Utente 315XXX
Salve,
avrei bisogno di un chiarimento. Sto lavorando all'estero e purtroppo, dove la sanitá é completamente privata, mi son trovata molte volte a dover fare esami inutili, dispendiosi e allarmanti, quando poi medici italiani mi han detto che non erano necessari. Vorrei quindi sottoporre al parere di un medico italiano la mia situazione.
Ho 32 anni, quasi 33, non ho figli, non sono sovrappeso, non fumo da ormai 3 anni. Ho vari casi di tumore al seno in famiglia. A 11 anni mi hanno asportato una cisti al seno destro e da lí nessun problema fino ai 29. A 29 anni ho sentito un nodulo con l'autopalpazione, nuovamente al seno destro, e ho cominciato ad eseguire una ecografia annuale, dove mi si diceva sempre che avevo molte cisti, la piu grande era quella che sentivo. Sei mesi fa, peró, la dottoressa che ha eseguito l'eco mi ha detto che vedeva troppe cisti e che a volte l'insorgere di patologie comincia cosí (?), quindi mi ha chiesto una mammografia, risultata illeggibile perché ho il seno troppo denso, quindi mi han raccomandato di ripetere l'eco dopo sei mesi.
Ora ho ripetuto l'ecografia, e il dottore a voce mi ha raccomandato di rivolgermi a un chirurgo mammario per valutare un agoaspirato, perché secondo lui le cisti continuano ad aumentare.
Cerco di tradurre il referto in seguito, scusandomi per eventuali errori:

Pelle e tessuto sottocutaneo senza alterazioni. Areola e capezzolo di entrambi i seni di carattere ecografico normale. Il tessuto mammario presenta ecogenitá normale.
Ciste con contenuto ecogeno e livello liquido di 12 mm di diametro a ore6, radio (?) 3 del seno destro senza cambi significativi rispetto all'ecografia precedente, accanto si identificano immagini cistichefino a 4,3 mm di diametro.
Conglomerato di microcisti che raggiunge i 21 mm di diametro (sei mesi fa era 16 mm) a ore 7, radio(?) 2 del seno dx, senza segnale al color-doppler, con sembianze di dilatazione duttuale con scarso contenuto ecogeno. Cisti con sottilissima separazione di 5,2 mm nel quadrante superiore esterno e un altro di 3.7 mm nel quadrante inferiore esterno del seno dx.
Non si osservano dilatazioni di dotti galattofori nel seno sx.
Tessuti retromammari liberi, non vedo adenopatie ascellari.
IMPRESSIONE: ciste mammario con contenuto ecogeno. Conglomerato di microcisti e possibile ectasia duttuale focale con contenuto ecogeno nel seno dx. Si suggerisce controllo ecografico in 3 mesi. BIRADS3.

Ora, le mie domande sono: é effettivamente una situazione che necessita di un agoaspirato? nel caso in cui lo sia, sará sufficiente farlo su una cisti o dovranno aspirarle tutte? (E continuano a ripetere che son molte!)
Devo preoccuparmi?
Ringrazio fin da ora chi potrá aiutarmi a chiarire,
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le cisti non creano ragioni alcune per preoccuparsi. Se ci fossero dubbi al prossimo controllo ecografico ovviamente l'agoaspirato è indicato e si tratta di un esame ormai routinario. E andrebbe fatto solo sulla formazione oggetto di dubbi e non su tutte.
Ma dovrebbe cominciare contemporaneamte ad occuparsi di Prevenzione per migliorare lo stato del seno

Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/news/oncologia-medica/5739-franco-berrino-nuovo-libro-cibo-uomo.html
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com