dotto  
Utente 494XXX
Salve Dottori.
L'8 di febbraio mi reco in ospedale per farmi visitare il seno perché mi faceva male.
Tramite una ecografia della mammella bilaterale retro-areolare dx viene apprezzato un nodulo a morfologia allungata e con caratteristiche di benignità di 22x4,8 mm compatibile con formazione di tipo cistica a contenuto corpuscolato o con ectasia Duttale. Mi aspirano materiale lattescente che viene strisciato sul vetrino e fatto analizzare.
Il risultato è: materiali purulento a cui si associano linfociti, macrofagi, cellule epitelioide numerose cellule giganti multinucleate da corpo estraneo (c2).
Dopo avermi dato la cura antibiotica perché c. Era infezione,il 19 marzo mi ripresento in ospedale per il controllo e viene sempre segnalato questo "nodulo" ridotto però a 11x3,8mm. Ecografiacamente non si dimostrano immagini da riferire a corpo estraneo.
Il 20 di maggio mi reco di nuovo in ospedale perché sempre dal quel seno oltre che farmi male, dal capezzolo strizzandolo fuoriescono delle secrezioni sempre bianche. Mi fanno di nuovo l'ago aspirato e però questa volta mi è stato detto che più che un nodulo sembra che sia un dotto ostruito e disteso e la fuoriuscita è normale,l'unica cosa da poter fare è toglierlo così da non recare ulteriori problemi. Se dai risultati risulterebbe lo stesso come mi dovrei comportare?
Premetto che ho finito la cura di progeffik a gennaio per risolvere problemi ormonali (risultata inutile la cura) xké mi sono dovuta operare ad un polipo endometriale.
Vi chiedo gentilmente.. Può questo medicinale avermi portato a questa cosa al seno? È grave? Posso toglierla o porterebbe ad una conseguenza per un futuro concepimento e allattamento? Ovvero questa operazione se necessaria, visto che sto cercando una gravidanza deve essere fatta necessariamente prima?se non la faccio adesso cosa potrebbe succedere se qual'ora rimanessi incinta..se mi dovesse creare dolore potrei sottopormi anche dopo?
Grazie per l.Attenzione e per la risposta. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Risolverei il problema prima di una eventuale gravidanza e per chiarire definitivamente ogni dubbio diagnostico

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 494XXX

La ringrazio Dottore della risposta.
Una cosa però non riesco a capire.. Se fosse un dotto ostruito o un nodulo è necessario intervenire con l. Operazione? Perché il mio ginecologo mi ha detto di vedere i risultati e poi vedere se è necessaria un'operazione . Io non voglio entrare in merito alla cosa,ma come faccio a decidere se operarmi o meno. Dai risultati che ho scritto è grave..? Peggiorerebbe con una probabile gravidanza? Il fatto che sembra un dotto ostruito visto che non sto allattando è possibile? Sono un po' preoccupata perché non so se sia un nodulo o dotto ostruito,visto che mi hanno dato due risposte diverse. Mi scusi se ascolto anche un suo parere.. La ringrazio!