Utente 412XXX
Salve, vorrei presentarvi il mio caso per avere informazioni in merito. Ho 28 anni e nessun fattore di rischio per il carcinoma alla mammella. Da sempre ho un seno fibrocistico che controllo tramite controllo ecografico a cadenza semestrale come indicatomi dagli ecografisti. Nelle ultime due ecografie nel nodulo di maggiori dimensioni(che tengo sotto controllo da diversi anni e che non è aumentato notevolemente di dimensioni) 24×16 sono stati evidenziati segni di vascolarizzazione intra e perilesionale, in prima ipotesi tale struttura è riferibile a fibroadenoma. In relazione alla complessità e la densità della struttura mammaria mi hanno consigliato di effettuare una RM con mdc
La Rm dice: nelle sequenza pre contrasto si osservano mammelle a struttura fibro-ghiandolare con cisti sparse. Nelle sequenze dopo somministrazione di mdc si osserva precoce incremento contrastografico parenchimale di sottofondo più rappresentato nei quadranti superiori con multipli e bilaterali potenziamenti nodulari nel contesto. In sede sottoareolare sx 24x16 (il nodulo di cui vi parlavo precedentemente)a margini regolari, con setto avascolare nel contesto con modesti segni di restrizione nelle sequenze DWI, enanchement precoce e successiva tendenza al wash out(curva intensità segnale/tempo III)( BIRADS 3) Per le caratteristiche dinamiche e l'ADC mi hanno consigliato di effettuare l'agoaspirato. gli altri noduli invece presentano una curva due e sono descritti come benigni.
Ora vi vorrei chiedere un parere, dal momento che ho sentito due pareri e l'ultimo mi ha detto di stare tranquilla e solo per una sicurezza personale di fare l'agobiopsia, se c'è un urgenza nell'effettuarla realmente, se è quindi possibile che un nodulo che da almeno due anni tengo sotto controllo e che è sempre stato descritto ecograficamente come un fibroadenoma si possa rivelare un carcinoma. Grazie per chi risponderà

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Io avrei fatto subito l'agobiopsia senza alcuna necessita' di ricorrere alla Risonanza per confermare la diagnosi (probabile) di fibroadenoma.
Completi quanto consigliato per non pensarci piu'

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 412XXX

La ringrazio dott. Ne deduco quindi che quelle caratteristiche di acquisizione di mdc e nelle sequenza DWI possano essere proprie anche di alcuni fibroadenomi. Per quanto riguarda la RM mi è stato detto che serviva per effettuare una mappatura del seno perchè troppo denso per essere studiato accuratamente con l'ecografia. In realtà il mio senologo non è affatto preoccupato di questo nodulo vascolarizzato che lui ritiene sicuro essere un fibroadenoma, a differenza dell'altro parere. Farò l'agobiopsia appena possbile e la ringrazio

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Faccia l'agobiopsia per non pensarci piu'
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 412XXX

Salve dottore, volevo aggiornarla sulla mia situazione.
Il risultato dell'agoaspirato riporta: campione riccamente cellulato da grandi lembi di cellule epiteliali, con aspetti di iperplasia, margini irregolari, aspetti papillari e diffuse atipie. Sono inoltre presenti numerose cellule epiteliali isolate e piccoli lembi coesi.
Sul fondo tessuto fibroadiposo, istiociti, istiociti schiumosi e materiale proteinaceo amorfo. Si suggerisce indispensabile biopsia o exeresi chirurgica. Volevo sapere cosa ne pensava.
La ringrazio anticipatamente