Utente 164XXX
Buonasera,
una domanda. Il 2 Dicembre io e la mia ragazza abbiamo simulato una vera e propria penetrazione durata 2-3 minuti. Io ero con le mutandine, lei senza niente.
Lei aveva la febbre, ma il giorno dopo è passata ma ha avuto forti crampi sulla pancia, che ha tutt'oggi 5 dicembre.
Forse avevo le mutande un po bagnate di liquido pre-eiaculatorio, o forse del suo liquido.
Comunque sia non ho terminato il rapporto. Cosa mi consigliate di fare?
È possibile che è rimasta incinta con una simulazione di penetrazione?
Oggi (a distanza di 3 giorni dal rapporto) ha fatto il test di gravidanza ed è risultato negativo non incinta. Ma non è molto fidato il test dopo 3 giorni giusto?

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi rendo conto che la sua richiesta sia molto seria, ma converrà con me, che presenti alcuni aspetti del tutto singolari .

1) Intanto non si comprende cosa possa averla spinta a postare in area Senologia piuttosto che in Ginecologia.

2) >>la mia ragazza abbiamo simulato una vera e propria penetrazione durata 2-3 minuti. Io ero con le mutandine>>

Simulato o PENETRATO ? O vorrebbe farmi credere che Lei sia in grado di penetrare pur indossando le mutandine ? (^______^).

Escludendo la penetrazione Lei vorrebbe farmi credere che a distanza sia in grado di seminare gravidanze a destra e a manca forse paragonando gli spermatozoi al virus dell'Ebola ? E tra l'altro esclude che ci sia stato un orgasmo !

Stia tranquillo credo che possa continuare a frequentare spiagge e piscine in mutande o in costume (anche se bagnati di liquido preiaculatorio) senza mettere in pericolo la libera scelta di gravidanze di chi Le sta intorno (^___^).

Spero di averle dato una chiara risposta : stia tranquillo !

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dr Salvo,

grazie per la pronta riposta.
Proprio una penetrazione ma con le mutande. In una posizione consona è entrato con anche le mutande che lo contenevano. Ovviamente senza orgasmo. Ma quando l'ho tolto le mutande erano bagnate (non so se liquido suo o mio)

Può essere una causa?
Perché sono strane queste fitte il giorno dopo, magari per la febbre ma mi son fatto tanti dubbi.

Spero mi risponda il prima possibile, che sono davvero in ansia.

Saluti

[#3] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
CASSANO D'ADDA (MI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Caro utente,

sebbene il rischio di una gravidanza con le modlità descritte sia molto remoto, mi permetto di sottolineare che -in generale- proteggere un rapporto interponendo la stoffa delle mutande tra i genitali non è una buona strategia. Tale soluzione non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, e non riduce a sufficienza il rischio di gravidanza indesiderata. Inoltre le mucose genitali sono normalmente lubrificate dai liquidi biologici dei partner (per questo le ha trovate bagnate, è normale), e la stoffa può causare, durante il rapporto, ulcerazioni e lesioni anche gravi.
Dato che Lei è già grandicello, Le consiglio di dedicarsi a pratiche sessuali, mi passi il termine, più... normali.
Per carità, in amore tutto è permesso e la treasgressione può anche risultare gradevole. Ma prima di proporre alla Sua partner di "farlo strano" sarebbe il caso di informarsi e scegliere una modalità che non vi esponga a rischi per la salute. Solo così potrà godersi la sessualità senza dubbi, ansie o sensi di colpa.

In generale, per proteggersi da gravidanza e malattie, è molto meglio un normale preservativo.
Ma non credo Lei abbia bisogno né di medici né di psicologi per rendersene conto. Le basterà un po' di buon senso. I miei migliori auguri!

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it