Utente 427XXX
Buongiorno, ho 37 anni, mai fumato, mai preso pillola anticoncezionale né anticoncezionali ormonali, mai avuto problemi al seno né altri problemi particolari di salute, un solo parto nella primavera del 2013 e ho allattato solo 2-3 mesi. La nonna materna ha avuto un tumore al seno a 65. Ignori gli altri consulti che ho chiesto su questo sito, erano per i miei genitori.
A fine luglio 2016 noto per la prima volta una secrezione monolaterale monoporica dx, però in tutti questi mesi il dotto non si è mai dilatato. Esteticamente i seni erano e sono identici, mai ritrazione capezzolo, arrossamenti, desquamazioni né simil-eczema. Non sentendo noduli non mi ero preoccupata anche perché mi sembrava verde e sentivo parecchio dolore al seno dx specie in fase premestruale: pensavo le due cose fossero legate, e innocue. Ricordo bene che da settembre in poi mi capitava di trovare una macchiolina del diametro di 1mm circa (anche un po' meno: appena appena visibile) sulla maglietta quasi ogni mattina. Molto, molto meno frequentemente di giorno. A metà dicembre 2016, eco: non c'è nulla, solo qualche microciste "alcune a contenuto denso" che non si sente alla palpazione, in entrambi i seni, BI-RADS2. "In via prudenziale", 3-4 settimane dopo, mammo bilaterale, BI-RADS1. Poi mi ha visitata la senologa, palpazione tutto benissimo, ma mi spreme con decisione i capezzoli e mi dice che la secrezione non è affatto verde ma SIEROSA! Ne conferma anche la natura monolaterale e monoporica. "In via prudenziale", striscio, esame citologico mandato in un altro centro, esito che mi lascia MOLTO perplessa: "Fondo proteinico comprendente emazie, schiumosi ed alcuni aggregati epiteliali, costituiti da cellule di media taglia con minime atipie citologiche e citoplasma moderatamente ampio. Conclusione: minime atipie che necessitano di ulteriore approfondimento diagnostico". E BASTA. Il patologo NON HA SCRITTO ALTRO. Non ha scritto C1, C2, C3, C4 o C5, né si è in alcun modo sbilanciato circa la natura di tali atipie, benigne o meno. A me questo referto pare monco, e adesso non so cosa fare. Vale la pena di fare una RM con MDC "in via prudenziale" o qui si sta esagerando? O di rifare il citologico? Nell'ultimo paio di mesi la secrezione è quasi cessata, mi viene solo una macchiolina il giorno della presunta ovulazione e nei 3-4 giorni prima della mestruazione. E' cessato anche il dolore al seno, il che mi fa anche pensare che fossero legati e innocui. Unica minima differenza è che il capezzolo dx tende ad indurire un po' più facilmente del sx. A dire il vero però anche in allattamento il seno dx era sempre più gonfio e più pieno del sx.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non essendoci una diagnosi nonostante tutti gli esami strumentali non è eccessiva l'indicazione ad una Risonanza Magnetica CON mezzo di contrasto

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com