'area del capezzolo non e' assolutamente infiammata ne' ci sono secrezioni dal capezzolo.
Il dolore a volte e' fastidioso e ho provato a tamponarlo con l'ibuprofen ma vorrei non abusarne.
Di cosa si puo' trattare? Un cisti o una ghiandola infiammata? Un fibroadenoma? Un ascesso? Se si trattasse di una cisti, che procedure dovranno essere effettuate per eliminarla (antibiotici, rimozione chirurgica?).

Distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprenderà bene che non sia possibile (oltre che vietatissimo) azzardare diagnosi a distanza senza una visita.

Le posso solo dire che se questa sintomatologia me la descrivesse una mia familiare la incoraggerei a stare tranquilla.

Ulteriore contributo non si può dare e Lei lo comprenderà bene.

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com