Utente 313XXX
Buongiorno.

Ho 32 anni ed a seguito di un carcinoma mammario che ha avuto mia mamma nel 2005 (mastectomia ed ora tutto ok) eseguo ogni anno un ecografia mammella bilaterale e visita senologica. Nel 2014 mi è stato riscontrato un fibroadenoma di circa 5 millimetri, analizzato con agobiopsia.
Nei due controlli successivi i tecnici non sono più riusciti a trovarlo, attribuendo la cosa alla scarsa dimensione del nodulo e al fatto che dopo l’agobiopsia potesse essersi rotto in più punti.
Durante l’eco eseguita la settimana scorsa, e solo in seguito alla mia indicazione sulla posizione in cui cercare, il tecnico è riuscito a vederlo.
Mi ha detto che è in una posizione un po’ scomoda e che essendo appoggiato al altre strutture è difficile da riscontrare come un fibroadenoma: se non ci fosse stata già una diagnosi di fibroadenoma avrebbe riconosciuto la zona come una placca .
Mi ha anche detto che il fatto che i medici non l’abbiamo trovato nel corso delle visite precedenti non è dovuto ad una loro “negligenza” ma proprio alla caratteristiche del nodulo stesso.
È normale tutto questo? Secondo voi è necessario che adesso che effettivamente questo nodulo è “ricomparso” anticipi la visita senologica (l’ultima fatta a novembre)?

Grazie per l’attenzione

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se ha una comferma tramite agobiopsia e quindi una diagnosi di certezza di fibroadenoma, non mi preoccuperei affatto perché la possibilità di trasformazione di un fibroadenoma (al massimo può crescere) è trascurabile.

Legga
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com