Utente 556XXX
Salve, ho 45 anni sono una fumatrice e lo scorso anno ho subito un intervento chirurgico per resezione del tratto terminale dei dotti seno dx ricostruzione del capezzolo invertito e rimozione di un ascesso ormai solidificato che appariva come un nodulo ma che in realtà era dovuto ad una mastite periduttale. A febbraio di quest'anno si è ripresentata la recidiva della mastite stavolta sotto forma di una fistola con fuoriuscita di pus trattata inizialmente con antibiotici che però risolvevano il problema solo temporaneamente. Quando l'infezione si è aggravata il chirurgo che mi ha operato l'anno scorso ha deciso di incidere la fistola per favorire il drenaggio del pus. Questo è avvenuto circa dieci giorni fa ma a tutt'oggi nonostante le ripetute medicazioni un giorno sì e uno no continua ad uscire pus e ad avere la mammella infiammata e dolorante. Non mi sono stati prescritti antibiotici per il momento. Volevo sapere se è normale dopo 10 giorni di drenaggio non vedere miglioramento e se il fatto che continui sempre a formarsi e fuoriuscire pus è il decorso normale o se qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.. . Vorrei inoltre sapere se non riesco a guarire così dovrò essere sottoposta a nuovo intervento per risolvere la situazione? Si può risolvere definitivamente operando dinuovo? L'intervento potrebbe portare ad un deturpamento evidente? (Del primo intervento per fortuna non si vede nulla) grazie a chi vorrà rispondermi.. saluti.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci sarebbero tante cose da dire perche' la resezione dei dotti e' un intervento inutile se non eseguito con una tecnica particolare.
Puo' darsi che nel suo caso sia stato corretto ma non e' possibile comprendere bene a distanza.


Se desidera un approfondimento
Le rispondero' senz'altro ma per comprendere la mia replica potrebbe essere necessario da parte mia inserire delle immagini (qui non e' possibile) e dovrebbe ripostare con il copia incolla tutta la storia su

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-7491.html#msg115029

la pagina si aggiorna continuamente con l'arrivo dei commenti
e in fondo all'ultima pagina si apre una finestra dove puo' postare il copia incolla.

Ripeta l'eta' e specifichi se ha una storia familiare di tumore al seno o all'ovaio.

Mi raccomando, anzi mi raccomando tre volte, deve presentarsi con un nome anche se di fantasia.

L'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com