Utente 219XXX
Salve,
sono una donna di quarant'anni incinta alla 28° settimana. Nei prossimi giorni avrei dovuto eseguire l'ecografia mammaria (la volta scorsa mi hanno consigliato di ripeterla ogni sei mesi a causa di familiarità di tumore al seno) e per la prima volta la mammografia.
A causa del mio stato di gravidanza ho annullato la mammografia, ma ho alcuni dubbi: l'eco è sufficiente? Meglio affiancarla a una visita dopo che avrò il referto o l'eco supera la visita? Se dovessi allattare (alla prima gravidanza ho allattato per 18 mesi) quando potrò ripetere ecografia e quando fare la mammografia?
Grazie molte

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Faccia con serenita' l'ecografia e ci alleghi se lo desidera il referto della stessa .
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 219XXX

Grazie molte.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 219XXX

Ecco il referto (abbastanza criptico per me).
Strutture fibroghiandolari ecogene con dotti galattofori tendenzialmente ectasici in sede retroareolare d'ambo i lati come in fase di gestazione. L'esame ecografico odierno non documenta la presenza di franchi noduli ecoprivi né ecostrutturati con caratteristiche di evolutività. Si rileva al qse di sx alerazione pseudonodulare, ad ecostruttura disomogenea, ipo-anecogena, di verosimile significato displasico, del diametro di circa 7 mm. Si rilevano bilateralmente alcune formazioni ovalari, ipo-anecogene, a margini netti, compatibili con cisti semplici a contenuto corpuscolato, in parte isolate e e in parte disposte "a grappolo", le maggiori delle quali appaiono raggruppate al qse di dx (con diametro complessivo di 13 mm). In corrispondenza dei cavi ascellari si rilevano alcune formazioni ovalari, ipoecogene con ilo iperecogeno, compatibili con linfonodi di aspetto reattivo.
Reperti ecografici riferibili a classe 2 di bi-rads.
Si consigliano controlli clinico strumentali seriati nel tempo.