vista  
Utente 286XXX
Buongiorno,
ieri ho effettuato il mio consueto annuale controllo mammario. di seguito riporto risultato:
VISITA:
Negativa per addensamenti o nodularita'. cute e capezzoli integri; nn presente secrezione patologia.

MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI CON PART A SX
Struttura mammaria di tipo microndoulare
nn sono attualmente evidenti lesioni di tipo individualizzato né ingiltrativo
nn sono presenti microcalcificazioni
Esame attuale confrontato con il precedente del 2016

ECOGRAFIA
Ecostruttura mammaria nei limiti della norma
a sx qSE invariata la nodularita' benigna di 1 cm ; al controllo odierno nel QIE altra nodularita' regolare di 7 mm meritevole di caratterizzazione citologica, cisti nel QSM parareolare di sx di 7mm
nn linfoadenopatie ascellari bilaterali

eseguita l eco mi ha parlato di questo nodulo nuovo di 7mm...mi ha detto che al 90% trattasi di una nodulo benigno ma che per accertarci al 100% sarebbe il caso di fare un ago aspirato..o ripetere il controllo dopo tre mesi. mi ha rimandata a fare la mammo del particolare sx.
dopo aver vista il risultato mi ha detto che andava benissimo ma di prenotare ago aspirato(senza piu' darmi piu' la possibilita'di scegliere eventualmente il controllo dopo tre mesi), perché secondo lei sempre meglio analizzare cio' che e' possibile per togliere ogni dubbio.

ora vorrei chiedere:

da questo referto posso stare tranquilla?
perché la prima nodularita' regolare viene definita subito benigna (senza aver mai fatto ago aspirato), mentre questa nuova merita di essere approfondita....forse perché quella gia' vecchia nel corso del tempo nn ha modificato la struttura/dimensione?

mi sono un po' agitata e nn ho posto questi dubbi che invece ora ho in testa...perché in effetti quando mi ha detto che la seconda mammo andava benissimo mi aspettavo che mi dicesse ci rivediamo tra 3 mesi ed invece mi ha detto facciamo l ago aspirato che e' sempre meglio farlo.

vi ringrazio per una vostra gentile risposta.
saluti

[#1] dopo  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora
al primo quesito ha già risposto da sola: il nodulo di aspetto benigno che non modifica nel tempo i suoi caratteri è da considerarsi benigno a tutti gli effetti
Sui noduli, pur di aspetto radiologico benigno, di recente insorgenza in una paziente che ha più di 40 anni conviene eseguire un esame citologico si agoaspirato, o microistologico su agobiopsia, per escludere quella pur remota possibilità che il nodulo possa essere non completamente benigno o inizialmente degenerato. Le probabilità di questa evenienza, come le ha detto la collega, sono molto basse. Tuttavia l'esame citologico consente di confermare la benignità togliendo i dubbi e l'angoscia nell'attesa del controllo a tre mesi.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#2] dopo  
Utente 286XXX

buongiorno Dottore e grazie mille per la risposta. Attendero' con ansia di fare l esame sperando che il risultato ne confermi la benignita'.

saluti